04/12/2020, 11.31
INDONESIA

Invia ad un amico

Jakarta: escalation di contagi, a Natale allerta per gli spostamenti

di Mathias Hariyadi

Per le feste molti contavano di ritornare nei villaggi e nelle città di origine, ma la diffusione del coronavirus preoccupa. Ieri picco di contagi nella capitale. Anche per i medici la situazione è “davvero preoccupante”. I danni collaterali del virus: a Bali turismo in crisi, aumentano disoccupazione e malnutrizione cronica e acuta.

Jakarta (AsiaNews) - Alla viglia delle feste di Natale e fine anno, occasione per molti indonesiani per tornare nei villaggi o nelle città di origine, la crescita nei casi di nuovo coronavirus rischia di complicare le tanto attese possibilità di spostamento. Ieri le statistiche ufficiali diffuse dalle autorità sanitarie facevano registrare il record dall’inizio della pandemia per il Paese, dove si contano in totale 8369 nuovi contagi. 

“Una situazione davvero preoccupante” sottolinea il dottor Caris, operativo a South Jakarta che, in un primo momento, avrebbe voluto visitare la città natale di Yogyakarta, per una vacanza di un paio di settimane. “Tutta la mia famiglia ha cambiato programma”, sottolineando che anche il figlio e la nuora - entrambi medici specialisti - non intendono più muoversi per l’emergenza sanitaria in atto. 

Altri dovrebbero sottostare a un provvedimento forzato di quarantena in appositi centri, una volta rientrati nelle cittadine di origine. Questo è il caso di Solo, nello Java centrale, dove l’autorità locale ha lanciato un “avvertimento” sottolineando che sarà obbligatorio l’isolamento per due settimane. Provvedimenti che complicano i piani di molte persone fra cui Yenny, che avrebbe voluto riportare l’anziana madre nella propria casa, dopo nove mesi di tentativi di trovare “rifugio” a Tangerang in piena pandemia. 

Fra le ragioni che hanno determinato il picco dei contagi, vi sarebbe anche un accumulo di casi dei giorni scorsi e registrati solo nelle ultime 24 ore. Il totale delle infezioni nel Paese ha toccato quota 557.877, il numero più elevato fra le nazioni del Sud-est asiatico. Le vittime complessive legate al Covid-19 sono 17.355, di cui 156 nella giornata di ieri.

Wiku Adisasmito, portavoce della task-force governativa anti-coronavirus, conferma che il dato è legato a ritardi nei conteggi dei giorni passati. A Papua, per fare un esempio, tutti i contagi dal 19 novembre sono stati diffusi ieri nel bollettino nazionale. Tuttavia, aggiunge l’esperto, gli indici sono in aumento e questo significa che “il tasso di trasmissibilità [del virus] è in crescita” anche a causa di un comportamento “negligente” delle persone che “potrebbe essere fatale”. 

Fra gli ultimi contagi eccellenti si registrano il governatore di Jakarta Anies Baswedan e il suo vice Ahmad Riza Patria, entrambi positivi al Covid-19 come la ministra del Lavoro Ida Fauziyah. 

Criticità negli ultimi giorni si sono verificate anche nell’isola di Bali, famosa meta del turismo locale e internazionale dove la crisi economica ha un impatto devastante e migliaia di persone sono a rischio fame, uno dei tanti danni collaterali del virus. Ad agosto il dato relativo alla disoccupazione è cresciuto del 5,6%, con una perdita di 105mila posti di lavoro secondo quanto affermato dall’ufficio centrale di statistica. Sarah Chapman, dell’ong Yayasan Solemen Indonesia sottolinea: “Vediamo sempre più persone affamate, che non si nutrono da giorni e non hanno cibo né soldi per comprarlo”. L’associazione, impegnata nel portare assistenza ai poveri e ai disabili, ha rivolto la propria attenzione alle famiglie che, un tempo, riuscivano a sopravvivere grazie al turismo. “Malnutrizione cronica e acuta - le fa eco il collega Robert Epstein - si fanno sempre più diffuse”. 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Jakarta, al via la campagna di vaccinazione anti-Covid. La prima dose a Widodo
13/01/2021 10:34
Covid-19, è emergenza sanitaria: Jakarta si prepara alla vaccinazione di massa
07/01/2021 08:50
Covid-19, il vaccino cinese spaventa gli indonesiani. Widodo: Sarò il primo e sarà gratis
16/12/2020 11:49
Troppa gente nei mercati, negozi, terminal: insorgono i medici indonesiani
19/05/2020 14:03
Pandemia: rallenta la ripresa di Pechino. Taipei meglio della ‘madrepatria'
01/02/2021 14:53