31/07/2010, 00.00
INDIA
Invia ad un amico

Tamil Nadu, la lotta di una Ong cattolica contro il lavoro minorile

di Santosh Digal
Tra gli 85 e i 100 milioni i bambini lavoratori in India. L’associazione Hand in hand è attiva dal 1984 e lavora in quattro Stati del Paese. Impegnata nella lotta alla povertà, ha debellato la piaga del lavoro minorile nel distretto di Kancheepuram.

Chennai (AsiaNews) – La Ong caritativa Hand in hand sconfigge la piaga del lavoro minorile, fornendo un’educazione ai bambini e un lavoro alle madri nel distretto di Kancheepuram, nel Tamil Nadu, India del sud.

Hand in hand è un’associazione, registrata in modo ufficiale nel 2002, che dal 1984 mira a eliminare il problema della povertà in India. Dopo aver compreso che il lavoro minorile è una delle piaghe principali della povertà, l’associazione si è impegnata nel tentativo di curarla. Il lavoro di Hand in hand si concentra su cinque punti: micro-credito, educazione, salute, centri per i cittadini e trasparenza.

In India ci sono più di 420 milioni di poveri e il lavoro minorile è una delle sue piaghe. New Delhi vieta il lavoro ai bambini sotto i 14 anni, ma non riesce a contrastare il fenomeno. Secondo il governo, sarebbero 12 milioni i bambini lavoratori. Queste cifre sono però ritenute poco attendibili dall’Onu, che stima il numero reale tra gli 85 e i 100 milioni.

“Uno dei nostri primi progetti in India è stato a Kancheepuram, famoso per le industrie della seta” ha dichiarato ad AsiaNews Santhus Gnanapragsam,  cattolico, capo del progetto ed ex membro della Caritas in India per 20 anni. “Oggi non si trova neanche un bambino che lavora”.

Dopo una serie di ricerche, Hand in hand ha scoperto che spesso i genitori mandano a lavorare i figli per guadagnare qualche rupia e contribuire così ai proventi della famiglia. La Ong, tramite corsi di formazione in imprenditoria e prestiti, ha permesso alle madri di famiglia di intraprendere piccole e medie attività economiche. “Dopo aver fatto queste cose - afferma Gnanapragsam - abbiamo chiesto alle madri di risparmiare ai bambini il lavoro e di mandarli a scuola. A Kancheepuram è stato un successo”.

Hand in hand ha anche aperto sette scuole gratuite nel distretto per educare i bambini soggetti al lavoro minorile dalle elementari al college. Oggi l’associazione ha 600 impiegati ed è impegnata in quattro stati: Tamil Nadu, Pondicherry, Karnataka e Madhya Pradesh.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Analfabetismo e lavoro infantile, piaghe sociali del continente
09/09/2004
Nell'Anno della tutela del bambino aumenta il lavoro minorile
02/07/2004
Lo Sri Lanka alza l’età minima per il lavoro da 14 a 16 anni
13/06/2020 08:00
West Bengal, la Chiesa combatte il lavoro minorile nelle piantagioni di tè
03/12/2010
Colombo, bambini sfruttati nelle piantagioni di tè e nel turismo sessuale
15/06/2021