19/02/2007, 00.00
INDIA
Invia ad un amico

Card. Toppo: “L’attacco al treno, tragedia disumana”

Il presidente della Conferenza episcopale indiana, sottolinea ad AsiaNews che l’attentato cerca di distruggere una nuova amicizia fra India e Pakistan, che invece devono rimanere unite in questo momento di dolore. Gli autori del gesto “accecati dall’odio e dall’ignoranza”.
Delhi (AsiaNews) – Una tragedia “dai contorni disumani” progettata da persone “accecate dall’odio e dall’ignoranza, che cercano con ogni mezzo di distruggere il processo di pace fra le nostre due nazioni”. E’ questo il commento rilasciato ad AsiaNews dal card. Telesphore Toppo, presidente della Conferenza episcopale indiana, riguardo al sanguinoso attentato che ha colpito questa notte il “treno dell’amicizia”. Le vittime sono al momento 66, quasi tutte di nazionalità pakistana.
 
Il Samjauhta Express [nome indiano del convoglio ndr] “era un simbolo della crescente pace e dell’armonia fra India e Pakistan. Purtroppo, esistono interessi oscuri che cercano di smantellare questa nuova amicizia: questo preoccupa molto. L’India, solo sette mesi fa, ha subito altri sanguinosi attentati, ed ora piange questa nuova tragedia. E’ tutto molto triste”.
 
Secondo il card. Toppo “ora più che mai il mondo ha bisogno di testimoniare che il male non può avere l’ultima parola. Non possiamo permettere alle forze oscure di prevalere. Con la preghiera e la penitenza, dobbiamo combattere anche perché non vi siano azioni di rappresaglia o codardi atti di violenza”. Il porporato esprime inoltre la sua “più profonda simpatia e vicinanza a coloro che piangono i propri cari, vittime di questo atto di terrore. La Chiesa indiana, tramite le sue parrocchie e le stazioni di missione, estende ogni possibile aiuto alle vittime ed alle famiglie. Cerchiamo di aiutare, con beni materiali e spirituali, i sopravvissuti”. Proprio ieri, conclude il card. Toppo, “la Chiesa ha proclamato che il nemico va amato, che bisogna pregare per chi ci tratta male. Questo è l’insegnamento delle Scritture, e questo è ciò che ribadiamo: pregate affinché la luce divina possa illuminare questo momento di oscurità”. (NC)
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
India-Pakistan: primo incontro della Commissione mista anti-terrorismo
06/03/2007
Attentato al “treno dell’amicizia”, 66 vittime
19/02/2007
Dopo più di 40 anni riparte il treno Dhaka-Calcutta
14/04/2008
Faisalabad, da 20 anni cristiani e musulmani pregano fianco a fianco
20/05/2016 08:22
Card. Toppo: L’Eucaristia trasforma il mondo. Famiglie indiane, motore di cambiamento
12/11/2015


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”