23 Ottobre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 16/01/2016, 12.49

    TAIWAN

    Tsai Ing-wen, democratica, è il primo presidente donna di Taiwan



    La leader del Partito democratico progressista (Dpp) ha vinto in modo netto. Lo spoglio dei voti è ancora in corso. Il principale avversario, Eric Chu del Kuomintang, ha riconosciuto la sconfitta e si è dimesso dalla guida del Partito nazionalista. Chen Chien-je, cattolico, diventa vice presidente.

    Taipei (AsiaNews/Agenzie) – Tsai Ing-wen è la prima donna a diventare presidente di Taiwan. Le elezioni che si sono svolte oggi hanno dato la vittoria al suo Partito democratico. Lo spoglio dei voti è ancora in corso. Eric Chu, leader del Partito nazionalista (Kuomintang), ha riconosciuto la sconfitta: “Chiedo scusa a tutti. Vi ho deluso. Abbiamo fallito. Abbiamo deluso le aspettative di tutto i votanti. Abbiamo fallito le nostre responsabilità nei confronti di Taiwan”. Chu ha dichiarato che si dimetterà da presidente del Kuomintang.

    Tsai Ing-wen è stata anche la prima donna a candidarsi alle elezioni presidenziali nel 2012 (quando perse contro Ma Ying-jeou, ottenendo però il 45% dei voti). Nata a Fangshan nel 1956, prima di diventare presidente del Partito democratico (Dpp) è stata ministro degli Affari con la Cina sotto la presidenza di Chen Shui-bien e vice premier durante il secondo mandato presidenziale dello stesso (2004-2008), predecessore di Ma Ying-jeou.

    Con l’elezione di Tsai Ing-wen diventa vice presidente il candidato da lei scelto tempo fa: Chen Chien-je, un cattolico molto noto nella società civile.

    Dai tempi di Lee – quando aiutò a redigere la dottrina sulle “relazioni speciali fra gli Stati” – Tsai Ing-wen ha cambiato alcune posizioni definite all’epoca intransigenti. Al momento rimane nel campo dell’indipendentismo puro da Pechino, ma ha promesso di mantenere “relazioni stabili e pacifiche” con la Cina continentale e ha dichiarato di voler incontrare i funzionari del governo cinese. Tuttavia rifiuta di sostenere la visione secondo la quale Taiwan fa parte de “l’unica Cina”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    18/01/2016 10:23:00 TAIWAN
    Dalle lacrime alla gioia, il trionfo di Tsai Ying-wen

    Il primo presidente donna di Taiwan ha iniziato la sua scalata al successo “grazie” alla sconfitta del Partito democratico del 2012: con umiltà e voglia di rappresentare tutti, ha ottenuto una vittoria storica. L’impegno a non creare mutamenti dannosi per l’Asia si coniuga con la “necessità” di non nascondere la propria identità, anche davanti a un colosso come la Cina.



    26/05/2006 TAIWAN
    Taiwan: familiare di Chen arrestato, chieste le dimissioni al presidente

    La richiesta arriva anche da componenti del suo partito, il Dpp. Il genero del presidente è accusato di insider trading.



    24/07/2006 TAIWAN
    Taiwan: il Partito di Governo cerca di recuperare la fiducia degli elettori

    Dopo le accuse di corruzione contro il presidente Chen, il Partito democratico progressista decide di sciogliere le correnti interne e punire i membri disonesti. Il rinnovo delle cariche interne favorisce il premier Su, probabile candidato presidente per il 2008.



    20/05/2016 09:03:00 TAIWAN
    Taipei, si insedia Tsai Ing-wen: Rispetto la storia, ma Taiwan viene prima

    La nuova presidente, prima donna al vertice della Repubblica di Cina, pronuncia un lungo discorso davanti a 20mila sostenitori. I cinque punti del suo programma partono dalla trasformazione delle strutture economiche dell’isola e auspicano un ritorno della “giustizia sociale”. Il rapporto con Pechino arriva verso la fine: nessun accenno diretto al “Consenso del 1992”, ma un impegno per il mantenimento dei rapporti “stabili e pacifici” sullo Stretto.



    03/12/2015 TAIWAN
    Un candidato cattolico per Taiwan: Voglio essere un piccolo strumento nelle mani di Dio
    Chen Chien-jen, ricercatore di fama internazionale, si presenta per la vice presidenza nei ranghi del Partito democratico progressista. Ad AsiaNews racconta la sua vita, la sua conversione al cattolicesimo e il programma elettorale. “Al mondo serve pace, che è quello che vogliamo anche con la Cina continentale”.



    In evidenza

    MYANMAR
    Non solo Rohingya: la persecuzione delle minoranze cristiane in Myanmar



    La sofferenza di Kachin, Chin e Naga. La discriminazione su basi religiose è in certi casi addirittura istituzionalizzata. I cristiani sono visti come espressione di una fede straniera ed in contrasto con la visione nazionalista. Per anni il regime militare ha introdotto feroci misure discriminatorie.


    VATICANO - ASIA
    Il mondo ha urgenza della missione della Chiesa

    Bernardo Cervellera

    Ottobre è un mese consacrato al risveglio della missione fra i cristiani. Nel mondo c’è indifferenza o inimicizia verso Dio e la Chiesa. Le religioni sono considerate la fonte di tutte le guerre. Il cristianesimo è l’incontro con una Persona, che cambia la vita del fedele e lo mette al servizio delle ferite del mondo, lacerato da frustrazioni e guerre fratricide. L’esempio del patriarca di Baghdad e del presidente della Corea del Sud.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®