23 Settembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  •    - Mongolia
  •    - Russia
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 27/03/2010, 00.00

    RUSSIA

    Testimoni di Geova“estremisti” e “ostili”: sequestri e incendi



    A Tambov sono state sequestrate bibbie, libri, computer. Continuano anche le violenze contro i membri. Una Sala del regno è stata bruciata a Budennovsk (Stavropol).
    Mosca (AsiaNews) – Testimoni di Geova ancora nel mirino delle forze di polizia e della magistratura russa. Lo scorso 17 marzo un gruppo di agenti ha fatto irruzione al mattino nelle case di alcune famiglie residenti nella città di Tambov (nell’ovest del Paese). Ordinanza del tribunale alla mano, i poliziotti hanno perquisito le abitazioni e sequestrato un centinaio di libri, tra cui copie del Nuovo Testamento, computer e altro materiale elettronico e cartaceo che documenterebbe l’attività dell’organizzazione religiosa. Secondo la polizia, il materiale conteneva “incitamento all’odio religioso” e molti libri rientrerebbero nell’elenco federale dei testi estremisti, ampliato di recente dal governo con l’inserimento di nuove pubblicazione dei testimoni di Geova.
     
    L’ordinanza del tribunale per la perquisizione è basata su un recente caso avviato a norma dell'articolo 282 del Codice Penale della Federazione russa: “Incitamento all’odio o all’ostilità”.  
    Continuano anche le aggressioni fisiche contro i fedeli della comunità. La notte del 20 marzo un incendio è esploso in una “Sala del regno” (come si chiamano i luoghi di culto dei testimoni di Geova) nella città di Budennovsk, nella regione di Stavropol. Sospetti fondati, all’interno della comunità, parlano di incendio doloso. 
     
    Accusati da tempo di promuovere uno stile di vita settario e ostile alla Federazione russa, la situazione dei testimoni di Geova è andata peggiorando dopo la sentenza di settembre scorso, quando la Corte provinciale di Rostov ha stabilito lo scioglimento dell’organizzazione, la confisca dei beni e il divieto di ogni attività a Taganrog, Neklinov e Matveevo-Kurgan per attività estremiste. 
     
    Arresti, interrogatori e denunce penali ai danni dei Testimoni di Geova, tacciati come “setta” dalle “attitudini non amichevoli verso le altre Chiese”, sono diventate sistematiche in molte regioni russe. Le autorità non gradirebbero alcune pratiche dei fedeli come l’obiezione di coscienza verso il servizio militare, il rifiuto all’uso delle armi, la rinuncia alle trasfusioni di sangue e la richiesta di dedizione totale degli adepti alla vita della comunità.
     
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    09/08/2017 11:37:00 RUSSIA
    Putin e l’anniversario dei vecchio-credenti, i ‘veri russi’

    Frutto di uno scisma e di una scomunica nel XVII secolo, i vecchio-credenti si ritengono la “vera” Chiesa ortodossa russa. Ha comunità anche all’estero, in Uganda e Pakistan. In diversi momenti il presidente russo ha mostrato benevolenza e liberalità verso di loro.



    06/04/2010 RUSSIA
    Cresce l’islamofobia dopo l’attentato al Metro di Mosca
    Ragazze musulmane aggredite perché portano il velo. Altre picchiate nella metropolitana e costrette a scendere. Scritte anti-russe e filo-islamiche. L’islamofobia fa comodo all’irredentismo caucasico, ma anche al governo centrale.

    05/10/2009 RUSSIA
    Anche per la Corte dell’Altai i Testimoni di Geova sono "estremisti" da condannare
    Sotto accusa alcune pubblicazioni che conterrebbero incitamenti allo scontro religioso. L’organizzazione si difende affermando che gli stessi testi sono distribuiti in 200 Paesi del mondo. La sentenza dell’Altai rispecchia la condanna già decretata dalla corte di Rostov a metà settembre. Processi con accuse analoghe sono in corso in altri tribunali russi.

    17/09/2009 RUSSIA
    Il tribunale di Rostov mette al bando i Testimoni di Geova: estremisti religiosi
    Il tribunale ha stabilito lo scioglimento dell’organizzazione, la confisca dei beni e il divieto di ogni attività nelle città di Taganrog, Neklinov e Matveevo-Kurgan. Il movimento religioso accusa i giudici di violazione della libertà religiosa e si appella alla Corte europea per i diritti umani.

    11/01/2010 RUSSIA
    Il governo russo conferma le condanne verso i Testimoni di Geova
    Il ministero della Giustizia conferma le decisioni della Corte suprema. In corso procedimenti in diverse città russe per mettere fuorilegge i fedeli bollati come “estremisti religiosi”. A Capodanno, bottiglie molotov contro una Sala del Regno vicino a Volgograd.



    In evidenza

    GIAPPONE-VATICANO
    Mons. Kikuchi: In sintonia col papa e il card. Filoni per la missione in Giappone

    Tarcisio Isao Kikuchi

    Il vescovo di Niigata e presidente di Caritas Japan commenta a caldo il messaggio papale inviato ieri ai vescovi del Giappone. Le tappe del viaggio del card. Filoni, che toccherà anche Fukushima. Rimane ancora “irrisolta” la questione del rapporto con il Cammino neocatecumenale.


    VATICANO-GIAPPONE
    Papa ai vescovi giapponesi: Siate sale e luce della società, anche andando contro-corrente



    In occasione della visita pastorale del card. Fernando Filoni, Prefetto di Propaganda Fide, nel Paese del Sol levante, papa Francesco spinge i vescovi e la Chiesa giapponese a rinnovare il loro impegno missionario nella società, segnata da suicidi, divorzi, formalismo religioso, povertà materiale e spirituale. La richiesta di collaborare coi movimenti ecclesiali, forse in memoria delle polemiche passate con il Cammino neocatecumenale.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®