03 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 18/08/2012, 00.00

    CINA - COREA DEL NORD

    Conclusa la visita dello zio di Kim Jong-un in Cina. Più forti i legami fra Pechino e Pyongyang

    Wang Zhicheng

    A tema lo sviluppo di alcune zone economiche speciali al confine fra i due Paesi. Jiang Song-thaek è conosciuto come l'elemento modernizzante nel potere a Pyongyang. Il Paese alla fame non rinuncia al suo programma nucleare.

    Pechino (AsiaNews) - Jiang Song-thaek, lo zio di Kim Jong-un, il nuovo leader coreano, sta ritornando oggi in Corea del Nord dopo quasi una settimana di visite in Cina. Jiang si è incontrato ieri con il presidente Hu Jintao per rafforzare la loro amicizia e per studiare nuovi progetti economici ed agricoli. La visita cadeva proprio in un periodo in cui la Cina vive alcune tensioni con il Giappone e con altri Paesi dell'estremo oriente, mentre il Nord soffre per cronica mancanza di cibo.

    Jiang Song-thaek, vice presidente della Commissione nazionale di difesa a Pyongyang, è lo sposo della sorella di Kim Jong-il, il leader morto lo scorso dicembre, a cui è succeduto Kim Jong-un. Jiang è in Cina dal 13 agosto scorso per migliorare la collaborazione economica fra i due Paesi.

    L'economia della Corea del Nord soffre per decenni di incompetenza, mancanza di investimenti e difficoltà dovute alle sanzioni internazionali, a causa del programma nucleare bellico che Pyongyang non accenna a fermare. Nei giorni scorsi Jiang e 50 dei suoi burocrati hanno partecipato ad incontri del "Comitato della guida comune" per studiare insieme alla Cina lo sviluppo di alcune zone al confine fra i due Paesi quali Rason, Hwanggumphyong e Wihwado. Esse dovrebbero divenire delle zone economiche speciali, come quelle che hanno permesso al potente vicino di svilupparsi e modernizzarsi.

    Secondo osservatori, Jiang Song-thaek è uno dei più decisi promotori della modernizzazione economica. Finora il suo impegno era stato frenato da Kim Jong-il e dai capi dell'esercito, che vedevano i cambiamenti come delle minacce al loro potere.

    Alla morte di Kim Jong-il, il successore - aiutato dallo zio - ha ripulito i vertici dell'esercito degli oppositori ed è probabile che si lancerà in un programma di rinnovamento dell'economia che al momento non riesce a sfamare i 24 milioni di abitanti.

    All'inizio del mese Onu e Croce Rossa hanno visitato alcune zone del Nord, colpite, dopo la siccità, da vaste alluvioni. Secondo i dati Onu, i due terzi dei nordcoreani continuano a vivere con cronica mancanza di cibo. Per questo i due organismi internazionali hanno lanciato un appello per aiuti. Stati Uniti e Corea del Sud, fra i maggiori donatori in questi anni, hanno bloccato l'invio di aiuti umanitari come punizione per il programma atomico e i vari interventi bellici scatenati da Pyongyang.

    Il programma nucleare del Nord preoccupa soprattutto la Corea del Sud e il Giappone. Proprio in questi giorni è sorto un diverbio fra Tokyo e Pechino sulla sovranità di alcune isole, le Senkaku, rette dal Giappone, che Pechino avoca a sé (col nome di Diaoyu).

    Alcuni osservatori temono che Pechino usi la sua influenza sulla Corea del Nord e la sua minaccia nucleare come uno strumento di pressione sui Paesi della regione.

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    21/08/2012 COREA DEL NORD – CINA
    Pechino “non ha concesso nemmeno uno yuan” a Kim Jong-un
    La visita dell’eminenza grigia di Pyongyang nella capitale cinese è finita con un buco nell’acqua. Una fonte di AsiaNews racconta: “Sperava di ottenere fondi, è tornato a mani vuote. Il regime cinese gli ha impartito una lezioncina sul libero mercato e lo ha rimandato a casa. Sono stanchi anche loro delle intemperanze nordcoreane”.

    27/05/2011 CINA - COREA DEL NORD
    Pechino e Pyongyang “lanciano” le Zone economiche comuni
    Pur in un mare di propaganda, l’incontro fra Kim Jong-il e Hu Jintao si è chiuso con un accordo rivoluzionario: la creazione di almeno due zone a sovranità congiunta dove aprirsi al libero mercato. Fonti di AsiaNews spiegano: “Probabilmente è soltanto una foglia di fico, dove la Cina sbatterà i dissidenti e la Corea del Nord nasconderà le armi”.

    04/07/2013 CINA
    Cina, il governo concede a Shanghai lo status di “porto franco”
    Il Consiglio di Stato dà il via libera all’operazione, che prevede un enorme ampliamento delle zone “tax free” nella megalopoli cinese. A farne le spese saranno Hong Kong e Taiwan, che hanno fatto di tutto per essere un passaggio obbligato per gli investimenti stranieri destinati alla Cina continentale.

    02/11/2006 CINA – INDIA
    Leader nazionalista del Gujarat lancia la cooperazione con la Cina

    Narendra Modi, leader del Gujarat, è arrivato ieri a Pechino per una serie di incontri di tipo economico che mirano a sviluppare le Zone economiche speciali dello Stato.



    04/06/2008 COREA DEL NORD
    Corea del Nord, 800mila morti per la carestia
    Nel regime socialista di Kim Jong-il, uno dei Paesi più chiusi del mondo, la gente muore di fame a causa delle inondazioni dello scorso anno e delle ruberie del governo, che sequestra il cibo alla popolazione con ogni scusa possibile. Condannati a morte gli operai delle industrie belliche, costretti a lavorare senza cibo e senza possibilità di uscire dalle loro fabbriche.



    In evidenza

    VATICANO
    Papa Francesco ai giovani: L’amore “concreto”, non da telenovela, è la carta d’identità dei cristiani



    Nel Giubileo dei ragazzi e ragazze, papa Francesco pronuncia un’omelia fatta di domande e risposte ai 70mila presenti.  I grandi ideali dell’amore come dono di sé, l’affettività come “voler bene senza possedere”; la libertà come “dono di poter scegliere il bene”. “Guai a un giovane che non osa sognare. Se uno alla vostra età non sogna, se n’è già andato in pensione!”. Le offerte raccolte per l’Ucraina. L’appello per i vescovi e i sacerdoti rapiti in Siria.


    IRAN
    La strana alleanza fra gli Stati Uniti e i fondamentalisti iraniani

    Bernardo Cervellera

    Washington blocca ancora l’uso del dollaro nelle transazioni bancarie, fermando i nuovi contratti economici stabiliti dopo l’accordo sul nucleare. Gli Usa sembrano dare man forte a Khamenei e alle guardie della rivoluzione, che vogliono affossare l’accordo per mantenere il potere. La popolazione sopravvive con i doppi e tripli lavori. L’Iran instabile e bellicoso accresce la vendita di armi. Il reportage.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®