22/09/2010, 00.00
SINGAPORE
Invia ad un amico

I fedeli di Singapore accolgono le reliquie di S. Pio da Pietrelcina

di Jeremy Lim
Arrivate ieri nella città Stato, le spoglie del santo sono state esposte per una notte nella chiesa del Santo Spirito di Singapore. Centinaia di persone si sono recate nella parrocchia portando con sé anche i propri cari malati.

Singapore (AsiaNews) – Esposta ai fedeli solo per una notte, la reliquia di S. Pio ha radunato ieri centinaia di persone nella chiesa del Santo Spirito di Singapore. Fino al 23 settembre la parrocchia onererà il santo con uno speciale triduo dal titolo: “Verso la Santità con S. Pio”.

Per l’occasione  due reliquie del corpo del popolare 'Padre Pio' sono state portate a Singapore. La prima contiene il sangue essiccato di una delle mani sulle quali il santo aveva ricevuto le stimmate. La seconda è un guanto macchiato di sangue.

Le reliquie sono state portate a Singapore da p. Ermelindo Di Capua,  sacerdote italiano del convento di Nostra Signora della Grazia di San Giovanni Rotondo. P. Di Capua ha assistito San Pio negli ultimi tre anni di vita e da tempo gira il mondo per promuovere la spiritualità, la vita e gli insegnamenti del frate di Pietrelcina. Padre Pio è un santo molto popolare nella città Stato asiatica. Ogni mese la comunità cattolica organizza raduni di preghiera nelle parrocchie di Nostra Signora di Lourdes, Spirito Santo e Nostra Signora del Perpetuo Soccorso.

La notizia dell’arrivo delle reliquie ha trovato una forte risposta dei fedeli, che si sono recati in chiesa per omaggiare il Santo e per chiedere la guarigione dei propri cari malati.

Teresa Lee dalla parrocchia di Nostra Signora Stella del Mare ha portato il marito, Pietro, in sedia a rotelle.  

"Era molto malato – racconta  - e qualcuno gli ha detto di pregare Padre Pio". "Dopo aver pregato il Santo ha avuto un veloce recupero”. La donna dice di aver assistito a  una specie di miracolo. “Ha avuto un ictus cerebrale – continua - ma ora può camminare per brevi distanze. " Margaret Lourdusany, 56 anni, è da tre anni devota di San Pio. “Di lui – afferma - mi attrae l’umiltà con cui ha vissuto la sua vita”. “Toccare la reliquia – aggiunge - è come toccare il Santo che prega Gesù per noi e ci fa sentire più vicini a Cristo”. 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
L’arcivescovo di Singapore visita i profughi bhutanesi in Nepal
20/12/2010
Papa: a Pietrelcina, seguire le orme di padre Pio
17/03/2018 08:40
Papa: Contro secolarizzazione e attivismo, vivete preghiera e carità come Padre Pio
21/06/2009
Mosca favorisce la Chiesa ortodossa nella restituzione delle proprietà nazionalizzate
12/11/2010
Shillong: Graffiti contro Gesù e il Papa scioccano la comunità cristiana
21/06/2010


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”