13/11/2008, 00.00
AFGHANISTAN
Invia ad un amico

Acido in faccia a cinque ragazze di Kandahar, “colpevoli” di andare a scuola

La responsabilità del crimine viene attribuita ai talebani, molto presenti nella zona, che durante il loro governo impedivano in modo assoluto qualsiasi forma di istruzione per le ragazze .
Kabul (AsiaNews/Agenzie) – “Colpevoli” di andare a scuola, cinque studentesse afgane sono state sfregiate con l’acido, a Kandahar, nel sud dell’Afghanistan. Nella zona ove maggiore è la presenza dei talebani, l’accaduto appare chiaramente come un tentativo di intimidazione di tutte le ragazze, alle quali, sotto il regme degli studenti coranici, era rigorosamente proibito sudiare.
 
Le ragazze, facilmente riconoscibili dalla divisa - pantaloni neri, camicetta bianca, soprabito nero e velo – stavano recandosi a scuola, quando sono state avvicinate da due uomini a bordo di una moto. “Uno – ha raccontato ad Aljazeera una delle giovani, Latefa, 16 anni – ha gettato l’acido sul viso di mia sorella Shamsia. Io – ha aggiunto – ho cercato di aiutarla, e quello ha gettato l’acido anche addosso a me”.
 
Quando la gente si è avvicinata per capire ciò che stava accadendo, ha raccontato ancora la giovane, i due assalitori sono fuggiti.
 
Shamsia, che ha 18 anni, è ricoverata in gravi condizioni. Le giovani, a quanto pare, sono state colpite con acido tolto da batterie di automobili.
 
 
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Poso, violenze anticristiane: estremisti incendiano una chiesa protestante
23/10/2012
Ragazze afghane rischiano la vita per andare a scuola
15/01/2009
Kabul, attacco a un tempio sikh: 11 morti e 200 ostaggi
25/03/2020 08:49
8 marzo in Arabia Saudita: ferite 50 studentesse che manifestano
09/03/2012
Boom dell'economia cinese, tutto a svantaggio delle donne
08/03/2004