23 Aprile 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 01/07/2008, 00.00

    CINA

    A Qingdao le Olimpiadi di vela minacciate da un'invasione di alghe



    Oltre diecimila lavoratori lottano senza sosta per ripulire l’area antistante. Già tolte più di 100mila tonnellate di alghe, ma la situazione è ancora grave (vedi le foto nell’articolo). Da anni la Cina è invasa da alghe, specie in fiumi e laghi, e un quarto della popolazione manca di fonti d’acqua potabile.

    Pechino (AsiaNews/Agenzie) – Oltre 10mila lavoratori e migliaia di volontari lottano da giorni, con ruspe e a mani nude e con più di 1.000 barche, per pulire dalle alghe 13mila chilometri quadrati del bacino di Qingdao, dove sono previste le gare olimpioniche di vela. Sono state già tolte oltre 100mila tonnellate di alghe, mentre si cerca di impedirne l’arrivo di altre nel bacino installando barriere e ripulendo la foce del Fiume Giallo.

    Si vuole bonificare entro il 15 luglio l’area, pari a circa un terzo di quella destinata alle gare di vela che iniziano il 9 agosto. Molti concorrenti già sono arrivati per iniziare gli allenamenti. Sono apparse nella zona da circa un mese, alimentate dalle sostanze portate da un eccessivo inquinamento, e sono tanto dense che impediscono perfino di nuotare. Anche se Wang Shulian, vicedirettore del locale Ufficio per pesca e oceano, dice che la loro presenza non indica con necessità problemi di inquinamento o cattiva qualità dell’acqua.

    Da anni la Cina è invasa dalle alghe, soprattutto le acque interne, quale conseguenza delle sostanze nutritive portate dall’inquinamento industriale, dall’ampio uso di nitrati nell’agricoltura e dai rifiuti cittadini. Circa un quarto della popolazione manca di fonti d’acqua potabile e sono finora risultati inefficaci gli sforzi del governo di migliorare la situazione.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    07/07/2007 CINA
    Chi inquina perde i finanziamenti bancari
    Le banche cinesi useranno questo criterio per scegliere chi dare prestiti, o chiederli indietro, in collaborazione con l’Amministrazione per la tutela dell’ambiente (Sepa). Vicedirettore Sepa: l’attuale modello di sviluppo industriale minaccia la vita delle persone

    13/07/2007 CINA
    Severe misure contro l'inquinamento dei laghi invasi da alghe
    Riguardano 3 grandi laghi da due mesi coperti da alghe che appestano la zona e tolgono l’acqua potabile a milioni di persone. Pechino teme anche nuove proteste sociali. Esperti: non basta intervenire sui laghi perché è inquinata l’intera regione. Intanto scoppia una polemica tra Sepa e l’Ufficio statistico sul costo dell’inquinamento.

    10/09/2007 CINA
    Pechino nasconde i dati sull’inquinamento idrico per paura di “un panico totale”
    Secondo un alto funzionario, buona parte delle campagne e oltre 450 città sono prive di acqua potabile. La situazione peggiora da decenni, senza alcun serio freno. Sotto accusa “l’ossessione” per la crescita economica. Annunciata la spesa di un trilione di yuan per assicurare acqua potabile e bonificare fiumi e laghi.

    02/10/2007 CINA
    Pechino “disgustosa” fa fuggire gli atleti olimpici
    Il grave inquinamento atmosferico e il caldo previsto per agosto, inducono due campioni olimpici a competere solo in una gara di corsa, anziché in più gare. Intanto gli atleti discutono come “affrontare” l’aria che i pechinesi respirano ogni giorno. I disabili e il presidente Hu.

    07/08/2007 CINA
    Una campagna di “buona educazione” per dimostrare che Pechino è una grande metropoli
    Per le Olimpiadi, vietato sputare per strada, gettare rifiuti o “saltare” le file. Il centro città sarà chiuso a gran parte del traffico e i tassisti debbono lavarsi la testa per non mandare cattivo odore. Saranno messi in vendita giornali e libri esteri, finora banditi per la severa censura.



    In evidenza

    CINA-VATICANO
    Sequestrato mons. Pietro Shao Zhumin, vescovo (sotterraneo) di Wenzhou

    Bernardo Cervellera

    La pubblica sicurezza non comunica il luogo in cui è stato portato. Ma hanno permesso ai fedeli di consegnare alcuni vestiti per il loro pastore. Il vescovo non potrà celebrare Pasqua coi suoi fedeli. Pressioni sul prelato per farlo aderire all’Associazione patriottica. Un destino simile a quello di mons. Guo Xijin. Pressioni anche sulla Santa Sede.


    CINA-VATICANO
    Scomparso da 4 giorni mons. Guo Xijin, vescovo sotterraneo di Mindong

    Wang Zhicheng

    È stato sequestrato dopo una visita all’Ufficio affari religiosi di Fuan. La Pubblica sicurezza lo ha portato in un luogo sconosciuto per farlo “studiare e imparare”. I fedeli pensano che essi vogliano costringerlo a iscriversi all’Associazione patriottica. Al suo rifiuto, è forse possibile che gli proibiscano di ritornare in diocesi. Demolita una chiesa cattolica a Fuan.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®