12/12/2012, 00.00
COREA
Invia ad un amico

Pyongyang sfida il mondo e lancia il suo missile 'meteo'

Retorica, patriottismo e gloria per Kim Jong-un. Preoccupazione di Stati Uniti e Corea del Sud. Il Giappone chiede un incontro del Consiglio di sicurezza Onu. La Cina chiede alla Corea del Nord di rispettare le regole Onu, ma rivendica il diritto di Pyongyang alla ricerca spaziale.

Seoul (AsiaNews) - La Corea del Nord ha lanciato un missile questa mattina, nell'esaltazione del suo leader Kim Jong-un, in mezzo a critiche e preoccupazioni dei Paesi vicini.

Con un misto di retorica e patriottismo, una speaker della televisione del Nord ha annunciato che "La Corea fa ciò che dice" e che "il satellite è entrato nell'orbita pianificata".

Il missile è stato lanciato poco prima delle 10 (ora locale) e la sua orbita è stata confermata anche dalla Difesa aerospaziale nordamericana. Per Pyongyang esso è "un satellite meteorologico", ma per Stati Uniti, Corea del Sud e Giappone esso fa parte di una serie di esperimenti per lanciare testate nucleari capaci di colpire obbiettivi distanti fino in America. Nel 2006 e nel 2009 il Consiglio di sicurezza dell'Onu ha imposto sanzioni sulla Nordcorea per spingerlo a fermare i suoi esperimenti nucleari e missilistici.

Il lancio è stato una sorpresa perché nei giorni scorsi la stessa Pyongyang aveva ritardato l'operazione, lasciando aperta la possibilità fino al 29 dicembre. Diversi analisti hanno pensato a difficoltà tecniche: un lancio tentato lo scorso aprile era stato un fallimento, col missile che è caduto a terra dopo pochi minuti.

Washington ha condannato il lancio di oggi come una "provocazione" e esempio di "comportamento irresponsabile" in violazione delle regole Onu; il Giappone ha chiesto un  urgente raduno del Consiglio di sicurezza; la Corea del Sud ha subito convocato un incontro di emergenza del governo.

La Cina, unico alleato di Pyongyang, non ha emesso alcuna dichiarazione ufficiale, ma un commento della Xinhua chiede alla Nordcorea di "rispettare le risoluzioni Onu"; allo stesso tempo, si afferma che la Corea del Nord "ha diritto a condurre esplorazioni spaziali pacifiche".

Il nuovo lancio del missile è destinato ha potenziare la figura del giovane Kim Jong-un, che sta continuando la politica del "pugno militare" di suo padre, Kim Jong-il. Questi è morto lo scorso 17 dicembre e il lancio vorrebbe essere un modo per onorarlo. Allo stesso tempo, il lancio è una minaccia per il mondo: a causa di disastri naturali (siccità e alluvioni) e di programmazioni economiche e politiche fallimentari, la Corea del Nord è un Paese alla fame, con un reddito medio pro-capite di 2mila dollari all'anno. Potenziare la minaccia militare è un modo per esigere più aiuti dalla comunità internazionale, che però esige maggiori garanzie e un blocco del programma nucleare nordcoreano.

Pyongyang ha sempre affermato che il suo programma nucleare è pacifico, ma allo stesso tempo si vanta di essere una "potenza con ordigni nucleari".

La minaccia nucleare della Corea del Nord rischia di divenire il tema più scottante nelle elezioni presidenziali che si tengono nel Sud il 19 dicembre.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Kim Jong-un: Stop ai piani militari contro il Sud
24/06/2020 08:39
Pyongyang: una valanga di volantini anti-Seoul e anti-Moon
20/06/2020 10:47
Seoul, Moon accetta le dimissioni del ministro per l’Unificazione
19/06/2020 08:53
Stati Uniti: Opzione militare contro Pyongyang, ‘ se dobbiamo’. Moon: No all’escalation
06/07/2017 08:49
Fallito oggi un test missilistico di Pyongyang
22/03/2017 08:58


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”