24 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 02/03/2017, 15.17

    BANGLADESH

    Bangladesh, Giustizia e pace condanna la nuova legge sui matrimoni minorili

    Sumon Corraya

    Mons. Gervas Rozario afferma che la Chiesa cattolica non seguirà le previsioni del nuovo Child Marriage Restraint Bill 2017. La norma più contestata è quella delle “circostanze speciali”, secondo cui il matrimonio tra bambini è concesso per salvare l’onore della ragazza.

    Dhaka (AsiaNews) – La Commissione Giustizia e pace della Conferenza episcopale del Bangladesh (Ec-Jp) condanna con fermezza la nuova legge sui matrimoni minorili, approvata dal governo di Dhaka il 27 febbraio. Il suo presidente, mons. Gervas Rozario, vescovo di Rajshahi, dice ad AsiaNews che il Parlamento “ha fatto un serio sbaglio ad approvare il Child Marriage Restraint Bill 2017, mantenendo inalterata la previsione delle ‘circostanze speciali’”. Ciò cui fa riferimento il vescovo è la norma più contestata della legge, che consente i matrimoni in alcuni casi specifici, ad esempio le “gravidanze accidentali o illegali”, in modo “da salvare l’onore della ragazza”. “Mi aspettavo – aggiunge mons. Rozario – che il governo abolisse del tutto i matrimoni minorili in Bangladesh. Ora invece, con la clausola delle ‘circostanze speciali’, il numero delle unioni tra bambini aumenteranno”.

    Le disposizioni della norma stabiliscono che l’età legale per contrarre matrimonio è 21 anni per i maschi e 18 per le femmine. Per gli attivisti, in realtà la clausola legalizza a tutti gli effetti le nozze celebrate per riparare gravidanze frutto di violenza sessuale, molto diffuse nel Paese. L’opinione è condivisa dal vescovo di Rajshahi, che dichiara: “Il Bangladesh è un Paese corrotto, ora molti tutori potranno organizzare matrimoni tra minori. La polizia e gli attivisti non potranno fare più nulla per impedirli”.

    Dati ufficiali mostrano che il Bangladesh è il Paese asiatico con il tasso più elevato di sposi e spose bambine. Il 52% delle spose ha meno di 18 anni e il 18% meno di 15 anni. “Noi in quanto Chiesa cattolica – dice mons. Rozario – non ci atterremo alla nuova legge, ma continueremo a considerare i limiti dei 18 anni per le donne e 21 per gli uomini”.

    Ayesha Khanom, presidente dell’organizzazione femminile Bangladesh Mahila Parishad, afferma: “È una vera vergogna e una sventura per tutte noi”. Kazi Reazul Hoque, presidente della Commissione nazionale per i diritti umani, conclude: “Abbiamo provato in ogni modo a cancellare le ‘speciali circostanze’ ma alla fine sono state mantenute nel testo. La legge non aiuterà a frenare i matrimoni tra bambini”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    08/04/2017 09:16:00 MALAYSIA
    Kuala Lumpur, Il parlamento difende le nozze di bambini

    Respinto un disegno di legge per criminalizzare il fenomeno.  Shabudin Yahaya: “Le bambine di nove anni ‘fisicamente e spiritualmente’ pronte per il matrimonio”. Secondo la legge islamica, i bambini di età inferiore ai 16 anni possono sposarsi. Un espediente per eludere la condanna per stupro.



    06/12/2016 12:23:00 BANGLADESH
    Perdere l’infanzia e la scuola: i matrimoni minorili in Bangladesh

    Povertà e cultura tradizionale islamica sono le principali cause. Il 52% delle spose ha meno di 18 anni; il 18% meno di 15. Una nuova legge consentirebbe le nozze in “circostanze speciali” per salvare l’onore delle ragazze. Tre storie di matrimoni minorili.



    07/07/2017 12:00:00 BANGLADESH
    Internet, droghe, consumismo, relazioni extraconiugali: i problemi delle famiglie cristiane

    Il vescovo di Rajshahi interviene al sesto incontro delle coppie cristiane. “I bambini disabili non sono una sciagura di Dio”. Gli studenti cristiani “delle famiglie ricche si lasciano andare alla pigrizia”. Molti genitori “nascondono la tossicodipendenza dei figli: fatevi aiutare dalla Chiesa”.



    12/10/2017 11:37:00 BANGLADESH
    Cox’s Bazar: la Caritas distribuisce cibo a 70mila Rohingya

    Il governo di Dhaka concede il permesso di portare cibo e beni di prima necessità per 60 giorni. Il braccio sociale della Chiesa cattolica collabora con il World Food Program nel campo profughi di Ukhiya. Ogni giorno i volontari distribuiscono legumi, pasti caldi, zucchero e olio.



    07/07/2015 BANGLADESH
    Caritas Bangladesh: I valori del Vangelo, fulcro dell'opera sociale della Chiesa
    Ad AsiaNews il nuovo presidente, mons. Gervas Rozario, spiega che "poveri, bambini, giovani e donne sono al centro del lavoro dell’opera sociale cattolica. Non daremo mai via Cristo e la Sua Parola". Attenzione anche a cambiamento climatico, ambiente e sicurezza alimentare. I progetti educativi, la formazione di personale qualificato, le sfide attuali.



    In evidenza

    MYANMAR-VATICANO
    Yangon, ‘ore frenetiche’ per l’arrivo del papa. L’impegno dei cattolici per i pellegrini

    Paolo Fossati

    Attese 200mila persone per la messa solenne al Kyaikkasan Ground. Tra loro anche leader buddisti e musulmani. In arrivo 6mila ragazzi per la messa dei giovani del giorno seguente. Anche filippini, australiani e thailandesi per lo storico viaggio apostolico di papa Francesco. Dal nostro inviato.


    YEMEN
    Il genocidio dello Yemen: dopo le bombe, la fame, la sete e il colera

    Pierre Balanian

    La coalizione guidata da Riyadh blocca l’arrivo di carburante necessario per far funzionare i pozzi. Oltre un milione di persone senza acqua a Taiz, Saada, Hodeida, Sana’a e Al Bayda. Secondo l’Unicef, 1,7 milioni di bambini soffrono di malnutrizione acuta”; 150mila bambini rischiano di morire di stenti nelle prossime settimane. Il silenzio e l’incuria della comunità internazionale. La minaccia di colpire le navi-cargo del greggio. Ieri l’Arabia saudita ha permesso la riapertura dell’aeroporto di Sana’a e del porto di Hudayda, ma solo per gli aiuti umanitari. Una misura insufficiente.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®