22 Ottobre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 13/11/2013, 00.00

    CINA

    Cina, sfiducia e delusione per le mancate riforme democratiche del Plenum



    La conclusione del vertice del Partito comunista apre a una riforma di mercato orientata verso i privati, ma mantiene i vecchi paletti. Timori per la creazione della Commissione per la sicurezza nazionale, che potrebbe far divenire ancora di più la Cina uno "Stato di polizia". Analisti: "Senza liberalizzazione politica, le misure economiche non riusciranno".

    Pechino (AsiaNews) - Le decisioni rese note ieri alla fine del terzo Plenum del Partito comunista hanno scatenato un dibattito su internet, dove gli utenti cinesi hanno espresso "delusione" per le mancate riforme democratiche e "sfiducia" riguardo la possibile riforma della legge sul figlio unico. L'annuncio riguardo alle nuove politiche economiche - che dovrebbero prevedere un maggiore peso dei privati anche nei colossi statali - era atteso, mentre la nuova Commissione per la sicurezza nazionale fa temere un peggioramento per la difesa dei diritti umani e civili in Cina.

    Un sondaggio online promosso dal South China Morning Post chiedeva agli utenti se con la nuova Commissione "la Cina diventerà ancora di più uno stato di polizia": l'83% ha risposto in maniera affermativa. Sul giornale Caixin, inoltre, vengono riportate le opinioni dei lettori secondo cui la possibile riforma della legge sul figlio unico - che prevede due figli per le coppie composte entrambi da figli unici - è una mossa "che concede troppo poco e troppo tardi" a fronte del crollo della natalità del Paese.

    Anche dal punto di vista economico ci sono delle perplessità. Nel documento finale del Plenum si legge: "Il principale problema è di gestire correttamente le relazioni fra il governo e il mercato, anche se rimane la preponderanza dei settori economici di Stato ai quali verrà lasciato il ruolo motore della nostra economia". Secondo i media cinesi le linee guida approvate potrebbero aprire alla concorrenza in settori chiave come ferrovie, finanza o telecomunicazioni.

    Secondo Zhang Ming, analista politico della Renmin University, questi proclami rimarranno sulla carta senza democrazia. Per l'accademico, infatti, "senza uno sforzo sostanziale verso una vera liberalizzazione della politica, è difficile che le riforme economiche di mercato potranno avere successo".

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    22/11/2013 CINA
    Altro che riforme, il Plenum è servito a consolidare il potere di Xi Jinping
    Il "balletto" sul ruolo dei privati nel mercato economico ha evidenziato uno scontro fra il premier Li Keqiang e il presidente. Che si è nominato a capo delle due nuove Commissioni (di cui una troppo simile al Kgb) e ha lasciato poco spazio per il resto. Ora Xi deve decidere se diventare un riformista o il nuovo Pol Pot. Un'analisi del grande esperto di Cina, per gentile concessione della Jamestown Foundation. Traduzione a cura di AsiaNews.

    02/11/2013 CINA
    Bao Tong: Il terzo Plenum comunista, momento di svolta (improbabile) per la Cina
    La storia cinese insegna che il primo incontro plenario della nuova leadership è convocato per assistere alla transizione del potere; il secondo serve per il passaggio di consegne mentre è nel terzo che si scoprono le carte dei nuovi padroni del Paese. Ma gli arresti continui contro i dissidenti e i feroci abusi ai diritti umani della popolazione non lasciano grandi speranze per la leadership di Xi Jinping.

    30/09/2005 CINA
    Fissata la data del quinto Plenum del Partito comunista cinese


    13/03/2014 CINA
    Pechino, il premier Li chiude l'Anp promettendo riforme e stabilità economica
    La consueta conferenza stampa del primo ministro è incentrata tutta sulla crescita economica: "Basta stimoli artificiali, possiamo mantenere il Pil intorno al 7,5 % mentre risaniamo il settore". Il governo punta a riformare fisco e finanza, ma ammette che "la chiave è capire come fare". Rinnovato l'impegno per l'aereo malaysiano disperso in volo: "Non smetteremo di cercarlo finché ci sarà speranza".

    30/09/2008 CINA
    A giorni il plenum del Comitato centrale, per ridisegnare il volto del Paese
    I leader sono attesi a decidere riforme epocali, quali la riorganizzazione delle zone rurali per eliminare il divario tra campagna e città e migliorare la condizione di centinaia di milioni di persone. Esperti: il popolo aspetta riforme democratiche e riconoscimento dei diritti, non è più tempo di promesse.



    In evidenza

    MYANMAR
    Non solo Rohingya: la persecuzione delle minoranze cristiane in Myanmar



    La sofferenza di Kachin, Chin e Naga. La discriminazione su basi religiose è in certi casi addirittura istituzionalizzata. I cristiani sono visti come espressione di una fede straniera ed in contrasto con la visione nazionalista. Per anni il regime militare ha introdotto feroci misure discriminatorie.


    VATICANO - ASIA
    Il mondo ha urgenza della missione della Chiesa

    Bernardo Cervellera

    Ottobre è un mese consacrato al risveglio della missione fra i cristiani. Nel mondo c’è indifferenza o inimicizia verso Dio e la Chiesa. Le religioni sono considerate la fonte di tutte le guerre. Il cristianesimo è l’incontro con una Persona, che cambia la vita del fedele e lo mette al servizio delle ferite del mondo, lacerato da frustrazioni e guerre fratricide. L’esempio del patriarca di Baghdad e del presidente della Corea del Sud.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®