10/08/2012, 00.00
VIETNAM

Đà Lạt, progetti di micro-credito della Caritas per poveri e minoranze

di J.B. Vu
L’iniziativa sostenuta dal lavoro di volontari ha preso il via nel 2010. Essa si rivolge in particolare ai membri delle minoranze etniche, nelle aree rurali e montagnose. Oltre 900 famiglie hanno potuto “sfuggire alla povertà”. Volontario cattolico: con l’aiuto di Dio è possibile trovare la forza per promuovere queste iniziative.

Ho Chi Minh City (AsiaNews) - La Caritas della diocesi di Đà Lạt, nella provincia di Lâm Đồng (sud Vietnam), ha avviato un progetto di "micro-credito" per sopperire ai bisogni dei più poveri, i quali vivono al di sotto della soglia di povertà fissata a un dollaro al giorno. Il progetto ha preso il via nel 2010 ed è rivolto in particolare alle popolazioni appartenenti alle minoranze etniche, costrette spesso a vivere in condizioni di disagio all'interno di piccole comunità, senza nemmeno il fabbisogno minimo con cui sopravvivere. In questi due anni, secondo le stime interne, l'iniziativa ha permesso a oltre 900 famiglie di "sfuggire alla povertà". E per meglio raggiungere il suo scopo e centrare i molteplici obiettivi di crescita e sviluppo, l'ente cattolico ha favorito la nascita di gruppi di volontari al servizio dei poveri e degli emarginati dalla società.

Un fedele della diocesi spiega che in un primo momento "le persone coinvolte nel progetto erano timide, impaurite e non si lasciavano coinvolgere totalmente". Col tempo l'atteggiamento è cambiato e "vi è molta più partecipazione" alle attività del gruppo.

Il modello di micro-credito funziona attraverso il prestito di piccole somme di denaro, destinate ai poveri con una particolare attenzione alle minoranze che vivono nelle aree rurali o nelle regioni di montagna. In questo modo essi possono avviare attività, aiutarsi in modo reciproco e promuovere piccole realtà imprenditoriali.

Il progetto si intitola:"I poveri possono darsi una mano per uscire dalla povertà". Fra i suoi obiettivi vi è la possibilità di far studiare i figli delle famiglie povere, preservando e sviluppando al contempo la cultura tradizionale di questi gruppi minoritari. Per la comunità cristiana di Đà Lạt è motivo di orgoglio il successo registrato sinora dall'iniziativa Caritas nel settore dello sviluppo sostenibile.

Un volontario dell'ente cattolico diocesano spiega ad AsiaNews che, superate le difficoltà iniziali, "passo dopo passo ho imparato guardando all'opera delle suore e degli altri lavoratori impegnati nel sociale". Egli aggiunge che "con l'aiuto di Dio" è possibile trovare la forza e il coraggio per promuovere questo tipo di iniziative: "io sono solo un catalizzatore - conclude - e cerco di creare le condizioni per cui altri possano beneficiare del progetto di micro-credito". 

 

 

Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
India, dove il micro-credito spinge al suicidio
22/10/2010
Card Rosales: Pondo ng Pinoy, i 25 cents di carità che aprono le porte del paradiso
19/09/2015
Rivoluzione monetaria: entro il 2013, carte di credito attive in Myanmar
11/08/2012
Aborti, frutto di egoismo e materialismo, male oscuro del progresso vietnamita
17/05/2012
Hu Jintao raddoppia gli interventi economici cinesi i Africa
19/07/2012