06/09/2004, 00.00
pakistan

A piedi o in bicicletta verso la Lourdes del Pakistan (scheda)

Mariamabad (AsiaNews) – Mariamabad (la città di Maria) è uno dei più antichi villaggi cattolici in Pakistan e meta di più di 1 milione di pellegrini all'anno. Ha oltre 100 anni e occupa una superficie di 835 ettari. Si trova a 80 km da Lahore, nel Punjab. Padre John Joseph, segretario del pellegrinaggio mariano (Ziarat-e-Muqaddasa Mariam, in lingua locale), ha raccontato ad AsiaNews la storia di questo piccolo insediamento.

"I cristiani del villaggio andavano spesso alle feste tradizionali che si tenevano nei paesi vicini. Erano un'occasione per divertirsi e incontrare persone nuove. Per settimane la gente continuava a parlare dei festeggiamenti. Nel 1949, p. Frank, un cappuccino belga poi morto martire, vedendo il richiamo di questi eventi sulla popolazione decise di organizzare qualcosa di simile a Mariamabad. Dopo aver consultato anche altri religiosi, il frate si impegnò ad organizzare una festa in onore della Madonna l'8 settembre, giorno della natività di Maria. La gente del posto aiutò p. Frank e anche gli altri villaggi furono invitati. A quello che può definirsi il primo pellegrinaggio a Mariamabad parteciparono circa 950 persone", ha detto p. Joseph. In seguito p. Frank costruì una grotta della Madonna di Lourdes e una chiesa, oggi santuario nazionale.

Hashim, abitante di Mariamabad di 72 anni, ha definito p. Frank un uomo saggio e lavoratore. "Ha investito molte energie nell'organizzazione di questo evento. È andato a Lourdes per prendere dell'acqua benedetta da portare ai poveri del villaggio che non potevano recarsi in Francia. Essenziale è stata la collaborazione della popolazione locale. Mio padre e mio zio, ad esempio, hanno lavorato in stretto contato con il frate. Tutto il villaggio si è impegnato, soprattutto dopo che molti hanno iniziato a vedere realizzate le loro preghiere. Offrivano cibo e accoglienza ai pellegrini che venivano da altre città e in questo modo il numero dei fedeli diretti a Mariamabad è aumentato giorno dopo giorno", ha raccontato Hashim.

Il 23 giugno del 1974 è nato il Comitato centrale per il pellegrinaggio mariano. Il primo presidente del comitato è stato mons. Armando Trindade, arcivescovo di Lahore. Dal 18 febbraio 2002 la carica è ricoperta da mons. Lawrence John Saldanha, anche lui arcivescovo di Lahore.

Il villaggio è meta di pellegrinaggi non solo di cristiani ma anche di musulmani. "Un musulmano Pathan di Peshawar, era venuto a pregare Maria perché implicato in un caso di omicidio. Egli aveva promesso alla Madonna che se fosse stato assolto avrebbe distribuito 100 pentole di riso ai pellegrini. Maria ha ascoltato le sue preghiere e l'uomo ha mantenuto la promessa", ha concluso Hashim.

Negli ultimi anni è molto aumentata la presenza di giovani pellegrini che arrivano a Mariamabad a piedi o in bicicletta. (QF)

Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Migliaia di fedeli raccolti a Mariamabad per il 55° pellegrinaggio mariano nazionale
06/09/2004
Mons. Saldanha a Mariamabad: "No agli attentati contro la vita e la famiglia"
08/09/2004
Nostra Signora del Riscatto centro nazionale di pelleginaggi in Kerala
15/09/2004
Lourdes: il papa sfinito, Ferragosto e le Olimpiadi
15/08/2004
Papa: la sofferenza non è inutile; è un'offerta per il mondo
14/08/2004