17/12/2012, 00.00
CINA - VATICANO
Invia ad un amico

É morto mons. Chen Shizhong, vescovo di Yibin. Ha ricostruito la Chiesa del Sichuan

di Jian Mei
Mons. Giovanni Chen, morto a 96 anni, ha passato diversi anni in prigione. Durante la Rivoluzione culturale ha lavorato come contadino. Riabilitato, ha ripreso i rapporti con la Santa Sede ed è divenuto un grande formatore di sacerdoti e suore.

Yibin (AsiaNews) - Mons. Giovanni Chen Shizhong, l'anziano vescovo di Yibin (Sichuan) è morto ieri in un ospedale della città all'età di 96 anni. I funerali avranno luogo domani alle 8.30 nella cattedrale.

Mons. Chen (v. foto) aveva già consacrato un anno fa il suo coadiutore, mons. Pietro Luo Xuegang, 48 anni, che gli succede come ordinario. Sarà mons. Luo a presiedere la liturgia del funerale. La salma di mons. Chen sarà tumulata nel cimitero cristiano. Entrambi i vescovi sono riconosciuti dalla Santa Sede e dal governo cinese.

Un sacerdote di Yibin ha detto ad AsiaNews che mons. Chen sarà sempre ricordato come un formatore di sacerdoti e di religiose. Grazie a lui, negli anni '80 e '90 sono riprese le vocazioni al sacerdozio e alla vita consacrata femminile.

Da ieri i cattolici locali e i fedeli di altre diocesi sono giunti a Yibin per rendere omaggio alla salma del vescovo posta nella cattedrale, con preghiere, rosari e messe.

La diocesi di Yibin ha 40mila fedeli, serviti da 9 sacerdoti e 7 suore.

Nato nel 1917 da una famiglia cattolica, mons. Chen è entrato nel 1927 nel seminario minore di Yibin; ha studiato poi filosofia e teologia nel seminario dell'Annunciazione nel 1938. Ordinato sacerdote nel 1947, ha servito per alcuni anni come parroco. Negli anni '50 e durante la Rivoluzione culturale (1966-1976) è stato dapprima imprigionato e poi obbligato a lavorare come contadino.

Nel 1981 è stato riabilitato ed è tornato alla sua chiesa di Yibin. Il 14 giugno del 1985 è stato ordinato vescovo. Egli è l'8° pastore, il primo cinese, della diocesi un tempo affidata alle Missioni Estere di Parigi (Mep).

In seguito egli si è riconciliato e riconosciuto dalla Santa Sede. Dal 1983 si era impegnato a preparare l'apertura del seminario cinese del Sud-ovest, con base a Chengdu. Nel 1988 egli è divenuto il rettore del seminario regionale ed ha iniziato a formare anche giovani ragazze per la vita religiosa a Yibin. Nel 1989 è ritornato  a Yibin.

Durante i suoi 27 anni di episcopato, egli ha ordinato più di 40 sacerdoti per le cinque diocesi del Sichuan e ha preso parte all'ordinazione di cinque vescovi, fra cui quella di mons. Luo, il 30 novembre 2011. A quella cerimonia era presente il vescovo illegittimo di Leshan (Sichuan), Paolo Lei Shiyin.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Card. Zen: Pechino non ha alcun rispetto per la nostra Chiesa
01/12/2011
Ordinato il vescovo di Yibin, presente il vescovo scomunicato
30/11/2011
Vescovi ordinati a Ankang e Chengdu: “La fede non è morta”. Un fallimento la “diplomazia del kowtow”
01/12/2016 10:48
Chengdu, vescovo scomunicato, difeso dalla polizia, partecipa all’ordinazione episcopale di mons. Giuseppe Tang Yuange
30/11/2016 14:39
Mons. Savio Hon: Ordinazioni episcopali senza mandato del papa, un segno del vuoto di ideali e della lotta nel Partito
15/06/2012