25 Febbraio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 11/02/2014, 00.00

    IRAN

    Teheran festeggia i 35 anni dalla rivoluzione di Khomeini, mentre si prepara a dialoghi "costruttivi" sul nucleare



    Rouhani parla alla folla in piazza Azadi e minimizza la possibilità di una guerra contro Teheran. Ma le frange più estremiste lo accusano di fare troppe concessioni agli Stati Uniti.

    Teheran (AsiaNews) - Centinaia di migliaia di persone si sono riversate oggi nelle strade della capitale iraniana per celebrare i 35 anni dalla rivoluzione capeggiata dall'ayatollah Ruhollah Khomeini, che ha portato alla caduta dello scià e alla fondazione della repubblica islamica.

    Parlando davanti alla folla radunata in piazza Azadi, il nuovo presidente iraniano, il moderato Hassan Rouhani, ha ricordato che la prossima settimana a Vienna vi sarà il prosieguo dei dialoghi sul nucleare con il gruppo P5+1 (Usa, Russia, Gran Bretagna, Francia, Cina e Germania). Egli ha detto che spera in dialoghi "onesti e costruttivi" e ha minimizzato l'ipotesi di un attacco militare contro l'Iran.

    Fino a pochi mesi fa tale attacco - da parte degli Stati Uniti e/o Israele - sembrava imminente, giustificato dal timore che il programma nucleare iraniano avesse come scopo la produzione di armamenti nucleari. Ma in novembre, dopo l'elezione di Rouhani avvenuta in giugno, si è aperto un clima di maggior apertura: Teheran ha accettato di diminuire alcune attività nei siti nucleari; in cambio la comunità internazionale ha allentato il regime di sanzioni che sta provando a fondo le fibre economiche del Paese.

    L'allentamento della tensione è vista come una vittoria di Rouhani, dopo quasi un decennio di emarginazione dell'Iran durante la presidenza di Mahmoud Ahmadinejad, caratterizzato da pesante opposizione e violenti discorsi contro Usa e Israele.

    Finora Rouhani sembra avere l'appoggio del capo supremo, l'ayatollah Alì Khamenei. Ma le frange più estremiste del Paese accusano il nuovo presidente di fare troppe concessioni agli Stati Uniti.

    Il ministro iraniano degli esteri, Javad Zarif, ha detto che i prossimi dialoghi sul nucleare a Vienna saranno "difficili" e che "la sfida più grande è la mancanza di fiducia". 

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    04/01/2018 08:50:00 IRAN
    Teheran: i Pasdaran dichiarano la ‘fine della rivolta’, ma resta la tensione

    Il gen. Ali Jafari plaude alla “sorveglianza del popolo” che ha portato alla sconfitta dei nemici. E accusa monarchici, anti-rivoluzionari e forze “nemiche” esterne all’Iran. Ma in alcune città restano focolai di tensione. Trump continua a soffiare sul fuoco della rivolta e promette sostegno “al momento giusto”.

     



    03/01/2018 11:35:00 IRAN
    Decine di migliaia di iraniani in piazza a difesa del governo. Nuove vittime e arresti

    Imponenti marce  contro gli Usa e fedeltà alla leadership. Il bilancio delle vittime delle proteste sale a 23 morti e 450 arresti. Khamenei: “Nemici” esterni che vogliono fomentare il caos e colpire le istituzioni. Zarif: Sicurezza e stabilità dipendono dagli iraniani, liberi di “protestare e votare”. Povertà e disoccupazione i motivi fondamentali delle manifestazioni.

     



    02/01/2018 09:33:00 IRAN
    Continuano le manifestazioni in molte città iraniane. Ucciso un poliziotto

    Da cinque giorni si susseguono dimostrazioni. A tema le difficoltà economiche, la disoccupazione giovanile, l'aumento dei prezzi, ma anche critiche al governo e alla corruzione del regime. Rouhani: Sì alle critiche, no alle violenze. Per le Guardie della Rivoluzione i dimostranti sono sostenuti dall'estero. Le reazioni negli Usa, in Israele, in Arabia saudita. Russia: Un affare interno.



    20/04/2016 15:09:00 IRAN
    La strana alleanza fra gli Stati Uniti e i fondamentalisti iraniani

    Washington blocca ancora l’uso del dollaro nelle transazioni bancarie, fermando i nuovi contratti economici stabiliti dopo l’accordo sul nucleare. Gli Usa sembrano dare man forte a Khamenei e alle guardie della rivoluzione, che vogliono affossare l’accordo per mantenere il potere. La popolazione sopravvive con i doppi e tripli lavori. L’Iran instabile e bellicoso accresce la vendita di armi. Il reportage.



    02/05/2016 12:05:00 IRAN
    Teheran, al nuovo parlamento sempre più riformisti e più donne

    Dopo il secondo turno delle elezioni di tre giorni fa, i riformisti possono contare su 133 seggi; i conservatori su 125, che per la prima volta perdono la maggioranza. Vi sono anche 17 donne, in maggioranza riformiste. Una deputata è stata bloccata dal Consiglio dei Guardiani per aver stretto la mano ad un uomo. I dubbi su Khamenei.





    In evidenza

    BANGLADESH
    Snehonir, la ‘Casa della Tenerezza’ per disabili (Foto)



    La struttura nasce 25 anni fa dall’opera delle suore Shanti Rani e dei missionari Pime. A Rajshahi accoglie disabili mentali e fisici, sordomuti, ciechi, orfani, poveri, abbandonati. “Il principio-guida è avviarli alla vita”.


    COREA
    L’abbraccio delle atlete della Corea unita, sconfitte in gara, ma ‘prime’ nella storia



    Oggi hanno perso l’ultima partita conto la Svezia e sono finite al settimo posto. Le lacrime per l’imminente separazione. L’orgoglio della coach canadese: “I politici hanno preso la decisione esecutiva. Le nostre giocatrici e il nostro staff sono quelli che l'hanno fatta funzionare”. Atleta sudcoreana: spero che il nostro Paese sia fiero di noi: era una cosa più grande dell’hockey.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®