11/12/2016, 14.46
EGITTO

Attentato al Cairo: la condanna della Chiesa cattolica. Le reazioni dal mondo arabo

Loula Lahham

Il portavoce dei cattolici, p. Rafic Greiche, offre condoglianze e preghiere per i morti e i feriti. Un appello alle forze di sicurezza. Per il Fronte democratico per la liberazione della Palestina vi è l'influenza di Israele. La condanna da parte di Al Azhar. Interrotti i festeggiamenti per la nascita del profeta Maometto. Il papa Tawadros II interrompe il suo viaggio in Grecia.

Il Cairo (AsiaNews) – La Chiesa cattolica d’Egitto condanna con forza l’atto terrorista perpetrato stamane all’interno della chiesa di san Pietro, presso la cattedrale ortodossa copta di san Marco.

Il un comunicato, il p. Rafic Greiche, portavoce della Chiesa cattolica egiziana, afferma: “Siamo profondamente colpiti e in pianto per quello che è successo ai nostri fratelli ortodossi e condividiamo il loro lutto con tutto il cuore. Preghiamo per la pronta guarigione dei feriti e presentiamo le nostre più sincere condoglianze a Sua Santità il papa Tawadros II. Ai responsabili della sicurezza noi domandiamo di trovare gli autori di questo crimine e di fermarli. Che il Signore salvi l’Egitto da ogni male”.

Anche il Fronte democratico per la liberazione della Palestina ha denunciato l’atto terrorista con un comunicato: “Con tutto il cuore siamo con il popolo egiziano nel combattere con loro il terrorismo cieco. Bisogna dirlo: l’Egitto è nel mirino perché questo Paese è uno dei pionieri che vuole trovare soluzioni radicali ai problemi del mondo arabo, ciò che non piace al colonizzatore israeliano”.

Altri messaggi sono stati pubblicati dall’organizzazione dei parlamenti arabi, da diversi partiti politici egiziani, dalle ambasciate arabe e straniere del Cairo.

Da parte sua, l’università di Al Azhar, la più autorevole istanza dell’islam sunnita, ha condannato l’atto terrorista ed annullato la celebrazione della festa per la nascita del profeta Maometto, che doveva tenersi questa sera.

Il premier egiziano Cherif Ismail ha lasciato da poco il luogo dell’attentato e ha condannato l’atto criminale. Intanto gli esperti continuano a controllare la zona dove è scoppiata la bomba perquisendo ogni elemento.

Per soccorrere i feriti è stato lanciato un appello per andare a donare il sangue ai feriti, diversi dei quali sono ancora nel luogo dell’esplosione. Qui arrivano anche centinaia di cristiani per cercare i loro amici o parenti o altri che potrebbero essere fra le vittime.

Nella zona sono presenti e in allerta 10 camion dei pompieri, mentre continua la ricerca di altri feriti.

Il papa Tawadros II, patriarca dei copti ortodossi, ha interrotto la sua visita in Grecia per ritornare in Egitto ed essere vicino ai suoi fedeli al Cairo. Sua santità era andato ad Atene dove si apprestava ad inaugurare una nuova chiesa copta ortodossa in uno dei quartieri della capitale greca.

Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Attacco terrorista vicino alla cattedrale copta del Cairo. Almeno 25 morti e decine di feriti
11/12/2016 12:51
Cairo, lo Stato islamico rivendica l’attacco ai copti e promette nuove stragi
14/12/2016 13:24
Cairo, dietro l’attacco alla cattedrale copta la mano dei Fratelli musulmani
13/12/2016 15:01
Francesco chiama Tawadros II: condoglianze e solidarietà ai copti, vittime dell’attentato
12/12/2016 12:58
Esplosioni delle chiese in Egitto, ciò che è realmente accaduto
10/04/2017 09:42