29/07/2023, 09.55
COREA DEL SUD
Invia ad un amico

Da tutto il mondo 43mila Scout in Corea per il Jamboree

Il 25º raduno dello scoutismo è in programma dal 1° al 12 agosto a Saemangeum, nella contea di Buan. Si tratta del secondo Jamboree ospitato dalla Corea del Sud dopo l'edizione del 1991. Ragazzi da 170 Paesi per il primo appuntamento dopo la pandemia. L'Asia conta oggi più del 50% degli scout del mondo.

Seoul (AsiaNews) - 43mila adolescenti fra i 14 ed i 16 anni stanno arrivando in Corea del Sud per il 25º World Scout Jamboree - che nel gergo scout significa propriamente “raduno”. Arrivano da tutto il mondo per un’esperienza di “vita da campo” in un enorme camping di 8,8 chilometri quadrati di nuova costruzione nell'area bonificata di Saemangeum, nella contea di Buan nella parte sud-occidentale del Paese. Un impianto che resterà tale anche dopo l’evento. All’incontro internazionale partecipano giovani provenienti da circa 170 paesi, rendendolo uno dei più grandi raduni di sempre, il primo in totale ritorno alla presenza, dall’avvento della pandemia.

Coordinato dall'organizzazione mondiale del Movimento Scout, il Jamboree - che si tiene ogni 4 anni - ha lo scopo di offrire ai giovani di tutto il mondo un luogo per conoscere reciprocamente le culture dei gruppi partecipanti. Il tema del Jamboree coreano è "Disegna il tuo sogno" e rappresenta la volontà degli scout a livello mondiale di confrontarsi con rispetto sulle idee di futuro di tutti i loro coetanei. “L’evento di quest'anno avrà al centro l’obiettivo di costruire nuove amicizie tra i giovani di tutto il mondo, che sono stati i più colpiti e danneggiati dalle restrizioni imposte dal Covid-19", ha detto il ministro coreano per l'uguaglianza di genere e la famiglia Kim Hyun-sook, che ha curato i preparativi dell’evento insieme al comitato nazionale scout coreano.

Per rendere più semplice la partecipazione da ogni angolo del mondo, il governo ha semplificato le procedure di rilascio dei visti e gestirà punti di controllo dell'immigrazione riservati agli scout e un helpdesk all'aeroporto internazionale di Incheon. Per la sicurezza dei partecipanti sono stati previsti anche centri per effettuare test Covid rapidi all'interno del sito dell'evento e gli organizzatori hanno attrezzato anche spazi di quarantena per chi eventualmente risultasse positivo.

La Corea ha ottenuto l’assegnazione del Jamboree 2023 durante la Conferenza mondiale degli scout a Baku, in Azerbaigian, nell'agosto 2017 e questo sarà il secondo raduno che si terrà nel Paese, dopo quello di Goseong, nella provincia di Gangwon-do, nel 1991. Durante le due settimane di Jamboree gli adolescenti di tutto il mondo avranno l’occasione di assaggiare cibi tipici sudcoreani, assistere a spettacoli tradizionali e anche ad alcune esibizioni di artisti e cantanti di K-pop, previste per il 6 agosto.

Lo scoutismo in Asia e in Corea del Sud

Il movimento scout è stato fondato nel 1907 dall'inglese Robert Stephenson Smyth Baden-Powell, diffondendosi all’inizio nel Regno Unito e in Europa. Lo scoutismo è arrivato presto anche in Asia dove si è diffuso già nei primi decenni del ‘900 e oggi le associazioni scout asiatiche contano più del 50% degli scout del mondo, spesso esistendo anche in stati dittatoriali e costituendo l’unica fonte di educazione alternativa ai regimi autoritari o pseudo-democratici del continente. In molti Paesi asiatici lo scoutismo è un'attività svolta nelle scuole, unico punto di aggregazione per i giovani, sopratutto negli ambienti rurali.

Il movimento è stato fondato in Corea nel 1922 mentre la regione era sotto il dominio giapponese e sono stati mandati anche rappresentanti scout coreani alla prima competizione scout dell'Estremo Oriente a Pechino nel 1924 - una specie di “olimpiade scout” -. Tuttavia, lo scoutismo è stato bandito dalle autorità nipponiche dal 1937 fino al 15 agosto 1945 perché, come successo in Italia sulle Alpi con gli scout delle “Aquile randagie” in chiave anti-fascista, gli scout coreani alimentavano la resistenza e l’opposizione alla dominazione giapponese. Per la capillarità dello scoutismo in Corea e i valori educativi che adottava, nei pochi anni che vanno dal ’45 al 1950 - quando scoppia la guerra tra le due corre - il movimento si radica a tal punto da ottenere il riconoscimento in tempi record dall'Organizzazione mondiale del movimento scout. Con la dittatura nel Nord l’esperienza in quella regione è stata cancellata, mentre nel Sud ha proliferato: oggi il movimento nazionale conta l’adesione totale di 221mila scout registrati.

 

TAGs
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Seoul: nel 2005 accolti quasi 1400 rifugiati dal Nord
24/01/2006
Papa ai coreani a 70 anni dall'armistizio: siate profeti di riconciliazione
27/07/2023 13:48
'La nostra battaglia a Seoul per i rifugiati nord-coreani'
26/07/2023 11:35
Una fuga lunga settant'anni da Pyongyang a Seoul
14/07/2023 10:00
La battaglia sulla lingua: il 38° parallelo del coreano
08/07/2023 12:33


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”