25 Settembre 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 19/09/2012, 00.00

    INDIA – USA

    Volontari di multinazionali Usa in India, per imparare a vincere la crisi



    È la strategia adottata dalla Dow Corning, che fornisce componenti in silicone per auto e paracaduti. L’azienda ha avviato progetti in cui gruppi di volontari forniscono competenze tecniche per aiutare a costruire macchinari e creare microimprese. In cambio, i dipendenti tornano con nuove idee e una maggiore conoscenza del mercato globale.

    Mumbai (AsiaNews) - Rispondere alla crisi economica e dei mercati puntando su creatività, esperienza e sviluppo sostenibile, imparati da economie emergenti come quella dell'India. Lo ha fatto la multinazionale americana Dow Corning, che ha scelto di declinare e rinnovare la propria presenza sul mercato globale, inviando i propri dipendenti (tutti volontari) in realtà locali. Scopo del progetto Corporate Citizenship è di creare uno scambio bilaterale: da un lato, la società mette a disposizione della popolazione risorse e competenze tecniche; da un altro, l'immersione in una cultura diversa stimola le idee e l'invenzione di nuove strategie di mercato.

    La Dow Corning fornisce componenti in silicone, usati nella produzione di vari articoli, dalle automobili ai paracadute. L'ultimo progetto lanciato in India è stato l'Ujire Project (2011, Karnataka): in collaborazione con l'SDM College, 10 volontari hanno lavorato insieme ai contadini di noci areca (v. foto), per aiutarli a costruire nuovi macchinari e trovare nuovi metodi per pelare tali frutti. Il gruppo ha anche aiutato le donne ad avviare microimprese, per favorire la loro emancipazione economica.

    "Il programma - spiega Laura Asiala, direttore del Corporate Citizenship - si è rivelato una fonte davvero ricca e inesauribile di nuove idee". Terminato il progetto infatti, i volontari tornano con un bagaglio d'esperienza raddoppiato; una comprensione più attenta di quei mercati emergenti; la capacità di individuare possibili nuove opportunità di investimento e collaboratori.

    Quella intrapresa dalla Dow Corning è una strada non solo percorribile, ma fruttuosa: lo confermano anche compagnie come la tedesca Sap Ag (Sap, software) e l'americana International Business Machines Corp. (Ibm, computer), che negli ultimi anni hanno avviato iniziative analoghe. La prima si è concentrata su Brasile, India e Sudafrica; la seconda su Cambogia e Nigeria. Su questa nuova frontiera si è espressa di recente anche la George Washington University, che in uno studio del 2012 ha detto: "Molte aziende ritengono che l'esperienza di volontariato internazionale d'impresa possa stimolare nuove idee e [favorire] l'apprendimento dei loro migliori dipendenti, in un modo che i tradizionali programmi di sviluppo della leadership non possono fare". 

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    10/10/2013 INDONESIA
    Jakarta, 46 Ong contro l’Apec: no a globalizzazione e colonizzazione economica
    L’Alleanza popolare indonesiana (Ipa) rilancia il bisogno di politiche protezioniste a tutela della produzione locale. Non solo i settori chiave, fra cui petrolio ed energia, ma pure l’intrattenimento e il tempo libero sono ormai in mano straniera. Un risultato delle politiche di liberalizzazione volute dal presidente Yudhoyono.

    02/07/2009 INDIA
    Troppe regole frenano lo sviluppo economico dell’India
    Jamie Dimon, della JP Morgan parla delle prospettive di investimenti in India. Un enorme potenziale di 10-20 mila miliardi di dollari, ma vi sono troppi freni. Il futuro non appartiene solo a India e Cina, ma a tutti.

    11/01/2012 ASIA
    Costruire grattacieli è segno di crisi economica
    Una ricerca elaborata da Barclays Capital mostra il nesso fra il “gigantismo” nelle edifici e i periodi di recessione finanziaria di un Paese. Oggi è la Cina a detenere il primato nelle costruzioni, con il 53% mondiale, seguita dall’India. Ma il valore degli immobili potrebbe calare fino al 20% nei prossimi mesi.

    10/06/2009 CINA - RUSSIA - INDIA
    I leader dei Paesi emergenti per una valuta alternativa al dollaro
    Si riuniscono la settimana prossima in Russia i leader del Bric (Brasile, Russia, India e Cina) per discutere di crisi globale, valuta, ambiente. Cercheranno di trovare posizioni comuni, per avere maggior peso nell’incontro delle 20 maggiori economie previsto per settembre negli Usa.

    10/06/2005 COREA DEL SUD
    Vescovo sud-coreano: "anche a tavola cultura della vita"

    Mons. Boniface Choi Ki-san, presidente della commissione Giustizia e Pace, invita i fedeli a "tornare ad una vita sana" e accusa le multinazionali che "minacciano la salute delle persone".





    In evidenza

    SIMPOSIO ASIANEWS
    Madre Teresa, la Misericordia per l’Asia e per il mondo (VIDEO)



    Pubblichiamo le registrazioni video degli interventi che si sono susseguiti durante il Simposio internazionale organizzato da AsiaNews il 2 settembre scorso. In ordine intervengono: P. Ferruccio Brambillasca, Superiore Generale del PIME; Card. Fernando Filoni, Prefetto della Congregazione di Propaganda Fide; Sr. Mary Prema, Superiora Generale delle Missionarie della Carità; P. Brian Kolodiejchuk, postulatore della Causa della Madre; Card. Oswald Gracias, arcivescovo di Mumbai; P. John A. Worthley, sull'influenza di Madre Teresa in Cina; una testimonianza sull'influenza di Madre Teresa nel mondo islamico; mons. Paul Hinder, vicario apostolico dell’Arabia meridionale.


    CINA - VATICANO
    Pechino diffonde la nuova bozza di regolamenti sulle attività religiose. Più dura

    Bernardo Cervellera

    Multe fino a 200mila yuan (27mila euro) per “attività religiose illegali” da parte di cattolici o altri membri di comunità sotterranee. Fra le “attività illegali” vi è la “dipendenza dall’estero” (ad esempio il rapporto col Vaticano). Si predica la non discriminazione, ma ai membri del partito è proibito praticare la religione anche in privato. Precisi controlli su edifici, statue, croci. Controlli serrati anche su internet. Forse è la fine delle comunità sotterranee.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®