01/02/2005, 00.00
HONG KONG-CINA
Invia ad un amico

Si diffonde epidemia mortale: Hong Kong chiede informazioni a Pechino

Si registrano forti aumenti di meningite: oltre 250 persone infette e 16 morti in 6 settimane. L'Anhui pare essere l'epicentro dell'infezioni. Pechino tace come al tempo della Sars.

Hong Kong (AsiaNews/Agenzie) – Le autorità sanitarie cercano con urgenza dalla Cina  informazioni su un' epidemia mortale che nel mese scorso ha infettato più di 250 persone e ne ha uccise 16 in 6 settimane.

Chow Yat-ngok, segretario della Sanità, ha detto che l'epidemia di batteri della meningite "sembra molto serio dato il numero dei morti". Il ministero della Sanità ha diramato ieri una nota d'emergenza invitando l'intero paese a prendere misure preventive contro il contagio. La nota specifica che in gennaio ci sono state 258 infezioni, 43 in più rispetto a dicembre e 94 in più rispetto al gennaio 2003. Casi di infezioni sono stati riscontrati ovunque in Cina, meno che in Tibet a sud  e nelle province del Fujian e dell'Hainan.

Chow ha dichiarato che Hong Kong sta cercando con urgenza informazioni dai responsabili locali della sanità e degli ospedali nelle province infettate dal virus. "Abbiamo bisogno di maggiori notizie prima di poter preparare un piano per arginare l'epidemia" ha detto. "Vogliamo sapere se l'infezione è tipica di una zona o se è una nuova mutazione, perché è disponibile un vaccino per l'infezione da meningococchi".

Nonostante le garanzie date dalla Cina di aumentare le comunicazioni  con il territorio, dopo l'epidemia di Sars del 2003, Hong Kong non è stata informata dell'epidemia di presunta meningite fino a che non ha preso l'iniziativa di contattare Pechino. Un portavoce del governo di Hong Kong  ha dichiarato che il "programma informativo di scambio" sulle malattie non include altre province oltre al Guangdong, dove la Sars era apparsa per la prima volta.

I media del Guangdong hanno riportato un solo caso nella zona. Le autorità provinciali hanno dichiarato che si tratta di un caso isolato. L'ufficio della Sanità del porto di Hong Kong ha messo in allarme le industrie di trasporti e sta distribuendo informazioni rilevanti sulla salute. Per ora non sono previsti piani per installare scanner di temperatura alle frontiere e agli aeroporti, né controlli medici sui visitatori che provengono dalle aree infette.

Il più recente caso confermato è quello di 6 studenti della Tangyang Township Middle School della città di Dongtai nello Jiangsu; un settimo è sotto controllo. Nessuno di loro è in condizione critica.

La vicina provincia di Anhui è l'epicentro dell'infezione con 61 casi accertati in 11 città. Dal 20 dicembre sono morte 5 persone e 3 nello Jiangsu.  Più di ¾ dei pazienti sono studenti fra i 13 e i 18 anni. Il Centro nazionale di prevenzione e controllo epidemie ha inviato esperti di meningite nel Guangdong e Anhui per condurre ricerche.

L'infezione batterica è caratterizzata da febbri, intensi mal di testa, nausea, vomito, collo bloccato; il tasso di mortalità è molto alto.  Molte persone contagiate dall'epidemia nell'est della Cina sono state uccise dal ceppo C, che è generalmente molto più letale dei ceppi A e B.

Infezioni da meningococchi sono presenti anche ad Hong Kong; nel 2004 sono stati registrati 4 casi.

L'Organizzazione mondiale della sanità sta raccogliendo per ora informazioni sull'epidemia.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Hanoi: conferenza internazionale sull'influenza aviaria
23/02/2005
Influenza aviaria, 38 volte più virulenta della Sars
24/11/2005
Senza nessun aiuto i sopravvissuti dalla Sars, resi invalidi dalla cura
30/05/2005
Vietnam, nuovo decesso per l'influenza aviaria
08/11/2005
Jakarta conferma 3 morti per influenza aviaria
20/07/2005