19 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  •    - Brunei
  •    - Cambogia
  •    - Filippine
  •    - Indonesia
  •    - Laos
  •    - Malaysia
  •    - Myanmar
  •    - Singapore
  •    - Tailandia
  •    - Timor Est
  •    - Vietnam
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 15/02/2017, 10.53

    THAILANDIA

    Cardinale thai al nuovo patriarca buddista: Collaborare per la pace della nazione

    Weena Kowitwanij

    L’arcivescovo di Bangkok e presidente della Conferenza episcopale ha incontrato Umporn Umparow. Per il porporato l’obiettivo comune è “la convivenza pacifica” e fare della Thailandia un “modello” per le altre nazioni. L’ammirazione dei cattolici per il nuovo patriarca e per il comportamento “irreprensibile”. 

     

    Bangkok (AsiaNews) - I cattolici thai sono “pronti a collaborare” con i buddisti - e i fedeli delle altre religioni presenti nel Paese - per “costruire la pace e la stabilità della nazione” attraverso “il dialogo, come fratelli e sorelle”. Lo ha sottolineato il card. Francis Xavier Kriengsak Kovidhavanij, arcivescovo di Bangkok e presidente della Conferenza episcopale thai (Cbct), in un messaggio consegnato al nuovo patriarca supremo del buddismo theravada. Nella missiva il porporato aggiunge che l’obiettivo ultimo è “la convivenza comune e pacifica” affinché la Thailandia “sia un modello per le altre nazioni”. 

    “Possa Dio concedere”, prosegue il card. Kovidhavanij, a Taan Chao Khun Somdej “abbondante saggezza e buona salute”, al fine di “guidare il buddismo in Thailandia verso una crescita continua”. 

    Ieri pomeriggio il porporato alla guida di una delegazione episcopale ha consegnato al nuovo patriarca supremo Umporn Umparow il messaggio a nome dei vescovi e cattolici thai, nel contesto di un colloquio avvenuto al tempio reale Ratchabophit Sathit Maha Simaram. Si tratta dello stesso luogo in cui Giovanni Paolo II ha incontrato il 18mo patriarca buddista Somdej Phra Ariyawongsagatanana il 10 maggio 1984, durante un suo viaggio apostolico in Asia. 

    Il 7 febbraio scorso il Primo Ministro Prayut Chan-o-cha ha ufficializzato la nomina da parte di re Rama X del nuovo patriarca supremo del buddismo thai. La cerimonia di insediamento, presieduta dal re Maha Vajiralongkorn Bodindradebayavarangku, si è celebrata il 12 febbraio al tempio di Phra Sri Rattana Sas-sadaram, il luogo “più sacro” del Paese in cui è conservato il Buddha di smeraldo. 

    Il card. Kovidhavanij ha confermato “la gioia di tutti i cattolici” per la scelta del nuovo patriarca, “ammirato” per il suo comportamento “irreprensibile”, per l’atteggiamento “umile” e “deferente” che viene apprezzato “anche dai fedeli delle altre religioni”. Grazie alla guida saggia e amorevole dei vari re thai, conclude il porporato, “i cristiani da cinque secoli possono godere di una vita felice, insieme ai loro fratelli e sorelle buddisti”. 

    In Thailandia il buddismo è la religione più diffusa nel Paese. Un culto professato dal 93,6% della popolazione, in larga maggioranza secondo i dettami della scuola Theravada. Il 4,6% della popolazione professa l’islam, religione concentrata soprattutto nelle province meridionali del Paese, al confine con la Malaysia. I cristiani sono poco più dell’1%. 

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    08/02/2017 12:02:00 THAILANDIA
    Il re thai nomina il nuovo patriarca supremo del buddismo theravada

    La scelta è ricaduta su Somdej Phra Maha Muneewong, 89enne abate del tempio reale. Grande esperto del settore dell’istruzione e apprezzato studioso, egli è il 20mo patriarca supremo del buddismo theravada thai. La cerimonia, presieduta dal monarca, in programma nel pomeriggio del 12 febbraio. 

     



    30/12/2016 11:15:00 THAILANDIA
    Mossa a sorpresa del parlamento: il Patriarca Supremo del buddismo sarà nominato dal re

    Approvato l’emendamento al “1992 Sangha Act”. Indebolita la proposta delle assemblee buddiste. Da due anni la Thailandia non riesce ad eleggere il Patriarca Supremo.



    17/12/2015 THAILANDIA
    Bangkok, migliaia in processione per la cremazione del patriarca buddista
    Somdet Phra Yannasangwon è stato il 19mo Patriarca Supremo del Paese, carica di nomina reale. Ribattezzato Charoen Suvaddhano – “colui che è divenuto grande” – era morto due anni fa. I suoi resti mortali, secondo la tradizione, hanno atteso 24 mesi per permettere ai fedeli di rendere l’estremo saluto. La pira accesa dal principe della corona Vajiralongkorn.

    09/03/2012 THAILANDIA
    In un Paese sconvolto da disastri naturali, monaco buddista thai promuove la tutela dell’ambiente
    Phra Phaisal Visalo, 55 anni, ha frequentato un liceo cattolico e si è laureato in Belle arti. La vita da monaco da parentesi temporanea si è trasformata in una scelta di vita. E fra i punti del suo insegnamento, la valorizzazione del territorio e la prevenzione delle catastrofi. Oltre 150 i libri scritti, alcuni dedicati alla malattia e alla morte “serena”.

    29/08/2013 THAILANDIA
    Vescovi thai a confronto: Istruzione di qualità e formazione spirituale, obiettivo delle scuole cattoliche
    In una tre giorni di seminario a Pattaya prelati, sacerdoti e oltre 400 educatori hanno discusso i temi legati alla scuola. Il presidente della Conferenza episcopale invita i docenti a essere “testimoni viventi” di Gesù fra gli allievi. L’arcivescovo di Bangkok si ispira alla Nuova evangelizzazione e ricorda l’importanza del dialogo interreligioso.



    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®