01/09/2017, 08.51
INDIA – VATICANO
Invia ad un amico

Card. Gracias: appello ad una conversione ecologica, nella Giornata per la cura del creato

di Oswald Gracias*

Il porporato manda un messaggio in occasione della Giornata mondiale di preghiera per la cura del creato. Osservare questo giorno come un giorno di preghiera. Nella presente crisi ecologica, “porre la fiducia nel Signore”. Nel primo venerdì del mese, un appello a “stare insieme come famiglia”.

Mumbai (AsiaNews) – Unirsi a papa Francesco “in questo giorno di preghiera, e in questo modo possiamo diventare consapevoli della nostra vocazione cristiana di essere custodi della creazione di Dio”. È l’invito del card. Oswald Gracias, arcivescovo di Mumbai, in occasione della Giornata mondiale di preghiera per la cura del creato, che si celebra oggi. Riprendendo la Lettera enciclica Laudato sì di papa Francesco, il cardinale sottolinea che l’attuale “crisi ecologica è un appello ad una profonda conversione interiore”. “Nel mezzo della presente crisi ecologica del cambiamento climatico e del riscaldamento globale – aggiunge – poniamo la nostra fiducia nel Signore che ‘fa nuove tutte le cose’”. Di seguito il messaggio (traduzione a cura di AsiaNews).

Papa Francesco ha dichiarato il 1mo settembre come la Giornata mondiale di preghiera per la cura del creato. Il Santo Padre ha chiesto a tutti i cattolici di osservare questo giorno come un giorno di preghiera. In questo modo possiamo diventare consapevoli della nostra vocazione cristiana di essere custodi della creazione di Dio. Io invito tutti i nostri fedeli ad unirsi a papa Francesco in questo giorno di preghiera e invocare l’aiuto di Dio a protezione del creato di Dio.

Nella sua Enciclica Laudato sì, il Santo Padre ci ricorda che “la crisi ecologica è un appello a una profonda conversione interiore. Tuttavia dobbiamo anche riconoscere che alcuni cristiani impegnati e dediti alla preghiera, con il pretesto del realismo e della pragmaticità, spesso si fanno beffe delle preoccupazioni per l’ambiente. Altri sono passivi, non si decidono a cambiare le proprie abitudini e diventano incoerenti. Manca loro dunque una conversione ecologica, che comporta il lasciar emergere tutte le conseguenze dell’incontro con Gesù nelle relazioni con il mondo che li circonda” (n. 217).

Incontriamo Cristo nella preghiera e nei sacramenti, Colui che ci dà la forza di superare tutte le difficoltà e le sfide. Nel mezzo della presente crisi ecologica del cambiamento climatico e del riscaldamento globale, poniamo la nostra fiducia nel Signore che “fa nuove tutte le cose” (Apocalisse 21:5). È attraverso la preghiera che noi chiediamo a Dio la sua grazia e assistenza.

Questo anno, il 1mo settembre è anche il primo venerdì del mese. Possiamo stare insieme come famiglia e ringraziare Dio per l’abbondanza delle benedizioni che abbiamo ricevuto dal nostro Creatore. Io chiedo alle nostre parrocchie di utilizzare la preghiera per l’Ora Santa (Holy Half Hour) preparata per questa occasione dall’Ufficio per l’ambiente dell’arcidiocesi. Dio benedica tutti voi.

*arcivescovo di Mumbai e presidente della Federazione delle Conferenze episcopali asiatiche (Fabc)

(Ha collaborato Nirmala Carvalho)

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Dopo le piogge, i giapponesi affrontano il caldo estivo senza acqua corrente
13/07/2018 08:47
Ong di Mumbai: curare la Madre Terra per guarire dalle tossicodipendenze
29/08/2017 11:55
La Giornata di preghiera per la cura del creato nella basilica di san Pietro
01/09/2015
Messaggio del Vaticano per il Vesak: Cristiani e buddisti per una “educazione ecologica”
06/05/2016 12:22
Papa: Usiamo misericordia verso la nostra casa comune
01/09/2016 12:36