21 Aprile 2015 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile





Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 19/09/2012
INDIA – USA
Volontari di multinazionali Usa in India, per imparare a vincere la crisi
È la strategia adottata dalla Dow Corning, che fornisce componenti in silicone per auto e paracaduti. L’azienda ha avviato progetti in cui gruppi di volontari forniscono competenze tecniche per aiutare a costruire macchinari e creare microimprese. In cambio, i dipendenti tornano con nuove idee e una maggiore conoscenza del mercato globale.

Mumbai (AsiaNews) - Rispondere alla crisi economica e dei mercati puntando su creatività, esperienza e sviluppo sostenibile, imparati da economie emergenti come quella dell'India. Lo ha fatto la multinazionale americana Dow Corning, che ha scelto di declinare e rinnovare la propria presenza sul mercato globale, inviando i propri dipendenti (tutti volontari) in realtà locali. Scopo del progetto Corporate Citizenship è di creare uno scambio bilaterale: da un lato, la società mette a disposizione della popolazione risorse e competenze tecniche; da un altro, l'immersione in una cultura diversa stimola le idee e l'invenzione di nuove strategie di mercato.

La Dow Corning fornisce componenti in silicone, usati nella produzione di vari articoli, dalle automobili ai paracadute. L'ultimo progetto lanciato in India è stato l'Ujire Project (2011, Karnataka): in collaborazione con l'SDM College, 10 volontari hanno lavorato insieme ai contadini di noci areca (v. foto), per aiutarli a costruire nuovi macchinari e trovare nuovi metodi per pelare tali frutti. Il gruppo ha anche aiutato le donne ad avviare microimprese, per favorire la loro emancipazione economica.

"Il programma - spiega Laura Asiala, direttore del Corporate Citizenship - si è rivelato una fonte davvero ricca e inesauribile di nuove idee". Terminato il progetto infatti, i volontari tornano con un bagaglio d'esperienza raddoppiato; una comprensione più attenta di quei mercati emergenti; la capacità di individuare possibili nuove opportunità di investimento e collaboratori.

Quella intrapresa dalla Dow Corning è una strada non solo percorribile, ma fruttuosa: lo confermano anche compagnie come la tedesca Sap Ag (Sap, software) e l'americana International Business Machines Corp. (Ibm, computer), che negli ultimi anni hanno avviato iniziative analoghe. La prima si è concentrata su Brasile, India e Sudafrica; la seconda su Cambogia e Nigeria. Su questa nuova frontiera si è espressa di recente anche la George Washington University, che in uno studio del 2012 ha detto: "Molte aziende ritengono che l'esperienza di volontariato internazionale d'impresa possa stimolare nuove idee e [favorire] l'apprendimento dei loro migliori dipendenti, in un modo che i tradizionali programmi di sviluppo della leadership non possono fare". 

 


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
10/10/2013 INDONESIA
Jakarta, 46 Ong contro l’Apec: no a globalizzazione e colonizzazione economica
di Mathias Hariyadi
02/07/2009 INDIA
Troppe regole frenano lo sviluppo economico dell’India
di CT Nilesh
11/01/2012 ASIA
Costruire grattacieli è segno di crisi economica
10/06/2005 COREA DEL SUD
Vescovo sud-coreano: "anche a tavola cultura della vita"
di Theresa Kim Hwa-young
10/06/2009 CINA - RUSSIA - INDIA
I leader dei Paesi emergenti per una valuta alternativa al dollaro

In evidenza
VATICANO
Papa: Il ricordo e la preghiera per una “nuova tragedia” dei migranti, “fratelli nostri” che “cercavano la felicità”Al Regina Caeli, papa Francesco fa pregare per le centinaia di vittime del barcone affondato al largo della Libia. Un appello alla comunità internazionale perché “agisca con decisione e prontezza”. “Ogni battezzato è chiamato a testimoniare, con le parole e con la vita, che Gesù è risorto, che è vivo e presente in mezzo a noi”. Il messaggio cristiano “non è una teoria, un’ideologia o un complesso sistema di precetti e divieti, oppure un moralismo, ma un messaggio di salvezza, un evento concreto, anzi una Persona: è Cristo risorto, vivente e unico Salvatore di tutti”. Il papa sarà a Torino il 21 giugno per onorare la Sindone, la cui ostensione comincia oggi.
ARABIA SAUDITA - YEMEN
Con la guerra in Yemen, l’Arabia Saudita maschera le tensioni interne
di Afshin ShahiIl conflitto in Yemen serve all’Arabia Saudita per coprire i suoi problemi interni, primo tra tutti la disuguaglianza tra le classi e il settarismo religioso. La famiglia reale ostenta lo sfarzo più assoluto mentre il 20% della popolazione vive in povertà. Molti giovani sauditi scontenti alimentano l’esercito dei “foreign fighters” dello Stato islamico (IS). Il 15% della popolazione è di religione sciita e subisce pesanti restrizioni dallo Stato sunnita. La lucida analisi di Afshin Shahi, Direttore del Centro di studi di politica islamica e Professore di Relazioni Internazionali e di Politica del Medio Oriente all’università di Bradford.
VATICANO
Papa: Sulle persecuzioni dei cristiani, la comunità internazionale “non assista muta e inerte”, non “rivolga il suo sguardo da un’altra parte”Al Regina Caeli (la preghiera mariana nel tempo di Pasqua), per la sesta volta in una settimana, papa Francesco ricorda il martirio dei cristiani e denuncia l’indifferenza della comunità internazionale verso questa “preoccupante deriva dei diritti umani più elementari”. I martiri di oggi “sono tanti e possiamo dire che siano più numerosi che nei primi secoli”. “La fede nella risurrezione di Gesù - ha continuato - e la speranza che Egli ci ha portato è il dono più bello che il cristiano può e deve offrire ai fratelli. A tutti e a ciascuno, dunque, non stanchiamoci di ripetere: Cristo è risorto!”

Dossier


by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate