21/06/2007, 00.00
THAILANDIA
Invia ad un amico

Thaksin accusato di corruzione davanti alla Corte Suprema

Per la prima volta dal golpe di settembre i magistrati hanno in mano prove sufficienti per muovere accuse ufficiali all'ex premier, richieste da tempo dall’opinione pubblica. Intanto il governo annuncia le elezioni generali per il prossimo novembre, "se la nuova Costituzione passa il referendum" di agosto.
Bangkok (AsiaNews/Agenzie) – I pubblici ministeri thailandesi hanno formulato, davanti alla Corte Suprema, le prime accuse di corruzione a carico dell’ex premier Thaksin Shinawatra, destituito lo scorso settembre da un colpo di Stato. Da quando governano il Paese, le autorità militari sono sotto pressione dell’opinione pubblica, che chiede le prove della corruzione e degli abusi di potere che hanno giustificato il golpe incruento. Solo oggi, però, gli inquirenti dicono di avere in mano prove sufficienti per muovere accuse ufficiali.
 
Intanto ieri l’attuale primo ministro, Surayud Chulanont, ha annunciato che le promesse elezioni generali potrebbero tenersi il 25 novembre, se la nuova Costituzione passerà il referendum previsto per il 19 agosto. In precedenza le date proposte per andare alle urne erano il 16 o il 23 dicembre.
 
Le accuse mosse contro l’ex premier e sua moglie, Khunying Pojaman, sono legate all’acquisto di un terreno di proprietà statale risalente al 2003. L’ex politico e magnate della comunicazioni continua a dirsi innocente, sostenendo che i procedimenti contro di lui sono solo una “mossa politica". Secondo i pubblici ministeri, i due coniugi hanno violato la legge anti-corruzione: Thaksin avrebbe influenzato le trattative per permettere alla consorte di comprare l’appezzamento ad un prezzo irrisorio. L’Ufficio del procuratore generale ha disposto la requisizione dei 5 ettari di terra incriminati.
 
Pochi giorni fa la polizia thailandese aveva già ordinato all’ex primo ministro e alla moglie di rimpatriare, minacciando di spiccare contro di loro un mandato di arresto per sospetta corruzione. Dopo il colpo di Stato del settembre 2006, Thaksin non è più tornato in Thailandia; al momento è a Londra, ma continua a viaggiare per l’Asia.
 
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
L’ex premier Thaksin resta in Gran Bretagna per evitare processi "politici"
11/08/2008
Thailandia: la giunta militare "spiega" le ragioni del golpe
22/11/2006
Bangkok, il premier Chan-o-cha “sta coprendo il fratello corrotto”
26/09/2016 08:50
Thailandia, capo della giunta: mancano prove contro Thaksin
26/10/2006
Bangkok, il re autorizza i militari a formare il nuovo governo
22/09/2006