24 Maggio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 09/01/2017, 08.38

    SRI LANKA – CINA

    Sri Lanka del sud: scontri e feriti nelle proteste contro un porto cinese



    Colombo sta portando a termine un accordo con Pechino per la concessione della durata di 99 anni di un’area costiera. Il progetto costringerà allo sfratto la popolazione locale. Il piano di investimenti rientra nella strategia cinese della “One belt, One road”.

    Colombo (AsiaNews/Agenzie) – Diverse persone sono rimaste ferite nel sud dello Sri Lanka durante uno scontro con la polizia, mentre manifestavano contro la costruzione di un porto cinese e dell’adiacente scalo industriale. Il progetto costringerà allo sfratto migliaia di abitanti locali, anche se il governo dello Sri Lanka ha promesso che verranno date loro nuove terre.

    Mentre la popolazione lamenta che l’area diventerà di fatto una colonia cinese, la polizia ha arrestato in tutto 41 persone per danni a proprietà pubbliche. Gli arrestati sono già comparsi davanti al giudice e posti sotto custodia cautelare.

    Le proteste sono avvenute nell’area di Hambantota, a 240 chilometri a sud della capitale, dove le autorità di Colombo stanno portando a termine un accordo di concessione della zona portuale della durata di 99 anni. L’azienda partner dell’intesa è all’80% di proprietà cinese.

    L’investimento è solo l’ultimo di una serie di infrastrutture che Pechino sta costruendo per compiere la sua strategia della “One belt, One road”, una cintura di porti e autostrade in tutta l’Asia del sud e centrale che consentirebbe alle merci cinesi di arrivare fino al cuore dell’Europa.

    Contro la requisizione dei terreni dei locali era scesa in strada tutta la popolazione. Gli agenti hanno lanciato lacrimogeni contro i manifestanti, che tentavano di far rimandare una cerimonia pubblica cui doveva prender parte il primo ministro Ranil Wickeremesinghe.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    13/05/2017 08:50:00 CINA
    Con 'One belt, one road', la Nuova Via della Seta, la Cina dimostra la sua forza. Ma ne è capace?

    Xi Jinping porta avanti “dimostrazioni di forza” a livello economico e militare, ma molti dubitano che la Cina possa sostenere un simile carico finanziario. Per molti Paesi i grandi progetti in Asia centrale, in Asia del sud e nel Mar Cinese meridionale e orientale, nascondono sogni di egemonia molto pericolosa. Europa diffidente. Solo l'Italia partecipa all'incontro di "One belt, one road" a Pechino questo fine settimana. L’analisi dello studioso Willy Lam. Per gentile concessione di The Jamestown Foundation. Traduzione dall'inglese di AsiaNews.

     



    19/01/2017 16:14:00 CINA – UK
    Giunge a destinazione il primo treno merci fra Cina e Gran Bretagna

    Il viaggio per 12mila chilometri attraversa nove Paesi. Ha una durata di 18 giorni. Si tratta di uno sviluppo del progetto One Belt, one Road (una cintura, una strada), che vuole rinnovare e attualizzare l’antica Via della Seta.



    16/05/2017 12:41:00 CINA
    Obor, il vertice di Pechino è stato un successo a metà

    Il presidente Xi Jinping non fa distinzioni fra i Paesi con cui vuole collaborare e pone l'accento sugli aspetti economici e finanziari. Ma ciò non basta per dare avvio ad un nuovo titpo di globalizzazione. Nelle relazioni tra popoli la Cina deve recuperare terreno. Il ruolo della Wanda City, le Disneyland cinesi



    22/05/2015 CINA
    Pechino torna alla pianificazione sovietica per salvare il Partito
    La strategia economica cinese accentua il ruolo delle imprese controllate dallo Stato. Il presidente Xi: “Il Partito comunista cinese deve controllare l’economia se vuole governare il Paese in eterno”. Grandi profitti anche per le aziende private vicine alle elite del Partito. L’iniziativa rafforza il controllo sulle regioni interne e contiene le forze centrifughe. Pechino può assorbire l’eccesso di produzione del Paese. La teoria dei “tre non-cambiamenti”. L’emarginazione del premier Li Keqiang che voleva liberalizzare il mercato.

    19/05/2017 11:50:00 CINA
    Obor, sul mega progetto voluto da Xi Jinping l’ombra di corruzione e abusi ai diritti umani

    La corruzione non è solo il risultato di uno scambio di denaro. Essa emerge anche da una mancata trasparenza nel meccanismo di attuazione degli accordi. Da un governo che promuove repressione e abusi non è lecito aspettarsi il nuovo Vangelo. L’analisi di uno studioso cinese in esilio. Per gentile concessione di China Change.

     





    In evidenza

    VATICANO
    Papa: Il 24 maggio, uniti ai fedeli in Cina nella festa della Madonna di Sheshan



    Al Regina Caeli papa Francesco ricorda la Giornata mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina, instaurata da Benedetto XVI. I fedeli cinesi devono dare il “personale contributo per la comunione tra i credenti e per l’armonia dell’intera società”. Il Simposio di AsiaNews sulla Chiesa in Cina.  Un appello di pace per la Repubblica Centrafricana. “Volersi bene sull’esempio del Signore”. “A volte i contrasti, l’orgoglio, le invidie, le divisioni lasciano il segno anche sul volto bello della Chiesa”. Fra i nuovi cinque cardinali, anche un vescovo del Laos.


    VATICANO-CINA
    24 maggio 2017: ‘Cina, la Croce è rossa’, il Simposio di AsiaNews

    Bernardo Cervellera

    Il raduno in occasione della Giornata Mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina. Un titolo con molti significati: la Croce è rossa per il sangue dei martiri; per il tentativo di soffocare la fede nei controlli statali; per il contributo di speranza che il cristianesimo dà a una popolazione stanca di materialismo e consumismo e alla ricerca di nuovi criteri morali. A tema anche la grande e inaspettata rinascita religiosa nel Paese. Fra gli invitati: il card. Pietro Parolin, mons. Savio Hon, il sociologo delle religioni Richard Madsen, testimonianze di sacerdoti e laici cinesi.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®