25/02/2021, 12.47
INDIA
Invia ad un amico

Allontanata dalla scuola, una maestra accusa la suore-preside di conversione

di Nirmala Carvalho

La denuncia presentata dopo una della scuola per molestie. Il vescovo parla di “un mucchio di bugie” costruite “per vendetta”. Tutto è iniziato per la reazione di una insegnante di hindu che ha istigato la denunciante a causa del ritardato pagamento dello stipendio.

Mumbai (AsiaNews) – “Un mucchio di bugie” costruite “per vendetta”. Così la diocesi di Satna, in India, ha bollato le accuse di tentata conversione rivolte da un’assistente contro suor Bhagya, Sisters of the Destitute (SD), preside della Sacred Heart Convent High School (SHCS).

E’ lapidario il vescovo di Satna, Joseph Kodakallil, che ha dichiarato ad AsiaNews: “Questo è infondato, fabbricato e un mucchio di bugie. Si tratta di una persecuzione nei confronti dei cristiani che utilizzano la New Madhya Pradesh Freedom of Religion Ordinance, 2020".

Il primo rapporto informativo (FIR) contro la suora è stato registrato alla stazione di polizia di Khajuraho il 22 febbraio 2021 alle 13.48, dalla signora Ruby Singh, che afferma che la suora preside l'ha molestata per costringerla a unirsi alla fede cristiana.

La signora Ruby Singh ha lavorato nella scuola come assistente insegnante dell’asilo dal 2016 al 2017.

Suor Bhagya ha assunto la carica di preside dell'SHCS nel luglio 2019. A quel tempo la signora Ruby Singh lavorava come sostituta degli insegnanti. Non era in grado di gestire nessuna lezione. Di solito gridava, si arrabbiava e faceva così tanto rumore nella sua classe che la preside le ha detto di fare il lavoro di assistente d'ufficio. Quando la preside suggerì alla signora Ruby di svolgere il lavoro di assistente d'ufficio, la signora Usha, un'insegnante senior di hindi, iniziò a fuorviare la signora Ruby Singh. Quindi la signora Ruby è rimasta seduta nella stanza dell'ufficio per circa tre mesi, ottobre, novembre e dicembre 2019 senza fare alcun lavoro. Non ha accettato di prendere lo stipendio di questi mesi.

Da gennaio 2020 in poi ha iniziato ad accettare di svolgere il lavoro di assistente d'ufficio. Ma l’ha fatto solo per prendere il libro delle supplenze o per portare il registro delle presenze. Successivamente ha chiesto i soldi dei tre mesi precedenti. Per questo ha creato molti problemi. Molto spesso veniva a sedersi nell'ufficio della preside. Molte volte la preside ha dovuto incontrare genitori e studenti. Sembrava una persona anormale. A volte rideva, a volte piangeva forte e talvolta urlava alla preside. Dopo il lockdown è tornata di nuovo a scuola per chiedere lavoro e soldi. Quindi la preside le ha dato un po' di lavoro in biblioteca nel mese di giugno fino al 17 luglio 2020. Durante quel periodo nessuno studente, nessuno dello staff, né del personale di supporto veniva a scuola.

La preside le ha detto di trovare un lavoro da qualche altra parte. Ha chiesto una lettera, ma la preside non le ha dato alcuna lettera.

Dopo il 17 luglio è venuta a scuola per chiedere i soldi per intero del mese di luglio. Le sono stati dati solo 17 giorni. Dopo di che fino al 31 gennaio 2021 non ci sono stati problemi da parte sua. Aveva preso con la forza lo stipendio di ottobre, novembre e dicembre 2019.

Nel mese di dicembre 2020 la preside ha informato gli insegnanti che lo stipendio da allora in poi sarà legato alla riscossione della retta scolastica. Dopo aver inviato il messaggio, uno degli insegnanti senior, la signora Usha, ha creato problemi.

 Il 5 di ogni mese lo stipendio viene distribuito al personale. Poiché non c'era una riscossione sufficiente delle rette, è stato ritardato di qualche giorno il pagamento dello stipendio. La signora Usha ha parlato con la signora Ruth Mary; “Il 10 febbraio 2021 succederà qualcosa nella scuola. Verranno tutti i media. Ho incontrato molti genitori al mercato e hanno detto che hanno pagato le rette (solo 74 studenti su mille hanno pagato).

La signora Ruby si metteva davanti al cancello principale della scuola (nella foto) e batteva sul cancello rumorosamente, ha gridato che morirò qui. In quei giorni veniva a scuola verso le 9.30 o le 10 e verso l'1.30 e le 2.30 tornavano. Il 10 è venuta davanti al convento, è rimasta fino all'una e mezza e ha battuto sul cancello. Altri insegnanti hanno detto alla preside di sporgere denuncia alla stazione di polizia per motivi di sicurezza. Quindi, insieme a poche donne e uomini del personale, la preside ha consegnato una lettera alla stazione di polizia di Khajuraho. SDM e BRC sono venuti a scuola il 17 febbraio 2021 e il 19 la polizia è venuta per la verifica.

Le dichiarazioni sono state rese da pochi membri del personale, dall'addetto ai cancelli e dal preside. Lo stesso giorno notte intorno alle 22.30 Vinod Media ha diffuso la notizia della conversione. Il 20 stesso i media, le autorità formano l'istruzione-DEO, BEO, BRC e Gvt. Il preside della scuola e il DIG di Chhattarpur vennero e chiesero della signora Ruby e della signora Usha e fecero alcune domande agli insegnanti e al preside. Il 22 febbraio 2021 la FIR è stata registrata contro la suora preside alla stazione di polizia di Khajuraho con l'accusa di conversione su due atti dell'ordinanza 2020 sulla libertà di religione del Madhya Pradesh, sezione 3/5.

Una dichiarazione della diocesi, firmata da don Paul Vargheses ricostruisce che “Il problema è iniziato a sorgere quando la preside ha annunciato nel mese di dicembre 2020 che lo stipendio da allora in poi sarà pagato in base alla riscossione delle rette  scolastiche. Lo stipendio veniva pagato il 5 di ogni mese. Quando si è verificato un ritardo nell'erogazione dello stipendio per il mese di gennaio 2021, la signora Usha, un'insegnante senior di hindi, ha reagito. La sua registrazione audio è stata presentata alla stazione di polizia. Ha istigato e fuorviato la signora Ruby Singh a fare tutto questo. L’accusa contro Sr Bhagya, la preside, è solo una vendetta da parte della signora Usha e Ruby Singh".

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Studente pakistano uccide ‘per blasfemia’ il suo preside
26/01/2018 11:47
Madhya Pradesh, una suora arrestata (e rilasciata) per ‘conversioni forzate’
14/06/2017 10:15
'Mia figlia, nata per miracolo, sarà suora'
15/11/2019 14:19
Una seconda suora accusa mons. Mulakkal di molestie sessuali
24/02/2020 10:55
Ranchi: in 5mila manifestano contro la legge anti-conversione e per le terre
25/09/2017 08:58