16/12/2009, 00.00
MYANMAR
Invia ad un amico

Aung San Suu Kyi incontra alti funzionari del partito di opposizione

È il primo vertice di alto profilo fra la Nobel per la pace e quadri della Lega nazionale per la democrazia, autorizzato dalla giunta nel 2009. Esperti di politica locale lo giudicano un “segnale positivo”. Il 21 dicembre la Corte suprema valuterà il ricorso contro la condanna ai domiciliari.
Yangon (AsiaNews/Agenzie) – La leader dell’opposizione birmana Aung San Suu Kyi ha incontrato alcuni anziani funzionari del suo partito, la Lega nazionale per la democrazia (Nld). Il vertice – autorizzato dalla giunta militare – si è svolto questa mattina in un edificio governativo a Yangon. Ieri la Nobel per la pace ha ricevuto nella sua abitazione un team di avvocati, in vista del ricorso alla Corte suprema contro la condanna ai domiciliari. L’udienza è prevista per il 21 dicembre prossimo.
 
Questa mattina Aung San Suu Kyi ha potuto incontrare tre funzionari di alto rango del partito di opposizione: si tratta di Lun Tin, 88 anni, U Lwin, 86 anni e Aung Shwe, di 91 anni. È il primo vertice di alto profilo fra la leader dell’opposizione e quadri della Nld, autorizzato dalla dittatura militare nel 2009. I tre dirigenti sono conosciuti come “i più vecchi leader di partito ancora attivi al mondo” e gli esperti di politica locale accolgono come un “segnale positivo” il summit.
 
Ieri, invece, la “cara Signora” ha ricevuto nella sua casa in University Road, sulle rive del lago Inya a Yangon, il gruppo di avvocati che sta preparando il ricorso alla Corte suprema. Nell’agosto scorso Aung San Suu Kyi è stata condannata a tre anni di galera per aver ospitato nella sua abitazione un cittadino americano. La pena, su direttiva del generalissimo Than Shwe, è stata commutata in 18 mesi di arresti domiciliari.
 
L’udienza è in programma il 21 dicembre prossimo. La leader dell’opposizione ha trascorso 14 degli ultimi 20 anni in prigione o ai domiciliari. Analisti internazionali ritengono che l’ennesima condanna comminata a suo carico è solo un “pretesto” per escluderla dalle elezioni politiche, in programma nel 2010.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
San Suu Kyi nega di aver parlato di “alleggerimento” delle sanzioni contro la giunta
18/08/2009
Yangon, Aung San Suu Kyi “non è contraria” all’alleggerimento delle sanzioni
17/08/2009
Myanmar, Than Shwe cacciato dal potere?
25/08/2005
Il vice di Aung San Suu Kyi viene liberato oggi
13/02/2010
Aung San Suu Kyi chiede “colloqui diretti” con il generalissimo Than Shwe
16/11/2009