23/03/2010, 00.00
BANGLADESH
Invia ad un amico

Boldipukur, folla di 500 estremisti islamici attacca una chiesa cattolica

di William Gomes
Il bilancio dell’assalto è di diversi feriti, cinque dei quali in modo grave. Al centro della controversia la disputa di un terreno di proprietà della parrocchia. Sacerdote locale: non è un conflitto interconfessionale, la religione è un preteso. La polizia sulle tracce di 17 musulmani fuggiti dopo l’assalto.
Dhaka (AsiaNews) – Una folla di oltre 500 musulmani estremisti ha attaccato la chiesa cattolica di Cristo Salvatore a Boldipukur, nell’upazila di Mithapukur, divisione di Rangpur, distante 335 km dalla capitale del Bangladesh. Il fatto risale al 20 marzo scorso e, alla base dell’assalto, pare vi siano dispute legate alla proprietà di un terreno. Secondo un primo bilancio vi sarebbero cinque tribali locali, di fede cristiana, feriti in modo grave.
 
P. Leo Desai, parroco della chiesa locale, spiega ad AsiaNews che alcuni musulmani del posto da anni cercano di impossessarsi del terreno. Di recente, tuttavia, “una sentenza del tribunale ha stabilito che esso è di proprietà dei cattolici”. Le violenze sono divampate quando è iniziata la costruzione di un muro di cinta; la parrocchia – che ne detiene la proprietà – ha donato l’appezzamento di terra a due istituti adiacenti: la scuola elementare cattolica Adibashi e la scuola superiore Shah Abul Kasher.
 
Il sacerdote aggiunge che la chiesa locale, nel 1973, ha concesso un “permesso orale” alla scuola per l’utilizzo del terreno. La folla di estremisti ha attaccato quanti erano presenti sul cantiere, ferendo diverse persone cinque delle quali in modo grave. In un primo momento sono stati ricoverati in ospedale, poi sono stati trasferiti all’interno di abitazioni private per garantire loro maggiore protezione.
 
Gli assalitori hanno colpito anche p. Silas Kurju, che era in visita ai terreni al momento dell’attacco. “Il 19 marzo – spiega p. Leo – una folla di musulmani si è riunita al termine della preghiera del venerdì e ha inscenato una manifestazione di protesta contro i cristiani. Il giorno seguente sono avvenute le violenze”.
 
P. Leo denuncia “il silenzio” della polizia, che è rimasta ferma a guardare gli assalitori “senza intervenire”. Egli tiene però a precisare che “non si tratta di un conflitto fra cristiani e musulmani, ma di una disputa sui terreni” e la questione confessionale “è solo il pretesto” per fomentare gli animi.
 
Intanto le forze dell’ordine hanno aperto un’inchiesta a carico di 17 musulmani, fuggiti dal villaggio. “Siamo sulle loro tracce e stiamo facendo di tutto per arrestarli” afferma Mohammed Altaf Hossain, capo della polizia di Mithapukur. Egli assicura inoltre che “difenderemo i cristiani, se verranno attaccati di nuovo”.
 
La chiesa di Cristo Salvatore, a Boldipukur, risale al 1951. Ad oggi vi sono circa 3600 fedeli di religione cattolica, la maggior parte dei quali appartiene a gruppi tribali.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Faisalabad, 30 famiglie cristiane minacciate di esproprio da influenti politici musulmani
27/08/2019 11:49
Saigon, edifici cattolici nel mirino dei comunisti. Suore in campo contro l’esproprio
17/11/2015
Saigon: contro i cattolici minacce e pressioni delle autorità per i terreni contesi
14/01/2014
Scontri fra tribali e bangladeshi: otto morti, chiese e pagode incendiate
22/02/2010
Cau Ram: migliaia di cattolici in piazza, contro i sequestri di fedeli e proprietà
08/08/2011


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”