29/11/2005, 00.00
THAILANDIA
Invia ad un amico

Thailandia: un film buddista vince un premio cattolico

di Weena Kowitwanij

Il centro "Comunicazioni cattoliche e sociali thailandesi" ha premiato il film per la televisione "Buddismo in India: ascesa, caduta e ritorno dei discepoli". Un premio anche per un film per il cinema che parla della sindrome down

Bangkok (AsiaNews) - Il film per la televisione intitolato "Buddismo in India: ascesa, caduta e ritorno dei discepoli" ha vinto il Premio dei media cattolici, rilasciato dal centro "Comunicazioni cattoliche e sociali thailandesi" (Ccst). La cerimonia di premiazione è stata presieduta da mons. George Yod Phimpisarn, presidente del Ccst. Il film è stato premiato perchè suggerisce a tutti i buddisti di guardare alla loro storia, rendersi conto del valore del buddismo, a rimanere saldi nella fede e praticarla in modo concreto. Laksana, della società internazionale Panorama, ha dichiarato: "Sono orgogliosa che il Ccst abbia riconosciuto e apprezzato il nostro film: sarà un ulteriore incentivo per produrre qualcosa di buono per la società".

Sono stati premiati anche altri film che sostengono la famiglia e la preghiera interreligiosa. Il film per il cinema "Bello, meraviglioso, perfetto", prodotto dalla Sahamongkol Film International, racconta la storia di bambini affetti dalla sindrome down. Somsak Techaratanaprasert, regista del film, ha dichiarato: "Il film parla del valore umano, vuole far capire che tutti gli uomini sono creati uguali. Inoltre mostra come anche una famiglia che ha la sindrome di down può vivere in modo felice nella nostra società".

Ogni anno il Ccst consegna un premio per promuovere un corretto uso dei mezzi di comunicazione. Seondo il Ccst l'immoralità dei media influenza la violenza nella società, il declino dell'etica e della cultura. Il centro chiede quindi di lavorare in modo responsabile per cercare di promuovere la riflessione e non la violenza, e risolvere i problemi della società. Padre Anthony Vorayuth Kitbamrung, direttore del Ccst, ha dichiarato: "Oggi i media, che sono parte integrante della nostra vita di tutti i giorni, esercitano molta influenza sulle nostre vite in modo particolare su bambini e ragazzi. Anche il governo è cosciente di questo, e annuncia per il mese di dicembre una campagna contro vari tipi di condotta dissoluta nella nazione, come la diffusione di immagini pornografiche o libri immorali".

Fondata il 6 agosto 1967 dal vescovo Alan Vangavier, il Ccst promuove l'uso di audio e video per annunciare la Buona Novella. Il centro vuole inoltre insegnare agli studenti cattolici a riconoscere e a proteggersi dai pericoli che li circondano. Fino ad oggi ha prodotto film che trattano i drammi della prostituzione infantile, del problema droga e dell'aborto.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Corte suprema indiana nega l’aborto di un bambino Down. Medico cattolico: l'aborto non è mai la scelta migliore
02/03/2017 12:13
Thailandia: test veloci per feti con sindrome di Down. Aumenta il rischio della “cultura dello scarto”
21/09/2015
Thailandia, madre surrogata rifiuta di affidare la figlia ad una coppia omosessuale
25/07/2015
Il patriarca supremo buddista a musulmani e indù: Vivere in pace e insieme è l’obiettivo dell’insegnamento di ogni religione
17/02/2017 13:06
Thailandia: monaco buddista promuove pace e dialogo interreligioso
02/01/2006


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”