06/09/2019, 09.07
INDIA
Invia ad un amico

Card. Gracias: Come Madre Teresa, i giovani hanno sete di servizio per i poveri

di Oswald Gracias*

Il presidente dei vescovi indiani era un grande amico della santa di Calcutta. In India “c’è tanto bisogno di servizio”. “Come Gesù aveva sete, anche noi dobbiamo essere contagiati dalla stessa sete di Dio, il carisma di Madre Teresa”.

Mumbai (AsiaNews) – I giovani in India “hanno sete in maniera costante di fare qualcosa per i poveri, mettersi al servizio, e cercano di emulare nelle loro opere lo spirito di Madre Teresa”. Lo afferma ad AsiaNews il card. Oswald Gracias, arcivescovo di Mumbai e presidente della Conferenza episcopale indiana (Cbci). Il cardinale era un grande amico della santa di Calcutta, come egli stesso ha raccontato al Simposio internazionale di AsiaNews dedicato alla Madre il 2 settembre 2016, alla vigilia della sua canonizzazione. Di seguito la riflessione del card. Gracias (traduzione a cura della redazione).

È una grande gioia e letizia per tutti noi celebrare la Festa di santa Madre Teresa e la Giornata internazionale del volontariato. Madre Teresa, mia grande amica, ha donato tutta se stessa per amore dei più poveri dei poveri. Papa Francesco ci chiede in maniera costante di seguire il suo esempio e andare nelle periferie con lo stesso spirito che la muoveva. Rivelare Gesù lavorando tra i poveri, i non amati, i dimenticati.

Nella Chiesa indiana celebriamo la Giornata internazionale del volontariato nello spirito di Madre Teresa, con la missione di amore e servizio, a coloro che soffrono di povertà materiale e spirituale, le periferie esistenziali delle nostre famiglie, comunità, società e coloro che vivono privi di dignità umana, i più poveri dei poveri.

C’è tanto bisogno in India, e la Chiesa vuole davvero seguire i passi di Madre Teresa nella sua testimonianza di amore, attraverso il servizio ai poveri. Su questo posso dire che tutti i nostri vescovi, sacerdoti e suore hanno il grande desiderio di raggiungere le persone che soffrono. È una grande gioia il fatto che possiamo vedere questo servizio anche in persone di altre fedi. Come Madre Teresa, anche noi dobbiamo andare oltre le frontiere della nostra fede e religione e lavorare insieme con persone di altre fedi, servendo gli oppressi, gli anziani, i bisognosi, coloro che stanno nelle periferie e i settori vulnerabili della società.

Come Gesù aveva sete: anche noi dobbiamo essere contagiati dalla stessa sete di Dio, il carisma di Madre Teresa, per spegnere la sete ardente di Cristo e aiutare a raggiungere le persone che sono nel bisogno, in ogni tipo di bisogno. La sete può essere calmata solo con l’amore e il servizio per le persone. “Voi lo avete fatto a me”: questa è la santità che Madre Teresa emanava.

Nell’esortazione apostolica Christus Vivit, Cristo vive, papa Francesco dice che per i nostri giovani Madre Teresa è un’ispirazione, essi sanno che Cristo vive nella Madre. Madre Teresa ha sperimentato questa sete ed era la sua unità con la sete di Cristo che io vedo nei nostri giovani, in particolare nell’arcidiocesi di Mumbai e nella Chiesa in India. I giovani hanno sete in maniera costante di fare qualcosa per i poveri, mettersi al servizio, e cercano di emulare nelle loro opere lo spirito di Madre Teresa. Lo spirito della Madre e la sua testimonianza, entusiasmano i nostri giovani. Papa Francesco ha lo spirito di Madre Teresa, la sua stessa preoccupazione per i poveri e gli emarginati, i vulnerabili, gli anziani e le fasce deboli della società, e ci incoraggia a vivere come Cristo.

Madre Teresa di Calcutta, santa Teresa, prega per noi.

*Arcivescovo di Mumbai e presidente della Conferenza episcopale indiana (Cbci)

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Papa: fiducia nei giovani capaci di rinnovare Chiesa e mondo
02/04/2019 14:18
‘Cristo vive’: l’annuncio ai giovani per il bene del mondo
02/04/2019 13:55
Card. Gracias: Colmi di gioia per Madre Teresa, ha ridato dignità agli emarginati
16/03/2016 12:43
Festa a Mumbai per il card. Gracias, ‘voce profetica’ e guida della Chiesa indiana
16/09/2017 12:46
Card. D’Rozario: Guarire i malati e perdonare i peccati dell’uomo
13/02/2019 12:34