Skin ADV
11 Febbraio 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 28/06/2012, 00.00

    INDONESIA

    Yogyakarta: leader musulmano applaude al Congresso eucaristico diocesano

    Mathias Hariyadi

    Nell’arcidiocesi di Semarang migliaia di fedeli hanno partecipato all’iniziativa, all’insegna del motto “Cristo in mezzo a noi, per diventare suoi frutti”. Il governatore locale ha inviato un messaggio di auguri, in cui invita i cristiani a “contribuire a migliorare” la società. E aggiunge: siate promotori di “amore e dialogo”.

    Jakarta (AsiaNews) - Usando parole e frasi caratteristiche del linguaggio occidentale e cattolico, la massima autorità islamica della provincia di Yogyakarta - in Indonesia - ha fornito il proprio sostegno al Congresso eucaristico, indetto la scorsa settimana dall'arcidiocesi di Semarang (Kas). Un evento significativo, nel Paese musulmano più popoloso al mondo, spesso teatro di attacchi ed episodi di persecuzione contro le minoranze religiose e in particolare quella cristiana. In occasione della tre giorni di incontri, all'insegna del motto "Lasciamo che Cristo sia in mezzo a noi, per diventare suoi frutti", il sultano Hamengku Buwono X - governatore della Provincia speciale autonoma di Yogyakarta - ha diffuso un messaggio personale in cui conferma l'adesione alla manifestazione pubblica, svolta all'aperto e senza incidenti in numerose parrocchie della zona.

    La prima conferenza eucaristica a Yogyakarta si è tenuta nel luglio 1939, in occasione del 25mo anniversario dalla fondazione di una missione cattolica straniera nel sultanato. A seguire, il 25 giugno 1940, veniva festeggiata l'erezione del vicariato di Semarang dopo anni di attesa dei fedeli. L'ultima conferenza sull'Eucaristia nell'arcidiocesi si è svolta quattro anni fa, al santuario della Madonna di Gua Kerep, ad Ambarawa.

    Per la tre giorni di incontri (22 - 24 giugno) della scorsa settimana, cui hanno partecipato oltre 1500 fedeli di tutte le parrocchie, erano presenti tre vescovi fra cui il nunzio apostolico. Nel suo messaggio ai cattolici, il leader musulmano Hamengku Buwono X ha sottolineato che le parole "congresso" ed "Eucaristia" derivano dal greco e dal latino; egli ha aggiungo che "è tempo di unità fra i movimenti e le congregazioni dell'arcidiocesi, per contribuire a migliorare" la società. Il sultano e guida politica della provincia ha inoltre auspicato che "questa conferenza sull'Eucaristia vi porti a diffondere la cultura di amore e di dialogo".

    L'arcivescovo di Semarang mons. Johannes Pujasumarta Sj ha ricordato ai fedeli l'impegno dei cattolici nel "rafforzare l'educazione civica per il bene della nazione e della Chiesa", all'insegna dei motti latini 'pro ecclesia et patria' e 'ad maiorem Dei Gloriam'. Ricordando il messaggio del leader musulmani, il prelato ha inoltre auspicato che eventi di questo tipo possano "far fiorire lo spirito di umanità" e contribuire a rendere più presente "Cristo nel mondo" attraverso "il mistero dell'Eucaristia".

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    22/06/2011 INDONESIA
    Borneo occidentale: minacce di attentati a una chiesa, cattolici nel mirino dei terroristi
    A Pontianak una telefonata anonima, con voce di donna, avverte di un ordigno piazzato nelle vicinanze della Stella Maris. Gli artificieri hanno fatto brillare un oggetto contenuto nella spazzatura. Il parroco chiede protezione, ma invita i fedeli alla calma. La zona in passato teatro di violenze interconfessionali.

    08/02/2010 INDONESIA
    Bekasi, continuano le persecuzioni anticristiane. Colpita una chiesa protestante
    Una folla di 200 musulmani lancia messaggi intimidatori ai fedeli e proibisce l’uso di una chiesa domestica per le funzioni domenicali. Gli assalitori affermano di essere abitanti della zona. Pastore protestante smentisce: sono “sicuramente forestieri”. Dal 2009 a oggi colpite almeno 17 chiese cristiane.

    05/01/2010 INDONESIA
    West Java: estremisti islamici contro i cristiani. Bloccate le funzioni religiose
    Una folla di manifestanti ha impedito ai fedeli di raggiungere la chiesa. Analoghe provocazioni il giorno di Natale e il 27 dicembre. Alla base delle proteste il mancato rilascio del permesso di edificare luoghi di culto cristiani. Attivista per la pace: lo scenario è “preoccupante”.

    23/10/2009 INDONESIA
    Vescovo del West Java: dialogo sulla chiesa di Santa Maria. Oppure azioni legali
    Mons. Johannes Pujasumarta Pr, vescovo di Bandung, spiega che attraverso un “dialogo costruttivo” si può raggiungere una “buona soluzione”. Il prelato promette battaglia e non esclude l’ipotesi di adire le vie legali. Fra i motivi che hanno bloccato la costruzione della chiesa le proteste di “gruppi particolari” della zona.

    20/10/2009 INDONESIA
    West Java, bloccata la costruzione della chiesa cattolica di Santa Maria
    Due anni fa il nulla osta concesso dalle autorità locali, che oggi fermano il progetto per presunte “irregolarità”. La comunità cristiana parla di pretesto e affida la vicenda “nelle mani di un legale”. In Indonesia possono trascorrere fino a 10 anni prima di ottenere il permesso di edificare una chiesa, poi ritrattato dietro pressioni dei movimenti islamici.



    In evidenza

    RUSSIA - VATICANO
    Il Patriarca Kirill e la Chiesa russa che papa Francesco incontrerà

    Ieromonaco Ioann

    Il capo della Chiesa russo-ortodossa, che incontrerà il pontefice a Cuba il 12 febbraio prossimo, sta trasformando le sue comunità offrendo vescovi sempre più giovani e una curia funzionale. L’ispirazione del modello cattolico e l'eredità di Nikodim. Il rischio della burocratizzazione e del ripiegamento su se stessi.


    RUSSIA-VATICANO
    Francesco e Kirill, una Santa Alleanza per il futuro dei cristiani e del mondo

    Vladimir Rozanskij

    L’incontro fra il papa e il patriarca di Mosca era desiderato da Kirill da molto tempo. Atteso ai tempi di Giovanni Paolo II; sperato ai tempi di Benedetto XVI, si compie ora. Cattolici e ortodossi di fronte alle stesse sfide della persecuzione e del relativismo. Il freno del nazionalismo ortodosso, sostenuto da Putin. La crisi in Medio oriente e il rischio di isolamento della Russia spingono alla collaborazione.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®