28/06/2022, 12.45
GIAPPONE
Invia ad un amico

Tokyo, caldo record e siccità: ancora allarmi per possibili blackout

di Guido Alberto Casanova

La stagione delle piogge, iniziata in ritardo, sembra già conclusa in Giappone. L'eccesso nella domanda di energia alimentata dall'uso dei condizionatori ha portato il governo ad appellarsi ai cittadini per il risparmio energetico. Il tema del cambiamento climatico sta entrando nell'agenda della politica.

Tokyo (AsiaNews) - La crisi climatica che stiamo conoscendo in queste settimane sembra essere solo l’assaggio di ciò che ci aspetta nei prossimi decenni. Notizie allarmanti arrivano anche dall’Asia orientale. In Giappone, le previsioni metereologiche per lo scorso fine settimana avevano segnalato la possibilità che venissero superati i 35°C, la soglia oltre la quale scatta l’allarme per il caldo estremo. La realtà è stata ben più severa delle aspettative.

Sabato 25 giugno nella città di Isesaki il termometro segnava 40,2°C, la temperatura più alta mai registrata a giugno. Inoltre, 60 delle 914 stazioni metereologiche del Paese hanno rilevato valori superiori alla soglia di caldo estremo. Per Tokyo, dove la temperatura ha raggiunto i 35,4°C, si tratta di un record: mai da quando le misurazioni sono iniziate nel 1875 il picco di calore superiore alla soglia di allerta era stato raggiunto prima del 25 giugno. L’ondata di caldo è poi proseguita nella capitale, segnando per la prima volta tre giorni consecutivi di temperature sopra i 35°C a giugno. Preoccupano infine le previsioni trimestrali pubblicate la settimana scorsa, secondo cui tra luglio e settembre il caldo potrebbe aumentare ancora in quasi tutto il Paese.

Il problema, oltre all’impatto sulla salute pubblica, sta avendo ripercussioni anche a livello energetico. Moltissimi giapponesi questi giorni si sono chiusi in casa con l’aria condizionata per evitare colpi di calore, causando però un eccesso di domanda di elettricità. Lunedì un funzionario del ministero dell’economia e dell’industria dichiarava che “la domanda di elettricità da questa mattina è al di sopra delle previsioni”. Il governo ha quindi allertato il pubblico che il Paese si trova in una crisi energetica e ha chiesto ai cittadini di risparmiare sull’uso dell’elettricità: in particolare a Tokyo e nelle prefetture circostanti, le proiezioni stimavano che la capacità di fornitura rimanente sarebbe scesa sotto la soglia di guardia del 5% per tutta la giornata di lunedì. Si tratta del secondo rischio di blackout nella capitale nel giro di pochi mesi.

A questo rischio però se ne sta aggiungendo un altro, quello della siccità. In quasi tutte le zone del Giappone la stagione delle piogge che caratterizza i mesi di giugno-luglio è stata tra le più brevi mai registrate. Oltre a essere cominciata con diversi giorni di ritardo, quest’anno le piogge si sono interrotte molto prima: l’Agenzia meteorologica del Giappone ha stimato che, a seconda della zona, la stagione è terminata con un anticipo che varia tra i 18 e i 25 giorni. Si tratta della stagione delle piogge più corta dal 1951, quando sono iniziate le registrazioni. Sulla costa occidentale del Paese l’acqua piovana è stata il 78% di quella caduta in media negli anni scorsi, mentre sulla costa orientale è stata addirittura il 69%. Gli esperti prevedono la possibilità di nuovi violenti rovesci a luglio, che se da un lato aiuterebbero la produzione di energia idroelettrica, dall’altro potrebbero causare gravi danni alle comunità rurali.

Tra rischio di siccità e possibilità di blackout, la crisi climatica sta imponendo un costo molto alto al Giappone dove la prossima settimana sono in programma le elezioni per la camera alta del parlamento. Il governo non sembra incontrare particolari ostacoli per la propria riconferma ma la crisi energetica esacerbata dal cambiamento climatico sarà sicuramente una delle preoccupazioni per i mesi a venire.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Cambiamento climatico: il Medio oriente potrebbe diventare un deserto
31/08/2018 12:05
Osaka, il tifone Jebi lascia una scia di distruzione
05/09/2018 08:52
Dopo le piogge, i giapponesi affrontano il caldo estivo senza acqua corrente
13/07/2018 08:47
Giapponesi al voto per la Camera alta tra crisi internazionale e caro prezzi
05/07/2022 13:01
Sisma in Hokkaido, 1.600 persone ancora sfollate
13/09/2018 08:41


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”