16/01/2017, 08.47
TAIWAN
Invia ad un amico

Un premio per la “gente nascosta”: i 30 che migliorano la vita degli altri nelle periferie

di Xin Yage

Il premio è ideato e conferito dal Kuangchi Program Service (光啟社) con la collaborazione di AsiaNews e della Conferenza Episcopale Regionale Cinese. Premi donati per categoria: impegno sociale; musica; arte; annuncio di fede; insegnamento ed educazione; lavoro per i migranti; l’accompagnamento spirituale; la responsabilità verso la società. A Papa Francesco piace il programma “Non io (wu wo)”, che significa: "non sono importante io, ma sono importanti le persone che servo".

Taipei (AsiaNews) – Il 14 gennaio scorso si è tenuta la prima edizione del Premio al servizio disinteressato (無我服務獎30) conferito a 30 persone che in maniera anonima si sono date da fare per migliorare le condizioni di vita altrui e per la diffusione di uno spirito di riconciliazione nei loro villaggi, o quartieri di residenza in città e nelle loro comunità di appartenenza, sia cristiane sia laiche.

L'idea di questo premio - ideato e conferito da Kuangchi Program Service (光啟社) con la collaborazione di AsiaNews e della Conferenza Episcopale Regionale Cinese - è nata dalla "comunità virtuale" generata dal programma televisivo domenicale Oh my God che ora sta terminando la seconda stagione sul canale 37 della televisione taiwanese, con 25 puntate già andate in onda. Padre Jerry Martinson (丁松筠神父), che appare settimanalmente nel programma insieme a due giovani conduttori televisivi, dice che "la nostra troupe televisiva va ogni settimana in un luogo diverso di Taiwan e filma l'operato della comunità cattolica: molte opere e istituzioni sono una novità anche per me che vivo qui da 51 anni! Grazie a questo programma ci rendiamo conto dell'opera di tante suore, laici, e preti locali che hanno aiutato e continuano ad assistere molte persone disagiate e a costruire una comunità di fede".

L'idea originale era quella di far vedere come il messaggio di papa Francesco, con la sua attenzione per le periferie e per gli esclusi, si incarna ogni giorno nella società taiwanese. "Sappiamo del grande lavoro della comunità cristiana, ma è comunque una sorpresa vedere i frutti abbondanti di anni di lavoro e di dedizione" dice Jessica Chuang (莊麗紅社長), presidente di KPS.

L'arcivescovo John Hong, che ha consegnato parte dei premi e ha guidato la benedizione finale, ha sottolineato come "oggi abbiamo premiato la gente nascosta che normalmente passa inosservata ma che compie il vero lavoro di aiuto ai fratelli. La loro testimonianza è importantissima e ci dà un grande esempio e un grande incoraggiamento". La prima personalità a conferire i premi è stata il vicepresidente di Taiwan, Chen Jien-jen (陳建仁副總統), che ha voluto trovare venti minuti nella sua fitta agenda "per essere parte di questo gesto di gratitudine alle persone che sostengono ogni giorno la comunità taiwanese". Accanto a lui anche l'inviato del Vaticano, mons. Sladan Cosic (高德隆蒙席), si è detto contento di essere presente per rappresentare papa Francesco e il suo spirito di vicinanza alle persone in difficoltà, sull'esempio di Gesù. Il nome di questo evento (premio alle trenta persone che compiono un servizio disinteressato, 無我服務獎30) è nato da un regalo a papa Francesco lo scorso anno da parte di un gruppo di produttori del Kuangchi Program Service. Sul ventaglio con caratteri cinesi consegnato al papa c'era scritto “wu wo” (無我), letteralmente "non io", che vuole esprimere la frase: "non sono importante io ma sono importanti le persone che servo". Questa frase aveva attirato l'attenzione di Francesco che aveva incoraggiato a continuare la missione nello stesso spirito. “Wu Wo” (無我) è quindi diventato l'inizio del titolo dei premi.

Alcune delle persone premiate erano già state intervistate da AsiaNews, mentre la stragrande maggioranza è stata poi scoperta durante le riprese di Oh my God. I titolari dell'ufficio fundraising del Kuangchi Program Service, signor Dean Ferng (馮益峰老師) e padre Emilio Zanetti (蔡明隆神父) raccontano che "è stato sorprendente ricevere più di tremila lettere scritte a mano (!) oltre alle altra migliaia di emails e di messaggi sui nostri siti nei social media, nel corso di questi mesi come ringraziamento per il programma e come incoraggiamento a continuare la produzione per ricordare e rilanciare la nostra missione a Taiwan e nel mondo cinese. La cosa toccante sono le persone sconosciute che in passato hanno ricevuto sostegno e vicinanza da parte di ospedali, scuole, conventi, parrocchie, comunità di preghiera, laboratori artistici e altre innumerevoli iniziative e istituzioni legate a questa generosa missione che in nome dell'amicizia e della solidarietà travalica i limiti di fede, età, genere e ideologia. E' stato un ottimo inizio, da ora in poi ogni anno continueremo a scoprire trenta persone veramente disinteressate".

Quest’anno i premiati sono divisi in otto categorie: la prima per l’impegno sociale con suor Loewe Marianeldis (呂薇修女), suor Hilda (何華珍修女), suor Petronelly Keulers (柯德蘭修女) e la signora Zheng (鄭萊頤). La seconda categoria riguarda la professione musicale, in cui sono premiati la signora Chen (陳鳳文),  la signorina Su (蘇開儀) e la rock band Yongchun Street Number One (永春一號). Il terzo gruppo premia l’arte: la signora Lin (林陳玉里),  la signora Hsiao (蕭玉惠), la signorina Chiou (邱碧霞), la signora Zhang (張秀錦), la signora Chen (陳紫美) e il regista Jiang (蔣國良). Per il quarto gruppo, riguardante l’annuncio di fede, sono premiati la signora Huang (黃貞瑪), la signorina Zhao (趙榮珠), la signora Wang (王世芊) e il signor Chen (陳磊仕). Il quinto gruppo riguarda l’insegnamento e l’educazione, con la signorina Wang (王漪), il professor You “Long man” (游佳穆), la professoressa Ouyang (歐陽台英) e il professor Wang (王年燦). La sesta categoria premia il lavoro per i migranti: il sig. Mhike So (蘇山石) e i padri Wu (吳嘉德神父) e Peter Gerard O’Neill (阮文雄神父) mentre la settima, per l’accompagnamento spirituale, vede premiati il vescovo aborigeno Tseng (曾建次輔理主教), il fratello responsabile dell’infermeria Jose Maria Diez (狄若石修士), la giovane responsabile dei giovani cattolici di Kaohsiung, signorina Huang (黃佳音) e il sign. Yao (姚凌森) molto attivo in due parrocchie di Taipei. L’ottava categoria riguarda gli incarichi di responsabilità collettiva con i signori Ou (歐晉德 ) e Sun (孫大川). Al prossimo anno!

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Un premio ad ‘Uncle Jerry’, una vita di fede vissuta nei media
02/10/2017 10:07
Papa Francesco, Matteo Ricci e i missionari alla tivu di Taiwan e della Cina popolare
12/05/2017 10:55
Taiwan, arriva nelle librerie lo “stile di papa Francesco”
14/04/2015
Più di 360 milioni di telespettatori per la prima del film sul gesuita Giuseppe Castiglione, il pittore degli imperatori
20/04/2015
Filippine: oltre 6milioni di giovani abbandonano la scuola
05/11/2009


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”