31/03/2006, 00.00
Giovanni Paolo II – Corea del Sud - Corea del Nord
Invia ad un amico

Card. Cheong: "Per tutti i coreani, Giovanni Paolo II è già santo"

Il neo-porporato ricorda ad AsiaNews il "grande onore" che il defunto Pontefice ha fatto "a tutto il popolo coreano" con le sue due visite pastorali alla penisola. Card. Kim: "Ci ha sempre trattato come amici, standoci vicino e pregando anche per i nostri fratelli nel Nord".

Seoul (AsiaNews) – Giovanni Paolo II "è stato un grande Papa, ma anche un grande dono per tutti i coreani, che lo considerano già un santo". E' questo il commento ad AsiaNews del cardinal Nicholas Cheong Jin-suk, arcivescovo di Seoul ed Amministratore apostolico di Pyongyang, in occasione del primo anniversario della morte del Papa.

"Ha visitato il Paese due volte – riprende il porporato - nel 1984 e nel 1989. Tutti ricordiamo con amore che nel corso della sua prima visita il Papa ha celebrato un'intera messa in coreano ed ha poi canonizzato 103 martiri coreani, fra i quali Andrea Kim, primo sacerdote coreano. Per i fedeli, è stato un incredibile onore". "Anche per i non cattolici – conclude mons. Cheong - è stato un santo uomo, di grande spiritualità".

Nel corso dei suoi viaggi Giovanni Paolo II ha chiamato il popolo coreano "un amico lontano", rifacendosi alla famosa espressione degli Analecta di Confucio, ripetuta più volte dal Papa: "Non è forse una grande gioia visitare un amico lontano?. "Egli davvero ci ha trattato come amici - commenta il cardinale Kim, arcivescovo emerito di Seoul - standoci sempre vicino e pregando anche per i nostri fratelli nel Nord".

Per celebrare la sua memoria, l'arcidiocesi di Seoul ed il Consiglio coreano dei laici hanno previsto una serie di cerimonie ed eventi. La prima sarà una messa nella cattedrale Myeongdong della capitale, celebrata dal neo-cardinale Cheong: nel corso della cerimonia verrà proiettato un film con le immagini inedite dei due viaggi del Papa in Corea. La seconda cerimonia si terrà, sempre nella cattedrale, il 6 aprile e sarà concelebrata dai due cardinali coreani.

Sempre il due aprile verrà inaugurata una mostra fotografica con i ritratti del defunto Pontefice al Press Centre di Seoul: l'esposizione durerà un mese ed il ricavato della vendita delle fotografie sarà devoluto alla "Life Commission" gestita dall'arcidiocesi.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Card. Cheong: "Preghiamo affinché l'eucarestia possa tornare in Corea del Nord"
22/09/2006
Card. Cheong: "Farò di tutto per ospitare in Corea la prossima GMG"
30/03/2006
Corea, card. Cheong: "Impensabile una visita del Papa finchè continua la repressione nel Nord"
28/02/2006
Card. Nicholas Cheong Jin-suk (Scheda)
22/02/2006
L'eredità del papa per le due Coree
14/04/2005