07 Dicembre 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 18/06/2007, 00.00

    VIETNAM

    Un sondaggio tra gli adolescenti per insegnare meglio il catechismo

    JB. VU

    Una parrocchia di Ho Chi Minh City ha cercato di capire come i giovani vedono l’apprendimento dei principi della fede ed ha riunito i loro genitori per discutere i risultati emersi.
    Ho Chi Minh City (AsiaNews) -  L’educazione religiosa degli adolescenti è una delle tante difficoltà e sfide che i cattolici vietnamiti si trovano di fronte. Per affrontare il problema, la parrocchia di Ba Chuong, nell’arcidiocesi di Saigon ha svolto un sondaggio tra i giovani e ne ha parlato con i loro genitori.
     
    “Col sondaggio sull’insegnamento del catechismo agli adolescenti - racconta ad AsiaNews Fratel Lang - abbiamo accertato che il 100% degli adolescenti ritiene davvero pesante lo studio alla scuola statale, il che rende difficile trovare il tempo da dedicare al catechismo. Il 70% dei ragazzi ha riconosciuto che studiare il catechismo ci aiuta ad essere forti nella fede e nelle convinzioni. Essi sanno che studiano catechismo per rispondere alle esigenze della famiglia ed alla tradizione della Chiesa e della parrocchia”.
     
    “Attraverso lo studio del catechismo – aggiunge suor Thiet – gli adolescenti pensano che miglioreranno la loro personalità, sensibilità e conoscenza del modo di comportarsi con i loro amici. In breve, pensano al catechismo come un tema umano ma non per la fede cattolica. Per questo, tutti noi, catechisti genitori, sacerdoti e suore, vogliamo avere un orientamento educativo. Infine, ma non meno importante, abbiamo bisogno di metodologia dell’insegnamento, di capire la psicologia dell’età adolescenziale e delle preoccupazioni dei genitori verso i loro figli nella studio e nella vita”.
     
    “Il sondaggio – spiega fratel Nhan – ci ha dato lezioni di esperienza. Anche se gli adolescenti pensano che imparare il catechismo è importante come lo studio alla scuola statale, danno la priorità allo studio scolastico. Questo è giusto, perché lo studio scolastico può offrire loro maggiori ‘benefici’ dello studio del catechismo. D’altronde, i loro genitori hanno avuto abbastanza ‘abilità’ per riconoscere che se mancano di fede, i loro figli sono ‘ancora salvi’, ma se mancano di preparazione scolastica non avranno speranza per i lavoro, per il futuro e non avranno da mangiare. Così numerosi genitori hanno costretto i loro figli ad andare a scuola anche la domenica e non li lasciano venire in chiesa a studiare catechismo”.
     
    I genitori hanno un ruolo veramente importante per insegnare ed educare alla fede i loro figli. Gli adulti che hanno una vita di fede saranno un buon esempio per i figli. Li incoraggeranno a vivere bene, rammentando ai loro figli di imparare il catechismo. Così i sacerdoti organizzeranno gruppi di genitori per discutere sulle questioni che riguardano l’insegnamento del catechismo ai loro figli, come ha fatto la parrocchia di Ba Chuong.
     
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    11/03/2016 12:32:00 VIETNAM
    Emergenza educativa in Vietnam: la Chiesa in prima linea per l’aiuto allo studio

    Rapporto del governo: il 50% dei giovani che vive nelle zone rurali non ha accesso alle scuole superiori; solo il 4% delle nuove generazioni ottiene la laurea. La disoccupazione della fascia fra i 15 e i 24 anni ha toccato il 50,3%. Segretario della Commissione episcopale per l’istruzione: “L’educazione dei teenager preoccupa molto”. Non mancano le iniziative di privati e congregazioni religiose per aiutare gli studenti in difficoltà.



    19/12/2007 VIETNAM
    Iniziative di due parrocchie per il sostegno ai migranti di Ho Chi Minh City
    Si conclude domani la settimana di attività pastorali e sociali per coloro che la forte crescita economica tiene ai margini. Per i bambini ci sono scuola, catechismo e giochi, che danno serenità a chi è costretto a stare tutto il giorno fuori di casa.

    09/07/2011 VIETNAM
    Thanh Hóa, una campagna per rinnovare fra i laici lo spirito della Pasqua
    L’iniziativa ha coinvolto dal 12 giugno al 4 luglio centinaia fra sacerdoti, religiosi, seminaristi e laici nelle 51 parrocchie delle diocesi. Lo scopo è formare e coinvolgere nuovi catechisti per diffondere fra i giovani i valori cristiani e rinvigorire la missione della Chiesa.

    06/07/2006 Vietnam
    Ho Chi Minh City, la famiglia moderna "mostra al mondo l'amore di Cristo"

    Durante un seminario nella parrocchia di San Paolo si sono sviluppati temi come il catechismo matrimoniale, l'educazione sessuale dei giovani ed i pericoli collegati all'aborto. Oltre 500 i partecipanti, da tutto il Paese.



    10/10/2016 11:55:00 VIETNAM
    Studio, fede e missione: il congresso dei giovani di Vinh

    La diocesi occupa tre province nel centro del Vietnam. All’inizio del mese, 2mila partecipanti si sono riuniti in preparazione al congresso di Hanoi (16-17 novembre). Testimonianze e seminari sul tema: “Prendi il largo e gettate le vostre reti per la pesca” (Luca, 5:4). Il vescovo: “Il ruolo dei giovani è sempre più decisivo per la società e per la Chiesa. Siano missionari”.

     





    In evidenza

    IRAQ
    Parroco di Amadiya: profughi cristiani di Mosul, fra l’emergenza aiuti e l’attesa del rientro

    P. Samir Youssef

    In una lettera p. Samir Youssef racconta la situazione dei rifugiati, da oltre due anni lontani dalle loro case. Si segue con attenzione l’offensiva, anche se case e chiese “sono in gran parte” bruciate o distrutte. Con l’arrivo dell’inverno servono cherosene, vestiti, cibo e denaro per pagare il trasporto degli studenti. Un appello per continuare a sostenere la campagna di AsiaNews.


    IRAQ
    “Adotta un cristiano di Mosul”: il dono di Natale per attraversare l’inverno

    Bernardo Cervellera

    Le nuove ondate di profughi, con l’avanzata dell’esercito verso la Piana di Ninive e Mosul rischiano di far dimenticare i rifugiati che da due anni hanno trovato ospitalità nel Kurdistan. C’è bisogno di cherosene, vestiti per l’inverno, aiuti per i bambini, soldi per gli affitti. La campagna lanciata da AsiaNews due anni fa è più urgente che mai. Rinunciare a un dono superfluo per offrire loro un dono essenziale per vivere.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®