News

Stamattina la preghiera alla Salus populi romani e alle 19 la partenza per Bangkok dove arriverà domani. Il programma del 32mo viaggio apostolico di Francesco.

| 19/11/2019
| VATICANO
di Wang Zhicheng

La statua svettava sul campanile della chiesa di Linjiazhuang. Strappata anche la croce dalla chiesa di Wuda (Mongolia Interna) e dalla chiesa di Zhumadian (Henan). Per il Fronte unito le croci sono “troppo visibili”.

| 19/11/2019
| CINA-VATICANO

I Pasdaran minacciano azioni “decisive” nel caso di ulteriori manifestazioni. Restano pesanti blocchi alla rete internet. Secondo alcuni testimoni le dimostrazioni continuano. Le scuole in decine di centri restano chiuse e le forze di sicurezza pattugliano le strade. Un migliaio gli arresti. 

| 19/11/2019
| IRAN
di Nirmala Carvalho

Il capo dell’esecutivo locale si è insediato a maggio di quest’anno. Leader cristiano condanna le calunnie lanciate da Kanna Lakshminarayana, presidente statale del Bharatiya Janata Party. La percentuale di cristiani è in diminuzione. “È da irresponsabili pronunciare commenti simili solo per alimentare il sospetto e la divisione”.

| 19/11/2019
| INDIA
di Paolo Fossati

Il pontefice arriverà domani nella capitale per una visita apostolica di tre giorni. I cattolici rappresentano lo 0,46% della popolazione del Paese. L’evento ha suscitato grande curiosità verso la loro fede. Il parroco della chiesa di St. Louis: “Il Santo Padre porterà un messaggio di pace e amore. I giovani sono euforici”.

| 19/11/2019
| THAILANDIA-VATICANO
di Alberto Berra

Nabeshima Tomohisa, 52 anni, kannushi (sacerdote-capo) del santuario di Yutoku Inari a Kashima (prefettura di Saga, isola del Kyushu), parla delle sue speranze legate alla visita di papa Francesco in Giappone (23-26 novembre). “Anche se di religioni diverse, abbiamo lo stesso cuore e gli stessi desideri da esprimere: soprattutto il dono della pace nel mondo”. “Il Cristianesimo è una religione degli stranieri però Cristo e Maria sono come i nostri zii che abitano vicino a noi”.

| 19/11/2019
| GIAPPONE-VATICANO

La terza Giornata mondiale dei poveri si è tenuta il 17 novembre. La visita dell’arcivescovo di Dhaka era organizzata dalla Caritas. I minori hanno raccontato storie di soprusi e violenza. Centri d’accoglienza danno una nuova speranza nella vita. “Dio ci ama”, dicono i bambini, in maggioranza musulmani.

| 19/11/2019
| BANGLADESH
di Nabil Antaki*

I religiosi raccontano di una crisi economica “molto forte”, un alto tasso di disoccupazione, povertà e un costo della vita vertiginoso. Le violenze legate all’offensiva turca nel nord-est parte “di un copione già scritto”. Le iniziative promosse dai cristiani per far fronte agli enormi bisogni. La guerra sembra finire, ma la pace è ancora lontana. 

| 19/11/2019
| SIRIA
di Paul Wang

Mancano di cibo e medicine. Genitori supplicano in ginocchio la polizia di lasciare liberi i loro figli. Catene umane per portare cibo agli assediati, fermate dalla polizia. Circa 200 ragazzi della scuola media superiore portati fuori dall’università. Almeno 100 di loro, 18enni o più, sono stati arrestati. Gli altri verranno arrestati in seguito. Da domani riaprono le scuole.

| 19/11/2019
| HONG KONG - CINA

Nel 2017 in Afghanistan l’aria tossica ha ucciso più di 26mila persone; lo stesso anno il conflitto armato ha provocato quasi 3.500 vittime. Le peggiori condizioni dell’aria si registrano a Kabul. L’amministrazione invita a non bruciare i rifiuti, ma i poveri non hanno altri mezzi per riscaldarsi.

| 19/11/2019
| AFGHANISTAN

Per il segretario di Stato Pompeo lo status dell’area va “negoziato” e gli Usa hanno “aumentato le probabilità di pace”. Plaude Netanyahu: decisione che “corregge un errore storico”. Duri i palestinesi: rischi per “stabilità, pace e sicurezza”. L’Ue considera invariata la posizione in materia. 

| 19/11/2019
| ISRAELE - PALESTINA - USA
Denise Ho Thanksgiving (credits to Guardians of Hong Kong)
Pope Francis celebrates mass with young people 3of3
Pope Francis celebrates mass with young people 2of3
Cerca nell'archivio di AsiaNews