29 Aprile 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 13/07/2012, 00.00

    CINA

    Xinjiang, la polizia fa irruzione in un campo estivo cristiano. Arrestati sette insegnanti



    Il campo non era autorizzato. Fermati tutti i 70 studenti. Presidente di ChinaAid sottolinea le continue violazioni della libertà religiosa contro i cristiani protestanti. Nella regione a maggioranza musulmana chi ha meno di 18 anni non può praticare alcuna religione.

    Pechino (AsiaNews/ Agenzie) - Raid della polizia cinese in un campo estivo cristiano protestante nelle periferia di Urumqi in Xinjiang. Le autorità hanno arrestato sette insegnanti e fermato 70 studenti. Il fatto è avvenuto lo scorso 2 luglio, ma la notizia è stata diffusa solo ieri. Al momento sette educatori sono ancora agli arresti nel centro di detenzione di Xishan.

    Bob Fu, presidente dell'organizzazione ChinaAid, spiega che l'incidente è solo uno dei tanti avvenuti in questi ultimi mesi. Egli racconta di un vero e proprio accanimento contro le chiese domestiche o le scuole per bambini gestite da cristiani. Nei giorni scorsi la polizia ha attaccato la casa di un pastore del distretto di Shatain, sequestrando materiale e documenti, utilizzati per colpire i cristiani.

    In giugno un altro campo scuola è stato bloccato dalla polizia a Houcun. Gli agenti hanno fatto irruzione nella struttura minacciando gli insegnanti, che non erano autorizzati a insegnare materie religiose a ragazzi di età inferiore ai 18 anni. Nella regione a maggioranza musulmana, si può aderire e praticare una religione solo al raggiungimento della maggiore età.

     

     

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    26/04/2017 14:11:00 CINA
    Xinjiang, cinque cristiani protestanti condannati fino a cinque anni di carcere

    Erano parte di un gruppo di 40 cristiani riuniti per studiare la Bibbia. Gli arresti durante la riunione per “adunata al fine di interrompere l'ordine sociale”. Per due volte i procuratori hanno rimandato il caso per ulteriori indagini prima di incriminarli. Tutti si sono dichiarati non colpevoli e ricorreranno in appello



    16/07/2016 12:24:00 CINA
    Cina, autorità contro la Huaqiu Church: minacce ai genitori, figli costretti a disertare la chiesa

    I vertici comunisti hanno promosso una campagna intimidatoria contro la comunità della provincia centrale di Guizhou. L’obiettivo è far aderire i suoi membri alla Three Self-Church, la Chiesa protestante di Stato riconosciuta da Pechino. Chi porta il figlio in chiesa viene denunciato e perseguito per legge.

     



    28/10/2015 CINA
    Pechino, tornano gli arresti contro i cristiani della chiesa di Shouwang
    La congregazione protestante è costretta da anni a incontrarsi e celebrare le proprie funzioni all’aperto. Il governo non vuole riconoscerla e impedisce loro l’affitto o l’acquisto di una struttura dove poter pregare. I quattro fedeli arrestati rimarranno in carcere per 10 giorni: hanno “disturbato l’ordine sociale”.

    23/05/2011 CINA
    Non cedono i cristiani di Shouwang: pregano in piazza, la polizia li arresta
    Per la settima domenica consecutiva la polizia arresta i fedeli, compresi vecchi e bambini di 2 anni. Esperti: le autorità potrebbero proibire il gruppo e incarcerare i leader. Pechino appare decisa a stroncare qualsiasi dissenso, specie religioso.

    14/12/2005 Cina
    Cina, arrestati 29 pastori di chiese domestiche

    Si erano riuniti nell'Henan per studiare i modi in cui la chiesa potrebbbe aiutare i contadini affetti da Aids della zona. Per la polizia si tratta di "riunione religiosa illegale".





    In evidenza

    EGITTO – VATICANO
    Papa in Egitto: l’Egitto chiamato a condannare violenza e povertà in Medio Oriente



    Nel discorso alle autorità Francesco sottolinea ruolo e responsabilità del Cairo nel futuro della regione. “Di fronte a uno scenario mondiale delicato e complesso, che fa pensare a quella che ho chiamato una ‘guerra mondiale a pezzi’, occorre affermare che non si può costruire la civiltà senza ripudiare ogni ideologia del male, della violenza e ogni interpretazione estremista che pretende di annullare l’altro e di annientare le diversità manipolando e oltraggiando il Sacro Nome di Dio”.


    ISLAM-VATICANO-EGITTO
    Un musulmano scrive al papa : Caro papa Francesco,..

    Kamel Abderrahmani

    L’ammirazione per la carità mostrata dal pontefice verso i rifugiati musulmani siriani, per il suo spingere all’amore e nel denunciare l’odio. “I nostri ulema non sono così” e non denunciano l’odio di Daesh e non fanno nulla per i cristiani. La richiesta perché nel viaggio in Egitto, spinga il presidente al Sisi e Al Azhar alla riforma dell’islam. Senza di questo Al Azhar rischia di essere l’accademia del fondamentalismo mondiale. Dal nostro amico e collaboratore Kamel Abderrahmani.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®