24/04/2015, 00.00
BANGLADESH
Invia ad un amico

Bangladesh: la famiglia è “il luogo più bello del mondo”

di Sumon Corraya
Così l’ha definita Bablu Gomes, cattolico sposato e padre di due figli, partecipando a una conferenza sulla famiglia promossa dall’arcidiocesi di Dhaka. Al raduno i laici hanno condiviso esperienze personali e problemi. “Amore, pazienza e rispetto” il segreto per una vita matrimoniale lunga e felice.

Dhaka (AsiaNews) – “La famiglia è luogo più bello che esista sulla Terra. Credo che marito e moglie debbano dipendere l’uno dall’altro con amore, pazienza e rispetto, e che solo così riusciranno ad avere una vita matrimoniale lunga e felice”. A parlare ad AsiaNews è Bablu Gomes, cattolico, che insieme a sua moglie e ai due figli ha partecipato al Dhaka Metropolitan Family Congress 2015. Tenutosi alla chiesa del Santo Rosario della capitale il 17 aprile scorso, l’evento ha visto la partecipazione di quasi 1.700 cattolici, per la maggior parte laici, ma anche alcune suore e sacerdoti.

Durante la giornata i partecipanti hanno condiviso esperienze personali e discusso di vita matrimoniale e preghiera. L’evento è stato organizzato anche in vista del Sinodo generale sulla famiglia (ottobre 2015).

Mons. Patrick D’Rozario, arcivescovo di Dhaka, ha aperto la conferenza: “Ringrazio tutti voi per essere venuti insieme ai vostri cari. Per affrontare e superare tutti gli ostacoli che la vita matrimoniale vi pone davanti, dovete seguire il messaggio di Dio. Amore, perdono e rispetto per l’altro portano gioia e felicità in famiglia”.

P. Albert T. Rozario, uno degli organizzatori, spiega ad AsiaNews: “In Bangladesh le famiglie cristiane incontrano molti problemi. Il tasso di separazioni, conflitti e azioni disoneste sta aumentando tra marito e moglie. Ogni giorno i parrocchiani vengono da noi per parlare delle loro difficoltà in famiglia. Per questo cerchiamo di aiutarli a trovare soluzioni pacifiche”.

Il sacerdote sottolinea poi che “nel matrimonio possono esserci litigi tra marito e moglie, ma gli sposi dovrebbero eliminare la rabbia dai loro cuori e praticare il perdono. Questo è l’unico modo per superare i problemi”.

Secondo p. Rozario, altre “minacce” al matrimonio sono disoccupazione, violenza sulle donne, tradimento, infertilità, libertinaggio ed egoismo.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
​Cattolici dello Sri Lanka: il Sinodo vuole creare un nuovo modo per essere Chiesa attraverso la misericordia
02/11/2015
Rispetto reciproco e rosario: la ricetta della felicità per le famiglie cattoliche del Bangladesh
15/09/2014
Papa a Cuba: “le famiglie non sono un problema”, sono un’opportunità da curare, proteggere, accompagnare
22/09/2015
Papa: perdonare e farsi perdonare rende solida la famiglia e meno cattiva la società
04/11/2015
Sinodo: card. Ouedraogo, non c’è nessun “blocco” conservatori e progressisti, ma volontà comune
14/10/2015