02/10/2019, 13.15
BANGLADESH
Invia ad un amico

Vedova uccisa a Gazipur. Si sospetta una disputa per il possesso di terreni

di Sumon Corraya

La vittima si chiama Varonica Rozario e lascia tre figli. Lavorava come assistente in un liceo cattolico per ragazze. Da giorni è scomparso anche un cantante, volto noto della tradizione musicale Baul.

Gazipur (AsiaNews) – Una donna di 50 anni è stata uccisa con diverse coltellate e abbandonata in una pozza di sangue nel villaggio di Ulukhola a Gazipur, in Bangladesh. La vittima si chiama Varonica Rozario, era vedova e lascia tre figli. La signora era un membro della comunità cattolica di Mathbari, nell’arcidiocedi di Dhaka, e lavorava come assistente nella scuola locale gestita dalla chiesa, la Mathbari Girls’ High School. Ad AsiaNews Luban Rozario, figlia maggiore di Varonica, denuncia che sua madre “è stata uccisa per una questione terriera. Ci dicevano che non potevamo vivere su questo terreno”.

L’omicidio di Varonica è avvenuto il 30 settembre nella sua stanza. Gli assassini le hanno inferto otto coltellata, colpendola alla gola, agli occhi e alla testa. AKM Mijanul Haq, funzionario della polizia di Kaliganj, riferisce: “Non riusciamo a capire il motivo dell’omicidio. Siamo alla ricerca dei colpevoli”.

Il giorno prima dell’assassinio, la figlia minore era partita per andare a insegnare a Chattogram (nel sud del Paese). Varonica, rimasta vedova otto anni fa, era sola in casa quando è stata aggredita. Gli inquirenti hanno trovato un pesce messo a scongelare vicino ai fornelli per la cena. L’abitazione è stata messa a soqquadro.

Bablu Rozario, membro dell’unione municipale, racconta che “Varonica non aveva nemici. Non riusciamo a capire perché sia stata uccisa”. Il parroco della chiesa frequentata dalla donna e i cristiani locali protestano per l’omicidio. P. Ujjol Rozario afferma: “Le persone di Ulukhola vivono nella paura. Chiediamo sicurezza per il nostro popolo. Gli omicidi avvengono per requisire le terre. Le autorità devono catturare gli assassini e fare giustizia”. Nirmol Rozario, presidente della Bangladesh Christian Association (Bca), esprime “preoccupazione a nome di tutta la comunità cristiana. Chiediamo alla polizia d’indagare”.

Intanto da giorni si sono perse le tracce di Subash Rozario (foto 2-3), 39 anni cattolico, famoso cantante della tradizione musicale Baul (mistica). Egli è scomparso il 24 settembre da Chatmohor, vicino Pabna, nella diocesi di Rajshahi. Il cantante appartiene alla parrocchia di Mariabad Borni, di Natore. È apparso in diversi programmi televisivi e show culturali. Il presidente della Bca protesta: “La polizia è negligente nelle ricerche. Chiediamo che torni a casa in sicurezza”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Rajshahi, islamisti uccidono un docente: ha vietato il burka nelle sue classi
17/11/2014
Diritti terrieri e contrasti matrimoniali: cattolici formati da esperti di Giustizia e pace
15/07/2019 11:59
Video-minaccia dell’Isis: uno dei jihadisti è un famoso cantante di talent show
09/07/2016 11:01
Sr Nirmala testimone di Cristo fra gli indù del suo paese natale
07/03/2004
India: pressioni fisiche e psicologiche, le vedove si gettano ancora sulle pire dei mariti
01/06/2006


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”