03/05/2016, 14.26
CINA
Invia ad un amico

Cina: dopo aver sepolto viva una donna, il governo rende la terra alla sua chiesa

Ding Cuimei è morta lo scorso 14 aprile mentre cercava di difendere il terreno della congregazione Beitou dall’esproprio. Le autorità riconoscono che la battaglia legale non sussiste: il pastore Li Jiangong, marito della defunta, è il legittimo proprietario. Cristiani locali chiedono giustizia.

Pechino (AsiaNews) – Dopo aver sepolto viva una donna che cercava di difendere il terreno della sua chiesa da un esproprio, il governo cinese ha ammesso che la terra al centro della controversia è di proprietà della congregazione cristiana Beitou. I fedeli locali accolgono con “gioia e dolore” la notizia, dato che “per avere giustizia abbiamo dovuto piangere una nostra sorella”. Ding Cuimei, moglie del pastore Li Jiangong, (v. foto) è morta soffocata dopo essere stata spinta in una buca poi ricoperta da terreno.

L’omicidio è avvenuto lo scorso 14 aprile. Il pastore Li Jiangong e la moglie Ding Cuimei hanno visto arrivare le ruspe e i bulldozer, mandati lì dal governo con lo scopo di demolire la chiesa Beitou di Zhumadian, nella provincia dell’Henan. Un investitore locale aveva fatto un’offerta alle autorità per il terreno, ma lo voleva sgombro. I due si sono posizionati davanti ai macchinari pesanti per impedire loro di proseguire.

Uno dei membri della squadra di demolizione avrebbe incitato gli operai: “Seppelliteli vivi per me, non vi preoccupate. Mi assumo io tutta la responsabilità per le loro vite”. Un bulldozer ha quindi spinto i due in una buca già scavata, che poi ha riempito con il terriccio. Piangendo e chiedendo aiuto, Li è riuscito a scavarsi una via di fuga. Ding è morta soffocata prima che il marito potesse soccorrerla.

Lo scorso 25 aprile, un documento ufficiale delle autorità locali assegna il terreno al pastore per “scopi religiosi”. Il leader religioso ha accolto la notizia con soddisfazione, ma sottolinea oggi la lentezza delle indagini sulla morte della moglie. Subito dopo l’omicidio, infatti, due membri della squadra di demolizione sono stati arrestati ma fino ad oggi non è noto alcun capo di imputazione nei loro confronti.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Henan, donna muore sepolta viva sotto la chiesa demolita dal governo
19/04/2016 13:21
Ancora veglie dei fedeli per la chiesa di Changzhi. Blackout sui social e sul sito della diocesi
31/08/2017 13:02
Continuano le veglie attorno alla chiesa di Changzhi a rischio di esproprio e demolizioni (video)
30/08/2017 12:38
Hue, la polizia torna all’attacco del monastero di Thien An
07/07/2016 11:27
Guangdong, anche la “seconda Wukan” vince la sua lotta
19/01/2012


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”