News
di Santosh Digal

“Non è altro che una serie di assassinii extragiudiziali”. Più di 12mila vittime nelle operazioni di polizia. Tossicodipendenti e famiglie, l’azione della Chiesa per l’assistenza ed il recupero. Gonfiati i dati del governo sull’utilizzo di droghe nel Paese.

| 12/09/2017
| FILIPPINE
di Nirmala Carvalho

La manifestazione è in corso presso il monumento Jantar Mantar. I partecipanti sono guidati da Udayani, il forum sociale dei gesuiti di Calcutta. Al centro della disputa, l’applicazione della legge che tutela i lavoratori delle aree rurali. Tra le richieste, l’aumento dei giorni di lavoro garantiti da 100 a 240.

| 12/09/2017
| INDIA

Il sacerdote salesiano era stato rapito da terroristi islamici a Aden nel 2016, quando sono state trucidate quattro suore di Madre Teresa. Il vicario dell'Arabia meridionale e il presidente della Conferenza episcopale indiana ringraziano i governi che hanno aiutato per la liberazione e tutti coloro che hanno pregato per il suo rilascio. Il grazie di Sr Prema, superiora delle Missionarie della Carità: La foto di p. Tom era fissa sulla tomba di Madre Teresa.

| 12/09/2017
| YEMEN-INDIA
di Vladimir Rozanskij

Il presidente ucraino ha chiesto al Patriarcato ecumenico Bartolomeo l’autocefalia per le Chiese orientali nel Paese. Al presente vi sono la Chiesa ortodossa ucraina, di obbedienza moscovita; quella di Kiev, separata da Mosca; quella greco-cattolica. Contese storiche e pratiche sugli edifici religiosi. Dal patriarcato di Mosca: questioni di giurisdizione ecclesiastica vanno risolte all’interno delle stesse Chiese, senza ingerenze da parte dei capi di Stato.

| 12/09/2017
| RUSSIA-UCRAINA

Riaperto nel 2016, l’Icv raccoglie l’eredità degli istituti confiscati dalle autorità nel 1975. Allora esistevano due università cattoliche in Vietnam: Da Lat e Saigon. Diciotto studenti hanno portato a termine i corsi del primo anno. Iscritti al prossimo altri 53, tra cui 15 religiose e 9 laici. La prospettiva di avere studenti giapponesi, cambogiani e laotiani.

| 12/09/2017
| VIETNAM

Sono rimasti dopo la cacciata dei jihadisti. Provengono per la maggior parte dalla Turchia e dai Paesi dell’ex-Unione Sovietica. Sono sottoposti a misure di sicurezza restrittive. Timore di tensioni con gli iracheni sfollati. Molte mogli sono state portate in Iraq con l’inganno. 

| 12/09/2017
| IRAQ
di Wang Zhicheng

Il direttore dell’Amministrazione statale per gli affari religiosi difende i nuovi regolamenti sulle attività religiose. Il “pericolo” di discussioni religiose su internet e di raduni religiosi “illegali”.

| 12/09/2017
| CINA
di Shafique Khokhar

Sheron Masih aveva 17 anni e frequentava la scuola pubblica da pochi giorni. I compagni di classe lo hanno assassinato a bastonate perché aveva tentato di bere dell’acqua. Il suo omicidio, “solo la punta dell’iceberg; al di sotto, una grande montagna di odio e discriminazione verso le minoranze”.

| 12/09/2017
| PAKISTAN

Presi di mira anche gli addetti alle ambulanze. Continuano le violenze islamiste nel Sinai contro il governo del presidente al-Sisi. 

 

| 12/09/2017
| EGITTO

La riunione urgente chiesta da Gran Bretagna e Svezia. Il Myanmar conta su Cina e Russia per bloccare qualsiasi censura. Più di 1.000 morti nelle ultime violenze in Rakhine. Dal 25 agosto almeno 313mila Rohingya sono fuggiti in Bangladesh.

| 12/09/2017
| MYANMAR - ONU

“Annacquata” la bozza degli Usa: tagli solo al 30% sull’export del petrolio, al tessile e al lavoro dei nordcoreani all’estero. Nessun blocco ai conti all’estero di Kim Jong-un. Per Pyongyang gli Usa sono “una bestia assetata di sangue”. Il premier di Seoul esclude il ritorno di testate nucleari Usa.

| 12/09/2017
| ONU-COREA
In evidenza
 

Fedeli cinesi, delle comunità ufficiali e sotterranee, esprimono i loro sentimenti sul presente e sul futuro dell’accordo provvisorio Sino-vaticano. Molti chiedono la pubblicazione del documento dell’accordo; altri che siano liberati i vescovi in prigione e che siano riconosciuti dal governo i vescovi non ufficiali. Il timore che la Cina si prenda gioco del Vaticano. Fedeltà al papa e all’unità della Chiesa, ma preoccupazione sulla crescita di vescovi “collaborazionisti”.

| 24/09/2018
| CINA-VATICANO
 
di Bernardo Cervellera

Per gli ottimisti l’accordo provvisorio è “storico”; per i pessimisti è l’inizio della svendita totale della Chiesa al Partito. Il papa è inserito nelle nomine dei vescovi. Ma non sappiamo nulla del diritto di veto. È buona la cancellazione della scomunica, ma i fedeli si aspettano una richiesta pubblica di perdono. La Cina non ha chiesto la rottura con Taiwan come condizione previa. I martiri lituani elogiati, mentre c’è silenzio su quelli cinesi.

| 24/09/2018
| VATICANO-CINA
 
di Card. Joseph Zen Ze-kiun
| 22/09/2018
| VATICANO-CINA
Avanza la sinicizzazione: la croce di una chiesa protestante bruciata ad Anyang
Qianwang Church demolished 2
Qianwang Church demolished
Cerca nell'archivio di AsiaNews