31/03/2006, 00.00
GIOVANNI PAOLO II - Vietnam
Invia ad un amico

Card. Pham Minh Man: Giovanni Paolo II "messaggero instancabile della Parola di Dio"

di JB. VU

"I valori del Vangelo che il Papa defunto ha predicato ovunque – dice ad AsiaNews l'arcivescovo di Ho Chi Minh City – hanno aiutato la società vietnamita a svilupparsi in maniera stabile".

Ho Chi Minh City (AsiaNews) – Giovanni Paolo II "è stato un grande esempio" di "messaggero instancabile della Parola di Dio e pastore coraggioso, che ha saputo guidare i fedeli oltre molte difficoltà senza mai perdere di vista l'unità e la pace". Con queste parole il cardinale Jean-Baptiste Pham Minh Man, arcivescovo di Ho Chi Minh City, ricorda ad AsiaNews il Papa defunto in occasione dell primo anniversario della morte.

"Quando, un anno fa, ho saputo della sua morte – ricorda il porporato – mi sono sentito smarrito perché ho capito la perdita di una persona come lui. Con i suoi messaggi e con la sua attività pastorale, egli aveva dato un esempio inimitabile a tutta la Chiesa".

"E' stato un esempio per me – riprende – sia come uomo che come pastore. Ho sempre avuto davanti i suoi insegnamenti, nella mia veste di direttore del seminario My Tho, ed ho guardato a lui nella guida della mia arcidiocesi". "Era un pastore generoso – sottolinea – ma anche molto coraggioso, che ha guidato la comunità dei cattolici attraverso grandi difficoltà, morali e fisiche. Ha dato un segnale a tutti noi su come si può sconfiggere la violenza imperante nel mondo".

"Giovanni Paolo II – conclude il porporato – aveva un rapporto speciale con la comunità cristiana del Vietnam, che ha spinto verso una 'rinascita' attraverso i valori del Vangelo: verità, giustizia, unità, amore e pace. Questi valori hanno aiutato le famiglie, ma anche la società intera, verso uno  sviluppo stabile".

Il governo di Hanoi, come la Cina, non ha relazioni diplomatiche con il Vaticano sebbene gli 8 milioni di fedeli cattolici rendano la nazione del sudest asiatico il 2° paese asiatico con la più grande comunità cattolica.

Giovanni Paolo II, al quale non è mai stato concesso di visitare il Vietnam, è stato però lodato dalle autorità pubbliche e dai media ufficiali del Paese comunista, il giorno della sua morte. La notizia è stata pubblicata sull'home page del sito del Nhan Dan, il quotidiano ufficiale del Partito comunista vietnamita. Il 4 aprile il Fronte patriottico, l'organizzazione del Partito per gli la politica religiosa, ha inviato un messaggio di cordoglio ai vescovi vietnamiti lodando gli sforzi di Giovanni Paolo II: il messaggio è comparso sulla prima pagina dell'edizione internet del quotidiano nazionale. "Papa Giovanni Paolo II - affermava nel messaggio Pham The Duyet, capo del Fronte - era un leader religioso che ha molto contribuito nella ricerca della pace e della riconciliazione, condannando i genocidi, le guerre criminali e la diffusione dell'Aids".

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
L'India ricorda il Papa "amato da tutta la nazione"
31/03/2006
Benedetto XVI ed il mondo intero ricordano la morte di Giovanni Paolo II
31/03/2006
Speranze e timori nei cattolici vietnamiti per la visita di Triet al Papa
10/12/2009
India, scoperta una statua alta sette metri in onore di Giovanni Paolo II
03/04/2006
Vescovo di Manila: "Il Papa ha convinto tutti noi a spalancare le porte a Cristo"
31/03/2006