29/04/2016, 09.00
INDIA
Invia ad un amico

Andhra Pradesh: un vescovo cattolico rapito e malmenato per ore

Mons. Gallela Prasad è il vescovo di Cuddapah e stava ritornando dal distretto di Kadapa, dove aveva celebrato una messa. L’automobile sulla quale viaggiava è stata fermata da ignoti, che hanno bendato lui e l’autista e malmenato i due per tutta la notte. La Federazione delle Chiese telegu ha sporto denuncia e ha chiesto alle autorità di registrare il caso per “garantire la sicurezza dei cristiani”.

Secunderabad (AsiaNews) – La comunità cristiana dell’Andhra Pradesh è di nuovo sotto attacco. Questa volta, ad essere colpito è stato uno dei vertici della Chiesa locale. Si tratta di mons. Gallela Prasad, vescovo della diocesi di Cuddapah, aggredito da ignoti mentre ritornava da Karunagari (nel distretto di Kadapa), dove aveva celebrato una funzione religiosa. La Federazione delle Chiese telegu (Ftc), organo al vertice delle varie denominazioni cristiane presenti negli Stati dell’Andhra Pradesh e del Telangana, ha condannato con forza “la crudele aggressione” contro il vescovo cattolico.

L’incidente è avvenuto lo scorso 25 aprile, ma è stato reso noto solo ieri. Lo riporta il sito Matters India, citando la dichiarazione dell’arcivescovo Thumma Bala di Hyderabad, presidente della Federazione cristiana.

L’arcivescovo ha raccontato che mons. Prasad è stato aggredito mentre si trovava il macchina, di ritorno da Kadapa, a circa 425 km a sud di Hyderabad (la capitale del Telangana). La macchina che trasportava il vescovo è stata fermata da ignoti, che hanno bendato il religioso e il suo autista e poi li hanno rinchiusi in un luogo sconosciuto. Qui sono stati malmenati per ore durante tutta la notte.

Mons. Bala ha dichiarato: “È incredibile che tale violenta atrocità sia stata perpetrata contro un alto esponente della comunità di minoranza”. Il presidente della Ftc ha condannato “le modalità impietose dell’attacco contro una persona che ha dedicato tutta la sua vita a Dio e al servizio dei bisognosi e degli emarginati”.  L’arcivescovo ha poi chiesto alla polizia e alle autorità di registrare il caso e arrestare i responsabili di “questo crimine efferato, in modo da assicurare giustizia e sicurezza per le minoranze e proteggere le vite dei leader delle comunità religiose”.

L’aggressione contro il vescovo cattolico non è il primo episodio di violenza contro i cristiani dell’Andhra Pradesh, anche se è il primo perpetrato contro i vertici religiosi. Da tempo la minoranza cristiana è nel mirino degli estremisti indù, che nel 2014 hanno anche ucciso un pastore protestante.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Andhra Pradesh, indagini concluse sul rapimento del vescovo: tre sacerdoti arrestati
05/05/2016 14:29
Gesuita dalit ai vescovi: La Chiesa indiana discrimina i dalit
19/05/2016 15:36
India, papa Francesco accetta le dimissioni del vescovo di Cuddapah
11/12/2018 08:56
Card. Gracias: Dolore per l’attacco a mons. Gallela, campione dei poveri
29/04/2016 13:48
Dhaka: chiesa saccheggiata, sacerdote malmenato e minacciato di morte (Foto)
08/02/2018 11:08