02/02/2021, 11.16
INDIA
Invia ad un amico

Suor Vimala: La vita consacrata è Bellezza

di Nirmala Carvalho

La Giornata della vita consacrata vista da una suora che dedica la vita all’arte sacra. “Nella nostra Cappella Prarthnalaya l'immagine di San Paolo non era presente. Sono stata ispirata a creare un'immagine di San Paolo, qualcosa di permanente e così ho iniziato a lavorare in mosaico”.

Mumbai (AsiaNews) - "La vita consacrata è Bellezza, la bellezza di Gesù. Adoriamo il Signore nella bellezza" ,.. Suor Vimala Joseph PDDM (Pie Discepole del Divin Maestro), spiega così ad AsiaNews la sua odierna Giornata della vita consacrata. "La bellezza – spiega - attrae e aiuta le persone a cercare il bene divino. Attraverso la mia arte sacra, spero che portare il Regno di Dio sulla terra includa il ripristino della bellezza che è presente nella creazione. Anche i non cristiani sono attratti dalla bellezza delle arti sacre. L'Arte sacra coltiva la capacità di immaginare un futuro e quindi trascende il momento presente e infonde Speranza.

Suor Vimala si è unita alle Suore Discepole del Divin Maestro da giovane, all’età di 17 anni, e pratica arte sacra da 35 anni. Nel 1982 suor Vimala ha studiato architettura al liceo artistico Boccioni di Milano, in Italia, e "ho completato un corso quadriennale in tre anni imparando le basi di scultura, pittura e architettura. Dopo il corso, ho lavorato con la nostra sorella italiana, Michael Angela, un architetto che ha ridisegnato e rinnovato chiese in Italia. Lavorare con lei per un anno mi ha aiutato ad affinare le mie capacità e ad intraprendere nuovi lavori. Dopo il ritorno a Mumbai, ho seguito un corso di specializzazione in architettura".

Suor Vimala fa parte della comunità di Prarthnalaya (Casa di preghiera), Bandra, Mumbai, dove ha un laboratorio dove lei e il suo team dipingono, realizzano opere in mosaico e in vetro colorato, design di interni e statue.

Suor Vimala ha raccontato ad AsiaNews il processo di realizzazione del bellissimo mosaico di San Paolo che si trova nella cappella Prarthnalaya a Bandra, Mumbai. “Mi sono resa conto che avevamo una cappella così grande, ma non c'era niente sulla nostra spiritualità. La nostra spiritualità è principalmente di Gesù Maestro, Maria Regina degli Apostoli e San Paolo. Questi sono i tre pilastri della nostra spiritualità. Il nostro fondatore, il beato Giacomo Alberione ha sottolineato che l'apostolo Paolo è stato il fondatore della ‘casa’, la Famiglia Paolina”.

"La casa dove deve risplendere la luce del Vangelo è la casa dove ciascuno di noi vive e anche una casa aperta al mondo. Siamo tutti chiamati all'apostolato cristiano. Nella nostra Cappella Prarthnalaya l'immagine di San Paolo non era presente. Avevamo Maria Regina degli Apostoli e Gesù Maestro nel Santissimo Sacramento e un bellissimo crocifisso di Cristo Crocifisso, ma non San Paolo. Sono stata ispirata a creare un'immagine di San Paolo (nella foto) qualcosa di permanente e così ho iniziato a lavorare in mosaico. Il mosaico non ha bisogno di manutenzione e la realizzazione richiede tempo, ma una volta finito è molto bello. Durante il periodo del lockdown sono stata in grado di realizzare molte di queste opere in mosaico. Per la cappella di Delhi ho realizzato un mosaico di entrambi, San Paolo e Maria Regina degli Apostoli. Il lockdown è stato un momento molto produttivo. Nella raffigurazione di San Paolo, l’ho raffigurato con la Bibbia in una mano e la spada nell'altra. Questo spinge molti a chiedersi il significato e dà l'opportunità di evangelizzare ed è quindi un modo attivo di predicazione”.

"Quando ricevo una richiesta per un disegno – dice ancora suor Vimala - scopro che la santa patrona della chiesa cerco i simboli appropriati. Se è per la cappella di un convento, studio la spiritualità di quella particolare congregazione e prego in essa. La preghiera e il digiuno sono molto importanti per l'ispirazione divina. Dio continua a benedirmi con nuove idee per progettare chiese innovative in tutta l'India. In effetti, mi sento spiritualmente soddisfatta quando progetto chiese. Credo fermamente che sia un mandato che mi è stato dato di predicare la Buona novella attraverso l’arte sacra. Ora ho realizzato così tante opere d'arte dappertutto. Ogni mia opera d'arte proclama la "Bellezza", la bellezza di Gesù. Adoriamo il Signore in bellezza".

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Un’oasi di contemplazione nella Mumbai insonne per gli affari
02/02/2009
Papa: Missione della Chiesa e testimonianza cristiana, no all’immobilismo
02/02/2020 12:16
Convertito della Mongolia: "La mia arte al servizio di Dio"
29/11/2004
Papa: Giornata per la Vita nel solco di santa Teresa di Calcutta, contro la logica dello scarto e il calo demografico
05/02/2017 12:28
Papa: ai religiosi, Dio con la sua ‘pazienza’ ci indica di cercare vie nuove
02/02/2021 18:06