03/11/2014, 00.00
INDIA
Invia ad un amico

Card. Gracias: Poveri e minoranze siano priorità del nuovo governo (indù) del Maharashtra

di Nirmala Carvalho
L'arcivescovo di Mumbai saluta l'esecutivo targato Bharatiya Janata Party (Bjp), partito ultranazionalista indù. Il Congress ha perso le elezioni dopo 15 anni al governo. Necessario "creare un clima di armonia e convivenza pacifica nella nostra società pluralistica". L'amministrazione deve risolvere "il dramma dei contadini suicidi".

Mumbai (AsiaNews) - "Poveri, minoranze, emarginati e anziani siano la priorità, per instaurare una cultura inclusiva". È questa la speranza che il card. Oswald Gracias, arcivescovo di Mumbai, ripone nel nuovo governo del Maharashtra, targato Bharatiya Janata Party (Bjp), partito ultranazionalista indù. Alle ultime elezioni statali (15 ottobre scorso), la popolazione ha scelto di bocciare il Congress (socialista democratico), che da 15 anni guidava lo Stato più ricco dell'India.

Il Bjp ha vinto le elezioni con una maggioranza assoluta, conquistando 122 seggi; secondo partito è lo Shiv Sena (partito regionale di destra), 45 seggi; il Congress si è fermato solo al terzo posto (42 seggi). Il nuovo esecutivo - guidato dal chief minister Devendra Fadnavis - ha prestato giuramento il 31 ottobre scorso, e ha invitato anche il card. Gracias alla cerimonia.

"Seduto insieme a leader di altre religioni - spiega ad AsiaNews il card. Gracias - ho provato un'immensa gratitudine per Dio e per il nostro bellissimo Paese, che è una democrazia laica e la culla di tante fedi diverse. L'intricato mosaico di diverse religioni, credi, tradizioni e lingue è d'ispirazione per la stessa India".

Le preghiere dell'arcivescovo sono andate "al nuovo governo, affinché dia nuovo impeto al dialogo interreligioso e sostenga una cultura del dialogo, per creare un clima di armonia e convivenza pacifica nella nostra società pluralistica".

Inoltre, afferma il porporato ad AsiaNews, "spero che il governo lavori per trovare una rapida soluzione al dramma dei contadini suicidi. La Chiesa è profondamente allarmata per il crescente numero di agricoltori che scelgono di togliersi la vita".

Da parte sua, aggiunge il cardinale, "la Chiesa cattolica rinnova il proprio impegno nel servire il Paese attraverso il nostro apostolato educativo e sanitario, per contribuire in modo efficace al benessere sociale e alla costruzione della nazione".

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
India, 330 milioni di persone colpite da siccità. Una preghiera per le piogge
07/06/2016 12:19
Chiesa indiana: Complimenti a Modi, lavoriamo insieme
27/05/2019 11:21
Card. Gracias ai cattolici: Votare è un dovere sacro. Fatelo in modo saggio
16/03/2019 11:47
Migliaia di contadini strangolati dai debiti invadono Delhi. In calo la popolarità di Modi
01/12/2018 12:26
Elezioni a Mumbai: Il vero dramma sono i contadini costretti al suicidio
15/10/2014