07/03/2020, 11.12
VIETNAM
Invia ad un amico

Siccità e sale nel Delta del Mekong: cinque province dichiarano l’emergenza

Sono andati in rovina un totale di 33mila ettari di risaie. Quasi 70mila famiglie soffrono per la mancanza di acqua. Il Vietnam è il terzo esportatore di riso al mondo dopo India e Thailandia. Colpite dalla salinità circa la metà dei distretti in 10 delle 12 province della regione.  Nel 2016, la siccità ha causato perdite per circa 384 milioni di dollari.

Hanoi (AsiaNews/Agenzie) – La “ciotola di riso” del Vietnam rischia di rimanere vuota: nel Delta del Mekong, cinque province hanno dichiarato lo stato di emergenza a causa della siccità che da anni tormenta la regione, insieme ad un ampio accumulo di salinità. I territori interessati dalla crisi sono Kien Giang, Ben Tre, Tien Giang, Ca Mau e Long An.

Il Vietnam è il terzo esportatore di riso al mondo dopo India e Thailandia; di solito, la regione sud-occidentale produce oltre la metà del cereale nel Paese, ma finora sono andati in rovina un totale di 33mila ettari di risaie e quasi 70mila famiglie soffrono per la mancanza di acqua. Lo ha riferito ieri la televisione nazionale, citando gli ultimi dati del Dipartimento vietnamita delle Risorse idriche.

Il Southern Institute of Water Resources Research di Ho Chi Minh City avverte che questo mese una salinità di quattro grammi al litro continuerà a diffondersi nel Delta. Il fenomeno interesserà tratti di alcuni importanti estuari, per una lunghezza totale di circa 110 chilometri. Il dato registra un aumento tra i tre e i cinque chilometri in più rispetto allo stesso periodo del 2016.

Il National Centre for Hydro-Meteorological Forecasting aggiunge che un altro grave periodo di salinità è atteso a breve termine; nel mese in corso, i flussi d'acqua dal fiume Mekong nella regione rimarranno molto bassi, stimati al 20% in meno rispetto a quattro anni fa. Secondo Hoang Phuc Lam, vicedirettore del centro, è probabile che la mancanza di pioggia, unita al crescente consumo di acqua sugli affluenti, nonché all'aumento delle dighe, stimolino la siccità e rendano l'intrusione salina più grave e duratura.

Il governo stima che quest’anno nel Delta la siccità e la salinità avranno un impatto su 362mila ettari di riso e 136mila di alberi da frutto; oltre 120mila famiglie soffriranno della carenza d'acqua. All’inizio del mese, la salinità aveva colpito circa la metà dei distretti in 10 delle 12 province nella regione. Media locali affermano che nel 2016 la persistente siccità nel Delta del Mekong ha causato perdite per quasi 9mila miliardi di dong (384 milioni di dollari Usa): sono andati distrutti 250mila ettari di riso, 130mila di colture e 30mila di alberi da frutta.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Il Delta del Mekong senza acqua: a rischio 180mila famiglie
25/03/2020 12:14
Emergenza siccità nel delta del Mekong: 10 milioni di persone colpite, manca acqua potabile
17/03/2016 11:20
Bihar: contro la crisi alimentare, studenti di un college gesuita coltivano riso biologico
17/07/2015
La siccità devasta le risaie laotiane: coltivato solo il 40% della terra disponibile
07/08/2019 12:37
Pyongyang, mai così poca pioggia in oltre 100 anni
17/05/2019 08:43