24/05/2008, 00.00
CINA - VATICANO

Anche nella persecuzione, preghiamo la Madonna di Sheshan

di Wang Zhicheng
Un cattolico cinese della Chiesa sotterranea invia ad AsiaNews il suo messaggio in occasione della Giornata mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina. In esso sottolinea la preghiera dei fedeli in comunione con il Papa, pur fra fatiche e repressioni, e si augura di poter presto testimoniare una vera unità della Chiesa con il pontefice.
Pechino (AsiaNews) - Oggi, 24 maggio, è la giornata mondiale di preghiera per la Chiesa cattolica cinese. Per questo giorno il Papa Benedetto XVI ha anche scritto personalmente una preghiera alla Madonna di Sheshan. Ringraziamo Dio e la Vergine Maria. Desideriamo ringraziare anche il Papa e preghiamo per la grande Cina.
 
Stiamo pregando da tanto tempo con le parole scritte dal Papa per la Madonna di Sheshan: con la bocca e col cuore ci uniamo per diventare una sola persona nel Signore, mentre affidiamo i nostri compatrioti cinesi alla Madre celeste. Offriamo questo dono a tutti gli amici nella fede, che questa preghiera viva in noi e possa giungere fino al cielo, così che il Signore faccia il grande dono della conversione al popolo cinese. regiamo perchè la Cina possa al più presto godere di piena libertà religiosa, affinché un giorno possiamo manifestare una comunione piena e visibile con il Santo Padre, e testimoniare l’amore per il mondo intero.
 
Tra la fine di aprile e l’inizio del maggio di quest’anno, i cattolici di tutto il Paese si sono preparati a rispondere alla chiamata del Papa per un pellegrinaggio a Sheshan. Il governo, l’Ufficio affari religiosi e l’Associazione Patriottica si sono però uniti per impedirlo. Il nostro desiderio di effettuare questo pellegrinaggio non si è potuto realizzare nel mese di maggio, dedicato a Maria. Non riusciamo a capire: come può un pellegrinaggio pacifico creare tanta paura nei funzionari governativi, tanto da affrontarlo come se fosse un grande nemico? Anche la Lettera del Papa per la Chiesa cattolica in Cina - così fraterna e dolce -  è ancora un tabù per il governo, che frena la distribuzione e la discussione.
 
Proprio per questo, il 6 maggio il governo ha oscurato un sito web cattolico, il “club della fede cattolica” che ha una storia lunga 6 anni e più di 9mila membri. Il vescovo di Shanghai, mons. Fan Zhongliang, ed i sui sacerdoti sotterranei sono stati posti dalla polizia agli arresti domiciliari e sono impediti nel loro ministero. Ai sacerdoti non ufficiali è proibito celebrare la messa.
Il clima attuale della diocesi di Baoding è anche molto pesante: i luoghi di incontro dei cattolici sono stati chiusi e questi sono costretti ad incontrarsi in casa. Il 4 maggio, i poliziotti hanno circondato il santuario di Donglu a Baoding per arrestare i sacerdoti, ma i fedeli si sono ribellati e li hanno protetti: i sacerdoti non sono stati arrestati.
 
I parrocchiani di Qicun della contea di Fuping (diocesi di Sanyuan) raccontano: “Il 23 maggio, i poliziotti hanno assediato la chiesa. Ora seguono il nostro parroco perfino quando deve andare il bagno”. Oggi, soltanto i fedeli di Shanghai con uno speciale permesso sono andati a Sheshan. Tuttavia, la maggior parte dei fedeli di Shanghai non sono riusciti ad ottenere questo permesso: per i fedeli non ufficiali è stato impossibile. Il Papa è molto interessato a questo santuario, ma proprio quest interesse crea un batticuore per il governo. Il santuario è uno specchio per misurare la libertà della Chiesa cattolica in Cina. I numerosi pellegrinaggi del passato non esistono più: attualmente si vedono solo controlli ed interferenze.
 
Santa Maria, nostra  Madre, proteggi la Santa Chiesa in Cina, e prega per noi. Affinché la Chiesa cinese possa raggiungere la piena comunione, in sé stessa e con la Chiesa universale, sotto l’indicazione dello Spirito Santo e la guida del Santo Padre, senza nessuna paura di sacrificio, per testimoniare il Signore con coraggio. Fa' conoscere il Signore a più persone, che si possano convertire a Lui, così che tutti i cristiani possano essere disposti a lavorare insieme per l’evangelizzazione, aspettando la venuta gloriosa del Signore, unica via di salvezza.
 
Nostra Signora di Sheshan, Maria Aiuto dei cristiani, prega per noi!
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Almeno 20mila cattolici pregano a Sheshan per la Chiesa in Cina
24/05/2016 12:20
Cristiani di Cina e del mondo ‘uniti spiritualmente’ dalla Madonna di Sheshan
24/05/2018 04:26
Evangelizzare la Cina per il bene della società, chiedendo la fine delle persecuzioni
26/05/2016 11:43
Sacerdote cinese: Le gioie e i dolori della mia missione, soffocata dalla politica
01/06/2017 10:37
Sacerdote della Chiesa ufficiale: No a un compromesso politico fra Cina e Vaticano
31/05/2017 11:53