09/12/2013, 00.00
NEPAL
Invia ad un amico

Nepal: Cristiani, indù, buddisti e musulmani si preparano insieme al Natale

di Christopher Sharma
Per le strade della capitale la popolazione ha già addobbato case e negozi. Fra le immagini più vendute vi sono quelle di Gesù e della Vergine. Giovani volontari indù e cattolici decorano la cattedrale dell'Assunzione di Kathmandu. L'ex hotel del monarca indù organizza un party natalizio per diplomatici e vip con a tema l'armonia fra le fedi.

Kathmandu (AsiaNews) - I preparativi per il Natale si trasformano in un'occasione di incontro e riconciliazione fra cristiani, indù e le altre religioni che convivono in Nepal. Per le strade di Kathmandu hotel, ristoranti, negozi e abitazioni sono già decorate con addobbi natalizi. Nelle botteghe di souvenir fra le cartoline di auguri più vendute vi sono quelle con l'immagine di Gesù e della Vergine. Nelle librerie sono esposti in vetrina Bibbie e libri sul cristianesimo.

P. Robin Rai, parroco della cattedrale dell'Assunzione di Kathmandu, sottolinea che decine di volontari, cristiani e indù, hanno lavorato insieme per decorare la chiesa. Il sacerdote racconta che la parrocchia sta "insegnando ai giovani anche canti natalizi per accompagnare le messe". Come ogni anno alle celebrazioni natalizie sono attese migliaia di persone, che confermano la crescita del cristianesimo in Nepal dopo anni di monarchia indù e discriminazione dei cristiani. Bhim Raim, catechista spiega che "i più attivi sono proprio i giovani catecumeni"  che si stanno preparando al battesimo.

Dopo la caduta della monarchia indù nel 2006, per rilanciare il turismo il governo ha deciso nel 2011 di rendere il Natale festa nazionale. Ciò ha permesso ai cristiani di esporre immagini e addobbi sacri nei negozi e fuori dalle chiese e dalle abitazioni. Nel Paese i cattolici sono oltre 10mila, 4mila in più rispetto ai 6mila del 2006, anno della proclamazione dello Stato laico.

In questi due anni il Natale è diventato un momento di festa anche per altri gruppi religiosi come indù, buddisti e musulmani. Per la sera del 25 dicembre, l'hotel a cinque stelle Annapurna (gestito in passato dalla sorella del monarca Gyanendra Bir Bikram Shah) ha organizzato una cena per i diplomatici e i personaggi della politica e dello spettacolo. Il titolo dell'evento è "Cake Mixing Ceremony" e chiede a ogni partecipante di preparare un dolce da condividere con gli altri. Situ Sthapit, chef della pasticceria dell'hotel racconta che "gli organizzatori hanno invitato persone di fedi differenti e il Natale è una perfetta occasione di riconciliazione". Fra gli invitati vi saranno Kanthong Unakul, ambasciatrice tailandese in Nepal, Reecha Sharma, famosa attrice nepalese. 

 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Anno della Fede: migliaia di cattolici, indù e buddisti alla processione del Cristo Re
25/11/2013
Orissa, migliaia di indù alla messa di Natale: un segno di speranza per il 2013
31/12/2012
Poso, violenze anticristiane: estremisti incendiano una chiesa protestante
23/10/2012
Taiwan: giovani cristiani, buddisti e taoisti insieme per il dialogo interreligioso
16/08/2012
Kathmandu: cristiani, musulmani, indù e buddisti contro aborto e violenze sui minori
21/11/2012


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”