26 Settembre 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 26/04/2005, 00.00

    corea del sud - vaticano

    Folla di sudcoreani alla messa per Benedetto XVI

    Thomas Hong-Soon Han

    Presenti tutti i vescovi, autorità politiche e leader di altre religioni. Mons. Tchoi: "l’esercizio dell’autorità e del potere del Papa non può essere interpretato in termini sociopolitici".

    Seoul (AsiaNews) – Una solenne messa di ringraziamento per l’insediamento di Benedetto XVI è stata concelebrata ieri da tutti i vescovi coreani, alla presenza di mons. Emil Tscherrig, nunzio apostolico, del ministro dell’Unificazione Cheong Dong-young in rappresentanza del governo, di leader delle altre Chiese e delle altre religioni, molti membri del corpo diplomatico.

    Al rito, presieduto da mons. Andrea Tchoi Chang-mu, presidente della Conferenza episcopale, erano presenti molti sacerdoti e religiosi; la cattedrale era gremita dai fedeli: molti non hanno potuto entrare e quindi hanno dovuto assistere alla Messa da fuori tramite un maxischermo.

    Prima dell’inizio della messa, mons. Nicholas Cheong Jin-suk, arcivescovo di Seoul, ha ringraziato tutti i fedeli per le preghiere offerte per elezione del Papa ed ha rivolto ai fedeli l’invito a pregare ardentemente per Benedetto XVI perché possa compiere il suo ministero petrino in modo fruttuoso.

    Nella sua omelia, mons. Tchoi ha affermato che "il papato è il carattere visibile che Gesù ha stabilito come segno della grazia per la salvezza degli uomini. Perciò, l’esercizio dell’autorità e del potere del Papa non può essere interpretato in termini sociopolitici". "Il papato – ha spiegato - è un ministero di servizio, quindi valutarlo come conservatore o come progressista non è giusto". "Tutto deve essere visto in base al fondamento e al principio della crescita della Chiesa".

    Parlando alla fine della messa, mons. Tscherrig ha presentato, a sua volta, la figura di Benedetto XVI, riassumendo i punti centrali del suo messaggio del 20 aprile scorso, sottolineando la volontà del nuovo Papa di "seguire le orme del Concilio Vaticano II e del predecessore Giovanni Paolo II" e l’impegno per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso.

    Tutti le radio, le televisioni e i giornali sudcoreani hanno seguito con servizi e programmi speciali il Conclave e l’elezione di Benedetto XVI.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    18/04/2005 Vaticano - Conclave
    Card. Ratzinger: Un pastore che ci guidi alla conoscenza di Cristo

    Si va costituendo una dittatura del relativismo che non riconosce nulla come definitivo e che lascia come ultima misura solo il proprio io e le sue voglie. La misericordia di Cristo è "la vendetta" di Dio. La fede è fonte di unità e sola cambia la terra da "valle di lacrime in giardino di Dio".



    08/04/2005 vaticano
    La morte di Wojtyla e il seme della promessa


    23/04/2005 pakistan - vaticano
    Pakistan, preghiere e simpatia per il nuovo papa


    26/04/2005 IRAQ - VATICANO
    Vescovo di Mosul: “Nel viso e nelle parole del papa l’umiltà di Cristo”

    Speranze, gioia e preghiere dei cristiani in Iraq dopo l'elezione di Benedetto XVI: "Aspettiamo che visiti il nostro paese. Sarà il papa dell'Unità".



    14/10/2005 VATICANO - ISLAM
    Vaticano all'Islam: "continuiamo sulla via del dialogo"

    In occasione della fine del Ramadan il Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso invia il consueto messaggio alle comunità musulmane. L'impegno per la pace, il ricordo di Giovanni Paolo II e la continuità sulla stessa strada di Benedetto XVI.





    In evidenza

    SIMPOSIO ASIANEWS
    Madre Teresa, la Misericordia per l’Asia e per il mondo (VIDEO)



    Pubblichiamo le registrazioni video degli interventi che si sono susseguiti durante il Simposio internazionale organizzato da AsiaNews il 2 settembre scorso. In ordine intervengono: P. Ferruccio Brambillasca, Superiore Generale del PIME; Card. Fernando Filoni, Prefetto della Congregazione di Propaganda Fide; Sr. Mary Prema, Superiora Generale delle Missionarie della Carità; P. Brian Kolodiejchuk, postulatore della Causa della Madre; Card. Oswald Gracias, arcivescovo di Mumbai; P. John A. Worthley, sull'influenza di Madre Teresa in Cina; una testimonianza sull'influenza di Madre Teresa nel mondo islamico; mons. Paul Hinder, vicario apostolico dell’Arabia meridionale.


    CINA - VATICANO
    Pechino diffonde la nuova bozza di regolamenti sulle attività religiose. Più dura

    Bernardo Cervellera

    Multe fino a 200mila yuan (27mila euro) per “attività religiose illegali” da parte di cattolici o altri membri di comunità sotterranee. Fra le “attività illegali” vi è la “dipendenza dall’estero” (ad esempio il rapporto col Vaticano). Si predica la non discriminazione, ma ai membri del partito è proibito praticare la religione anche in privato. Precisi controlli su edifici, statue, croci. Controlli serrati anche su internet. Forse è la fine delle comunità sotterranee.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®