14 Dicembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 02/04/2009, 00.00

    CINA

    A un anno dal terremoto del Sichuan: in carcere chi vuole i nomi degli studenti morti



    La polizia arresta lo scrittore Tan Zuoren, colpevole di cercare la verità sul crollo delle scuole che hanno ucciso migliaia di studenti. A quasi un anno dal sisma manca una verità ufficiale e forse non ci sarà mai. Si spenderanno 800 milioni di euro nel 2009 per rendere le scuole più sicure.

    Pechino (AsiaNews/Agenzie) – La polizia ha arrestato il 28 marzo per “sovversione” lo scrittore Tan Zuoren, che sta compilando un elenco dei bambini morti sotto il crollo delle scuole nel terremoto del Sichuan del 12 maggio 2008. Intanto lo Stato ancora non spiega le ragioni  del crollo di tante scuole, ma annuncia che spenderà circa 800 milioni di euro per costruire scuole più sicure.

    Nel terremoto sono morte oltre 88mila persone, ma dopo quasi un anno il governo non ha compilato l’elenco “ufficiale” degli scolari morti sotto le scuole crollate.

    Il gruppo Chinese Human Rights Defenders spiega che Tan di recente ha costituito un “Archivio studenti 12.5” dove, con l’aiuto di volontari e testimoni oculari, raccoglie i nomi degli studenti morti e notizie sulla cattiva costruzione delle scuole. La polizia gli ha sequestrato documenti e dvd.

    Lo scrittore vive a Chengdu, città tra le più colpite dal sisma: qui sono morte oltre 15mila persone e nella parte vecchia sono crollati l’80% degli edifici.

    I genitori degli studenti morti dicono che le scuole erano mal costruite e spesso sono crollate mentre gli edifici circostanti sono rimasti in piedi. Accusano i funzionari locali di essersi appropriati dei fondi pubblici e di avere costruito le scuole in economia. Le autorità hanno sempre risposto che i crolli sono dipesi solo dalla forza del terremoto, ma non hanno mai reso pubblici i risultati delle indagini subito disposte. In compenso hanno presto vietato la zona alla stampa estera. Huang Qi, direttore del Tianwang Human Rights Center, è in carcere dal 10 giugno 2008 senza processo per avere scritto articoli e rilasciato interviste ai media esteri circa le proteste della famiglie.

    Anche il famoso architetto Ai Weiwei ha lanciato una campagna sul suo blog, per raccogliere tutti i nomi degli studenti morti.

    Intanto Pechino ha annunciato oggi che spenderà 8 miliardi di yuan (circa 800 milioni di euro) nel solo 2009 per rendere più sicure le scuole nelle zone soggette a terremoti, inondazioni e smottamenti, soprattutto nelle zone povere della Cina centrale e occidentale.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    24/04/2009 CINA
    Terremoto del Sichuan: il governo proibisce indagini sulle scuole crollate
    Il 12 maggio 2008 sono morti circa 10mila studenti sotto le scuole, crollate come “budini di tofu” mentre sono rimasti in piedi gli edifici intorno. Ai genitori che da allora chiedono giustizia, il governo ora chiarisce che non ci saranno indagini. L’amara rassegnazione di chi ha perso l’unico figlio.

    07/07/2008 CINA
    Bambini uccisi dalla corruzione nel Partito, più che dal terremoto
    Funzionari locali sottraggono oltre l’85% dei fondi destinati all’edilizia scolastica. Ditte costruttrici costrette a lavorare per molto meno denaro di quello preventivato, “risparmiano” sui materiali. I risultati di una prima indagine.

    13/06/2008 CINA
    L’ira di chi ha perso i figli sotto le macerie preoccupa Pechino
    Dopo un mese non ci sono risposte, né aiuti alle migliaia di genitori, ma la polizia li caccia dalle scuole crollate e arresta chi li aiuta. Nuove restrizioni per la stampa “per non disturbare” i residenti. Intanto esplodono i primi casi di corruzione per gli aiuti.

    21/04/2009 CINA
    Terremoto del Sichuan: un altro suicidio, è alto il rischio che molti lo imitino
    Si è ucciso un funzionario politico di Beichuan, straziato per la morte del figlio di 8 anni e schiacciato dalle responsabilità per la ricostruzione. Esperti: molti potrebbero suicidarsi per l’anniversario.

    09/06/2010 CINA
    Tan Zuoren, 5 anni di carcere per avere cercato la verità sulle scuole crollate nel Sichuan
    Condannato oggi l’attivista che ha indagato sulle scuole cadute come "budini di tofu", uccidendo oltre 5 mila bambini e ragazzi nel terremoto del 2008. I genitori delle vittime denunciano che le autorità colpiscono con minacce e il carcere chiunque voglia accertare le responsabilità per quelle morti.



    In evidenza

    MEDIO ORIENTE - USA
    Gerusalemme capitale, cristiani in Medio oriente contro Trump: distrugge le speranze di pace



    Il patriarcato caldeo critica una scelta che “complica” la situazione e alimenta “conflitti e guerre”. Il card. Raï parla di “decisione distruttiva” che viola le risoluzioni internazionali. Il papa copto Tawadros II cancella l’incontro col vice-presidente Usa Pence. Continua la protesta “rassegnata” dei palestinesi. Attivisti israeliani: gli Usa hanno abdicato al ruolo di mediatori nella regione. 

     


    CINA
    Le false promesse di Xi Jinping e la cacciata della ‘popolazione più bassa’ da Pechino

    Willy Wo-Lap Lam

    Decine di migliaia di migranti e le loro famiglie sono stati espulsi e mandati via dalla capitale. Eppure al recente Congresso del Partito, il presidente Xi ha promesso sostegno e aiuti contro la povertà. Nessuna ricompensa e nessun aiuto legale o caritativo per gli sfollati. Esiste nel Paese un “darwinismo sociale”, che condanna all’emarginazione le classi rurali e fa godere di privilegi e aiuti le classi cittadine. Per gentile concessione della Jamestown Foundation.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®