1 Ottobre 2014 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile




Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 19/04/2005
ISRAELE-VATICANO
Benedetto XVI, la chiarezza della fede, unità per i cattolici e base del dialogo con ebrei e islam
P. Jaeger: "Solo partendo da una ferma conoscenza della fede il dialogo con altre religioni è fruttuoso".

Gerusalemme (AsiaNews) – L'elezione di Benedetto XVI è la più grande, l'unica consolazione al dolore lasciato nel nostro cuore dalla morte di Giovanni Paolo II. P. David-Maria A. Jaeger, giurista francescano in Israele, commenta così ad AsiaNews la nomina del nuovo pontefice. "Questa scelta è di fondamentale importanza soprattutto per la cattolicità – spiega p. Jaeger - perché nessuno come Ratzinger ha saputo esprimere e proclamare con chiarezza quella che è la fede della Chiesa". Secondo p. Jaeger attorno a questa proclamazione "chiara" si concentra "un fattore di unità ritrovata tra tutti i fedeli di Cristo".

Il religioso è convinto che la solidità della fede del nuovo papa darà un apporto fondamentale al dialogo con le altre confessioni cristiane e con le religioni non cristiane, in particolare ebraismo e islam. Il francescano, esperto giuridico dei rapporti tra Santa Sede e Stato di Israele, ha aggiunto che "solo partendo dal possesso di una sicura conoscenza e accettazione della stessa fede cristiana e cattolica possiamo sperare in un dialogo interreligioso che dia frutti". "Il dialogo - spiega - non è possibile e non è fruttuoso se i partecipanti non hanno una conoscenza, una coscienza e una concezione chiara e completa della propria fede".

Per quanto riguarda i negoziati tra Santa Sede e Israele, in corso da 13 anni, p. Jaeger, vicino ai tavoli delle trattative, si dice ottimista: "Giovanni Paolo II non ha avuto la possibilità di vedere il compimento di questa sua grandissima iniziativa, mi auguro però che tra non molto lo possa fare Benedetto XVI". Già anni fa la stampa aveva rivelato che il card. Ratzinger aveva fatto parte del ristretto comitato di cardinali con i quali Giovanni Paolo II si sarebbe consultato prima di decidere la firma dell'Accordo fondamentale con lo Stato di Israele, nel 1993. "Per questo sono fiducioso: il papa Benedetto XVI entra nell'esercizio delle funzioni già informato dei problemi e degli argomenti principali dei rapporti con Israele, che spero siano uno degli argomenti, che lui e la sua curia seguiranno con attenzione".

Proprio in questi giorni sono in corso ulteriori negoziati tra Vaticano e Israele.

invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
21/04/2005 ISRAELE – VATICANO
Israele e Vaticano: "sostanziali" gli ultimi colloqui
19/09/2005 ISRAELE – VATICANO
Israele - Vaticano: papa "ansioso" di vedere applicato l'Accordo Fondamentale
di Arieh Cohen
11/01/2006 israele - vaticano
Nuovo incontro fra Israele e Santa Sede, nella crisi del dopo-Sharon
di Arieh Cohen
04/07/2004 vaticano - israele
Riprendono (grazie agli USA) i negoziati con la Santa Sede
11/10/2004 israele - vaticano
Ospedali cattolici e malati terminali braccati dal fisco israeliano
Articoli del dossier
vaticano
Benedetto XVI, cooperatore della Verità
Vaticano
Benedetto XVI: Attuare il Concilio nella società globalizzata
VATICANO
Fumata bianca: eletto il nuovo papa
VATICANO
Joseph Ratzinger è il nuovo papa
VATICANO
Papa Benedetto XVI (scheda)
VATICANO
Primo Regina Caeli per Benedetto XVI
CINA - VATICANO
La Chiesa sotterranea prega che Benedetto XVI visiti la Cina
COREA DEL SUD - VATICANO
Attese e speranze della Corea nel nuovo Papa
VATICANO
Prima udienza del papa: Benedetto, un programma per la riconciliazione e la rinascita dell'Europa
IRAQ - VATICANO
Vescovo di Mosul: “Nel viso e nelle parole del papa l’umiltà di Cristo”
corea del sud - vaticano
Folla di sudcoreani alla messa per Benedetto XVI
INDONESIA
Indonesiani "scoprono" un papa diverso da quello conosciuto in TV
cina - vaticano
Sacerdote cinese: "Auguri, Santo Padre, ti assicuriamo la nostra fedeltà"
india - vaticano
India: Né conservatore, né progressista, questo papa è centrato sulla fede in Cristo
Filippine - Vaticano
Benedetto XVI, umile, darà la vita per l unità della Chiesa
VATICANO
Benedetto XVI: "Non la mia volontà ma, con tutta la Chiesa, fare la volontà del Signore"
VATICANO
A S. Pietro 500 mila persone per la messa di insediamento di Benedetto XVI
vaticano
Papa ai giornalisti: "Grazie per il vostro lavoro"
pakistan - vaticano
Pakistan, preghiere e simpatia per il nuovo papa
VATICANO
Benedetto XVI: nel nome delle radici europee, della missione e dell'ecumenismo
Vaticano
Prima udienza di Benedetto XVI al collegio dei cardinali
Cina – Taiwan – Vaticano
In arrivo la delegazione taiwanese alla messa di Benedetto XVI
COREA DEL SUD-VATICANO
Card. Kim: "il Papa conosce ed è conosciuto nel nostro Paese"
cina - vaticano
La fumosa barriera di Pechino nei rapporti con la Santa Sede
HONG KONG-VATICANO
Mons. Zen: il nuovo papa, strenuo difensore dell'integrità della fede
INDONESIA - VATICANO
Musulmani in Indonesia: il papa getterà ulteriori ponti tra le religioni
VATICANO
I movimenti applaudono Benedetto XVI
INDIA-VATICANO
Sr. Nirmala: Madre Teresa sarà santa con Benedetto XVI
INDIA-VATICANO
India: il nuovo papa, un gigante dell'intelletto e l'uomo giusto per i nostri tempi
cina - vaticano
Il Primo ministro cinese riafferma le pre-condizioni per i rapporti col Vaticano
INDONESIA - VATICANO
Indonesia: i cattolici sperano in un papa tra tradizione e dialogo
COREA DEL SUD - VATICANO
Cattolici, buddisti e protestanti coreani salutano il nuovo papa
RUSSIA - VATICANO
Metropolita Kondrusiewicz: "Con Benedetto XVI la Chiesa si desta a nuova vita"
INDIA-VATICANO
Vescovi indiani: la fede profonda di Ratzinger per la sete di Dio nei giovani
CINA - VATICANO
Cattolici in Cina: "Leggiamo da tempo i suoi libri. Ci piace l'umiltà di Benedetto XVI"
LIBANO-VATICANO
"Oggi lo Spirito si è mostrato alla Chiesa"
INDIA-VATICANO
India: "i cattolici promettono al nuovo papa amore ed obbedienza"

In evidenza
IRAQ-VATICANO
"Adotta un cristiano di Mosul": il grazie del vescovo per i primi aiuti
di Amel NonaMons. Amel Nona, vescovo caldeo di Mosul, anch'egli rifugiato, ringrazia tutti i donatori della campagna lanciata da AsiaNews. La situazione è sempre più difficile per il numero enorme di profughi e per l'arrivo dell'inverno e della neve, che rendono impossibile alloggiare nelle tende o all'aperto. La crisi, un'occasione che rende attiva la fede dei cristiani.
ITALIA - IRAQ
Continua la campagna "Adotta un cristiano di Mosul". Già raccolti oltre 350mila euro
di Bernardo CervelleraInviate al patriarca di Baghdad e ai vescovi del Kurdistan le donazioni ricevute fino al 31 agosto. La campagna serve a nutrire, alloggiare, vestire, consolare oltre 150mila profughi cristiani, yazidi, turkmeni, sciiti e sunniti, fuggiti dalla violenza dell'esercito del Califfato islamico. Una generosa partecipazione dall'Italia e da tutte le parti del mondo. Donazioni anche da chi è povero e senza lavoro. Una speranza per il mondo, per chi soffre e per chi dona.
IRAQ-ITALIA
"Adotta un cristiano di Mosul": il grazie del Patriarca Louis Sako; le preoccupazioni del vescovo del Kurdistan
di Bernardo CervelleraIl capo della Chiesa caldea ringrazia per la campagna di AsiaNews e spera che "questa catena di solidarietà si allunghi". Aiutare i profughi a rimanere in Iraq. Ma molti vogliono fuggire all'estero. Il vescovo di Amadiyah, che ha accolto migliaia di sfollati nelle chiese e nelle case: Aiutiamo anche arabi (musulmani) e yazidi, in modo gratuito e senza guardare alle differenze confessionali.

Dossier

by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
by Lazzarotto Angelo S.
pp. 528
by Bernardo Cervellera
pp. 240
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate